Utente 139XXX
Salve Dottori vorrei sottoporVI il caso di mio marito. Lui oggi ha 31 anni nel 1995 ha contratto la monoucleosi che ha comportato rigonfiamento della milza, emoraggia della stessa e conseguente splenectomia.Da allora si e' verificato un aumento cronico delle piastrine mediamente come valore sui 500.000 e l'aumento dei linfociti e la diminuizione dei neutrofili, questi ultimi non sempre fuori norma. Da allora molti dottori fra cui ematologi mi hanno consigliato la terapia con cardirene 75 mg a cicli di tre mesi e non mi hanni mai consigliato gastroprotettori. Chiedo gentilmente a Voi
a) e' consigliato l'uso del cardirene in tal maniera?
b) se si conviene utilizzare un gastroprotettore?
c) l'aumento delle pistrine e dei linfociti e' consegueza diretta rispettivamente della splenectomia e della monoucleosi e quest'ultima comporta anche la diminuizione dei neutrofili?
RingraziandoVI anticipatamente porgo i miei piu' distinti saluti

[#1]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Dopo splenectomia è normale che le piastrine aumentino un po'. I suoi valori, comunque, non sono affatto preoccupanti ew non le pongono problemi. Sull'utilizzo del cardirene deve decidere il suo medico che la conosce direttamente; il mio parere personale e generale è che , in questa fase, non vi sia un'indicazione specifica, comunque ne parli anche con il suo medico
Un saluto

A. Baraldi

[#2] dopo  
Utente 139XXX

dott. Baraldi prima di tutto la ringrazio per la sua disponibilita'!Per quanto riguarda le piastrine ok seguiro' il suo consiglio valutando il discorso del cardirene anche con il medico! ma a proposito della formula linfociti -neutrofili cosa mi puo' dire?questi valori mi preoccupano un po' all'ultimo emocromo risultano
neutrofili % 33.8% riferimento(40.0 -74.0)
linfociti % 53.6% riferimento (19.0-48.0)
linfociti 5.47 10^3 /microl riferimento(0.90-5.20).
grazie dottore

[#3]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
E' un'inversione di formula che potrebbe derivare da fatti virali anche inapparenti; io ricontrollerei il valore tra qualche tempo ma senza allarmi
Un saluto

A. Baraldi

[#4] dopo  
Utente 139XXX

egregio dott BARALDI 10 giorni prima del prelievo aveva avuto una forte faringite, che pero' al momento del prelievo era totolmente passata almeno in apparenza... puo' essere dovuto a quello? quindi il discorso che la formula fosse invertita in seguito alla splenectomia nn e' corretto? ripeto che da quando si e' operato l'ha avuta a periodi alterni.dottore grazie mille per la disponibilita'. cordiali saluti

[#5]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
La formula non si inverte in seguito a splenectomia , aumentano soltanto le piastrine; potrebbe essersi trattato di faringite virale, ipotizzo
Un saluto

A. Baraldi

[#6] dopo  
Utente 139XXX

GRAZIE MILLE DOTTORE MI SCUSI SE LA RISPONDO SOLO ORA! RIPETERO SOTTO SUO CONSIGLIO LE ANALISI.CORDIALMENTE LA SALUTO E LA TERRO' AGGIORNATA