Utente 186XXX
Salve, sono un ragazzo di 29 anni e il mese scorso ho fatto gli esami presso l'AVIS perchè sono diventanto donatore. L'esito degli esami è stato ok, dato che mi hanno confermato che posso donare 4 volte l'anno il massimo consentito che se non sbaglio è di 0,495 lt...comunque, ad ogni modo l'unico valore fuori norma era il colesterolo totale a 231. Già dal 2005, ad ogni esame che ho fatto, il colesterolo totale si è sempre assestato su valori che vanno dai 200 ai 220 e il mio medico di base mi ha sempre detto che, non mangiando particolari cibi ad alto contenuto di colesterolo, possa essere legato allo stress o alla familiarità (mio padre ha sempre avuto anche lui valori abbastanza alti di colesterolo totale). Vorrei anche aggiungenre che sono un purtroppo un fumatore anche se non supero comunque le 4/5 sigarette giornaliere.
Il mio medico a comunque deciso di farmi fare di nuovo, a distanza di un mese, il colestorolo totale e nello specifico anche LDL e HDL. I valori sono i seguenti:

Colesterolo Totale: 212
Colesterolo LDL: 137
Colesterolo HDL: 43

Essendo il colesterolo LDL >130 e l'HDL compreo tra 40 e 50 ho visto che è indicata soglia di rischio moderata. Ma che significa? cosa devo fare? si tratta di valori preoccupanti? e in che modo posso migliorare la situazione?

[#1]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Potrebbe essere in causa un problema di aumentato colesterolo su base familiare; magari potrebbe fare anche un lipidogramma per una migliore valiutazione; cerchi anche di avere un'alimentazione con pochi grassi e poco o niente alcol, molto pesce , frutta e verdura
Un saluto

A. Baraldi

[#2] dopo  
Utente 186XXX

Nel frattempo sono riuscito a contattare anche il mio medico di base che mi ha detto che, seppur questi valori non siano il massimo della vita, non c'è bisogno di preoccuparsi e non mi ha suggerito altri esami da fare.
Secondo lei invece dovrei indagare ulteriormente, oppure ovviamente facendo attenzione all'alimentazione come mi ha indicato, posso comunque non preoccuparmi?

Sempre il mio medico mi ha detto solo di fare almeno 3 camminate di mezz'ora alla settimana dato che il mio giocare a calcetto 1/2 volte a settimana non è da considerarsi attività fisica che possa contribuire a sistemare tali valori. Riguardo all'alimentazione non mi ha indicato granchè a parte di evitare uova e formaggi...e poi mi ha detto che essendo giovane, e non essendoci valori preoccupanti, posso ripetere l'esame in questione tra 1 anno. Lei che pensa?

Dove posso trovare un elenco di alimenti consigliati e scongliati? ad esempio il pesce vale tutto, oppure crostacei e molluschi sono da bandire completamente?
Riguardo all'alcool quindi niente vino durante i pasti?

Ringraziando anticipamente porgo anche i miei auguri di buone feste.

[#3]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Crostacei e molluschi nò, non vanno bene, va benissimo il pesce azzurro , molto ricco in omega tre e sei; l'attività fisica è importante ma basta cammiare un'oretta al giorno; rigurdo l'alcol poco
Un saluto

A. Baraldi