Utente 122XXX
Buonasera, sono una ragazza di 28 anni. Vorrei gentilmente richiedere un consulto per dei risultati che ho avuto di alcune analisi del sangue. Tutto è iniziato con un raschiamento che ho dovuto fare alla fine del 3° mese di gravidanza nel mese di Settembre. Dopo aver visto il referto(infarto placentare, premetto che una settimana prima avevo avuto un virus con febbre alta a 38e5 e vomito), mi sono voluta fare, dopo qualche mese (Novembre) delle analisi per stare più tranquilla:
-anticorpi tiroidei -fibrinogeno - antitrombina III - tempo di protrombina -PT
-tempo di tromboplastina -PTT -tsh - Ft3 libero - Ft4 libero -Proteina c coagulativa - proteina s libera - omocisteina - anticorpi cardiolipina -Lac.
Tutto nella norma tranne la proteina s libera che doveva essere >53% e la mia invece era di 51,3% e gli anticorpi cardiolipina igm i quali dovevano essere <11 ed invece i miei erano 11,4 e quindi positivi. Mi è stato consigliato di ripetere l'analisi qualche mese dopo ed a Gennaio li ho ripetuti con i seguenti risultati: anticardiolipina igm 10,4 (quindi rientrato nella norma), proteina sl ibera 47,9 % (quindi abbassata ancora). Il LAC in entrambi i casi è risultato negativo. Vorrei riprovare ad avere un bimbo, il mio ginecologo mi ha detto che secondo lui non dovrei prendere nemmeno l'aspirinetta,ma a parte la gravidanza è comunque meglio che contatti un centro anti-trombosi? C'è un rischio reale che corro? Non so magari in gravidanza questo valore potrebbe ancora diminuire aumentando il rischio trombosi. Non fumo e cerco di mangiare in modo corretto. Premetto che sono una ragazza che purtroppo fin da piccola soffre di ansia (e forse si nota dalle mie righe), però mi piacerebbe davvero capire come comportarmi e se la mia è solo una paura infondata. Grazie mille.

[#1]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Contatti pure un centro per indagini trombofiliche, ma non perchè vi sia qualcosa di alterato, ma per prevenzione nella prospettiva di una futura gravidanza, stia tranquilla
Un saluto

A. Baraldi