Utente 196XXX
Buongiorno,
sono un donatore di 36 anni, da circa un anno ho questi valori, così che all'ultimo controllo periodico, il medico del centro mi ha consigliato di fare una tipizzazione leucocitaria + visita ematologica.
Il mio medico di base ha banalizzato molto dicendo che per lui non è affatto una situazione allarmante e quasi non avrebbe voluto prescrivermi tale esame. Vivo in una piccola città del centro italia e per la tipizzazione mi chiameranno fra 1-2 mesi, e per la visita ematologica fra 3-4 mesi.
Sono qui a scrivere per avere un vs. consulto ed eventualmente una indicazione dove rivolgermi per fare questi esami più velocemente (anche privatamente). Non ho alcun problema a spostarmi in Italia.
Vorrei un vs. parere poiché nonostante le rassicurazioni del mio medico di base, mi sono allarmato moltissimo.
QUASTA LA MIA SITUAZIONE
4 anni fa ho deciso di cambiare stile di vita, da gozzovigliatore a salutista convinto (forse troppo). Smetto di fumare, inizio un regime alimentare ferreo, intensa attività fisica.
Seguito da un medico nutrizionista ho perso 40 kg in 1 anno e mezzo. Conseguito questo risultato, mi sono imposto di continuare così privandomi, praticamente, di tutto.
Da DUE ANNI a questa parte mantengo una forma fisica perfetta (forse anche un po' troppo secco) ma comunque con PESO COSTANTE.
Continuo in ogni caso un regime alimentare "estremo":
1) abolizione totale dei carboidrati complessi (pasta, pane, dolci, farine, patate)
2) Tanta verdura "povera" : spinaci, insalata
3) Poca frutta: mele, pere, arance
4) Proteine: petto di pollo, soia, merluzzo (tutto rigorosamente lesso), latte scremato, yogurt.
5) Unico condimento: un filo d'olio di oliva.
6) Zucchero, sale, dolci, alcol ABOLITI COMPLETAMENTE (mai più ingeriti)
7) Olio di pesce la mattina
Il tutto in quantità CONTROLLATE (al limite della sopravvivenza)
Mai uno sgarro, mai nulla di diverso da questo. Mi rendo conto di essere esagerato e quasi compulsivo, ma la paura di tornare ad essere grasso, di incappare in malattie cardiovascolare, diabete, etc... è troppo forte!
Ed in più, così mi sento forte e vigoroso come non mai.
ATTIVITA' FISICA:
Piscina 3/sett. Palestra-Pesi 2/sett.
12 mesi all'anno, mai uno stop da 4 anni a questa parte.
LAVORO, STRESS E SONNO
Lavoro molto stressante, con preoccupazioni ed angosce e trasferte.
2) DORMO POCHISSIMO (per scelta) dalle 23 alle 5. A volte, anche meno. Quando dormo, riposo bene. Mi sveglio riposato e fresco, attivo (e sempre con una gran fame.

FORMULA LEUCOCITARIA
Gr.neutrofili 40,0% 1.70 x10^3/mcl
Gr.eosinofili 2,0% 0.09 x10^3/mcl
Gr.basofili 0,0% 0.00 x10^3/mcl
Linfociti 54,0% 2.30 x10^3/mcl
Monociti 4,0%, 0.17 x10^3/mcl
LUC grandi cell.mononucl.
perossidasi neg. 0,0% 0,00 x10^3/mcl
... CONTINUA ...

[#1]  
Dr. Pierluigi Alfieri

24% attività
0% attualità
0% socialità
MODENA (MO)
REGGIO EMILIA (RE)
CARPI (MO)
TARANTO (TA)
SAVA (TA)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Salve.

Rispetto al quesito da Lei posto sull'opportunità di accelerare i tempi per indagare sulla sua lievissima neutropenia e sulla inversione della formula leucocitaria, ritengo che Lei possa tranquillamente prenotare gli appuntamenti con i normali tempi di attesa.

Nel frattempo valuti attentamente il mio consiglio di seguire un regime alimentare un pò meno ferreo e meno estremo. Sia chiaro: non ravvedo nessun collegamento tra il suo stile di vita e l'anomalia di laboratorio riscontrata.

Cordialmente,
Dr. Pierluigi Alfieri
Specialista in Ematologia