Utente 202XXX
Gentili Dottori.Ho da qualche giorno intrapreso su indicazione del cardiologo,terapia antiaggregante con Cardioaspirina (1 cp al di)per placca aterosclerotica stenosante la femorale comune e assunzione opercoli di omega 3.Essendo donatore di sangue,vorrei sapere se con tale terapia posso continuare a donare o sono costretto a smettere?
Cordialmente

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Può donare normalmente. La cosa che sorprende è una stenosi della femorale comune in una persone così giovane...
È per caso fumatore?
Cordialità
Cecchini
www.cecchinicuore.org
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 202XXX

La ringrazio per la risposta.Sono un ex fumatore ho smesso da un anno quasi...comunque la stenosi è del 20% il lume.Nulla di grave ha detto il cardiologo ma è bene iniziare con la Cardioaspirina e con l'assunzione di Omega 3 che in me hanno avuto un ottimo effetto anti colesterolo...Pensavo fossi costretto a interrompere le donazioni dato che avevo letto che l'uso dell'acido acetilsalicilico è controindicato.
Grazie ancora

[#3] dopo  
Utente 202XXX

Caro Dott. Cecchini,
la ringrazio anche se in ritardo per la risposta.Ho effettuato la donazione ed il medico mi ha informato del fatto che dal mio sangue saranno eliminate le piastrine.Avrei comunque una ulteriore di domanda da porle.Ho letto che tra gli effetti collaterali della Cardioaspirina vi sono anche rischi di ictus emorragici.Avendo il terrore di avvenimenti del genere (sono un tipo ansioso ed ipocondriaco) ho pensato che forse è meglio interrompere e continuare ad assumere solo integratori di Omega 3 (capsule da 1000) che hanno anche essi una funzione antiaggregante,dato che nel contempo ho anche abbassato i livelli di colesterolo con la dieta e l'attività fisica moderata?
Grazie

[#4] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
il rischio emorragico ovviamente aumenta in caso di terapia cronica con aspirina.Ma nel mondo d' oggi l'inafrto cardiaco e cerbrale e' statisticamente piu' rilevante- io stesso 100mg al di di aspirina.
Gli omga 3 iniziano a funzionare a 2 gr al di almeno (s cps al giorno). cordialita'
cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#5] dopo  
Utente 202XXX

Gentile Dott.
qualche giorno fa ho effettuato la visita di controllo dal cardiologo,non però il medico che mi diagnosticò la placca alla femorale ma un altro professionista molto noto.Ho eseguito visita cardiologica con elettrocardiogramma,ecocardiogramma con doppler,doppler delle femorali e test da sforzo.Visita,ecg ed eco tutto a posto,tutto nella norma.Doppler delle femorali:il medico non ravvisa nessuna placca,nessuna stenosi.Nel referto scrive "lieve ispessimento di parete alle comuni,bilateralmente,in assenza di lesioni stenosanti".Mi dice che la Cardioaspirina non devo assumerla e che anzi soffrendo di MRGE può essere causa di fastidi.Mi consiglia di continuare con la dieta che seguo, che posso tranquillamente assumere gli Omega 3 che da tempo uso per il controllo del colesterolo con buoni risultati (da 230 a 170 con uso di 3 capsule al di da 1410mg ciascuna) e continuare con la buona abitudine delle donazioni di sangue.
Prova da sforzo,riporto testualmente: " P.A. 130/90; Max carico 1 min.100 w; Max Fc 160; Max P.A. 170/90. Test ergometrico condotto con protocollo incrementale al cicloergometro.Arresto a 100 W per esaurimento muscolare.Test massimale per frequenza cardiaca raggiunto,normale iter cronotropo e iter pressorio di tipo borderline.Assenti segni di aritmie e assenti segni ischemie inducibili.In atto si soprassiede a terapia antipertensiva."Mi consiglia attività fisica controllata,limitazione di sale e carni rosse.In questo modo la pressione dovrebbe rientrare.In caso contrario sarebbe da valutare l'inizio di terapia farmacologica anche perchè sono figlio di ipeterso.Nel complesso comunque mi dice che se non fosse per questo problema pressorio tutto va bene.Prossimo controllo tra un anno con visita, ecg e prova da sforzo.Che ne pensa Lei?
Il mio medico dice che va bene cosi,che gli esami sono stati eseguiti con strumenti all'avanguardia e con massimo rigore.Mi consiglia però al posto degli Omega 3 una compressa di Armolipid plus integratore a base di Policosanolo, lievito rosso e Berberina, con acido folico, coenzima Q10 e astaxantina.Qual'è il suo parere?Per le fastidiose vampate di calore al volto causate dal rialzo della pressione che nella minima raramente scende sotto i 90 cosa mi consiglia?
Mi scuso per la lunghezza del post e La ringrazio infinitamente.

[#6] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Mi pare che possa essere soddisfatto degli esami che ha eseghuito.
Non condivido molto il dilazionare una terapia antiipertensiva data la sua giovane eta', data l'iniziale quadro ateroscelerotico e la familiarita', ma ovviamente , e' un mio parere.
Arrivederci
cecchini
www.cecchinicuore.org
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza