Utente 105XXX
Buon giorno
visto che mi sto preparando ad affrontare una fivet, mi sono stati richiesti molti esami da sostenere di cui gli elenco i risultati:

Tempo di Protrombina
Tempo di protrombina 11,3 sec
Attività di protrombina 117 % rif: 70 - 120
I.N.R 0,92 rif: 0,9 - 1,5
Tempo di Trombopl. Parz. (Ptt-a) 35,2 secondi rif: 25-40
HBsAG negativo
HCV negativo
Cytomegalovirus anticorpi IgG 193 UA/ml Rif: Positivo > 15 UA/ml
Fattore V di Leiden: Mutazione Presente Genotipo: Eterozigote
Fattore II: Mutazione assente Genotipo: Omozigote normale
MTHFR: Mutazione assente Genotipo: Omozigote normale
Antitrombina III: 94% rif: 75-125
Anticoagulante Lupico Ratio 1,0 rif: 0,0-1,2
Proteina C Coagulativ 142% RIF: 70-140
Colesterolo totale: 261 rif: 0-200
omocisteina 10,70 umoli/L rif:5-15

Visto questi risultati sono un po preoccupata. Mi puo dare lei un aiuto a spiegarmi questi risultati?

in attesa di una sua risposta gli porgo i miei distinti saluti

[#1]  
Dr.ssa Elena Gallinacci

20% attività
0% attualità
12% socialità
GUIDONIA MONTECELIO (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2006
I soggetti eterozigoti per il fattore V di leiden hanno un rischio piu alto, di una trombosi venosa in particolare a livello degli arti inferiori che dei piccoli vasi della placenta ,perchè in questi soggetti il sangue tende a coagulare piu facilmente , per tale motivo in gravidanza ed in altre situazioni particolari si ricorre a terapia con eparina a basso peso molecoare e/o con aspirinetta in maniera di rendere piu fluido il sangue; con ottimi risulati sia sul prosieguo della gravidanza che sulla prevenzione delle flebiti , i colleghi del centro dove effettuerà la FIVET sapranno consigliarla al meglio,
Le comunico che tale mutazione è molto frequente ( in Italia statistiche parlano del 2- 3% della popolazione ) e l'esame per la sua ricerca ormai si effettua di routine negli esami pregravidanza
saluti Elena Gallinacci
DOTT.SSA ELENA GALLINACCI
SPECIALISTA IN CHIRUGIA VASCOLARE ANGIOLOGIA