Utente 229XXX
buongiorno, sono una ragazza di 33 anni, il mese scorso ho fatto le solite analisi di routine come donatrice avis e dall'emocromo sono emersi valori di WBC di 11.67 su un range da 4.0 a 10.0 e un valore di neutr corretto nella percentuale, 71.3% ma alto in valore assoluto, 8.32 in un range che va da 2.8 a 7.5.
ho ripetuto le analisi dopo un mese esatto e i WBC sono risultati 11.48 in un range da 4.5 a 9.0, mentre i neut in percentuale sono ok e in valore assoluto 7.12, un po altini..inoltre nelle ultime analisi la VES è risultata 20 su un massimo di 15 e la PCR positiva con un valore di 13.5 su un max di 5.0.
detto questo le mie domande sono: io mi sento bene, non ho avuto ne influenza ne altro, è necessario un consulto specialistico? la conta dei WBC è in valori assoluti? perchè se cosi fosse i miei sarebbero aumentati parecchio in un mese. grazie per l'attenzione prestatami

[#1]  
156628

Cancellato nel 2015
Gentile utente,
i Suoi neutrofili in realtà, pur se non ancora perfettamente nel range di "normalità", sono comunque scesi da 8300/μl a 7100/μl. Ad ogni modo, in assenza di manifestazioni di malattia - come dovrebbe essere nel momento della donazione del sangue - il dato (così come quello del modesto incremento degli indici di flogosi) dovrebbe essere confrontato con analoghi precedenti, contestualizzato tenendo conto di eventuali abitudini particolari (es. tabagismo) e infine ricontrollato per valutare una possibile ulteriore evoluzione (verosimilmente verso la normalizzazione).
Saluti,