Utente 232XXX
Buongiorno, richiedo un consulto riguardo a mia madre (62 anni). Da analisi effettuate recentemente è stata evidenziata una componente monoclonale in zona gamma, immunofissazione positiva, classe della C.M. IgG (Kappa), quantificazione densitometrica 0.3 g/dl. Le analisi della flogosi (albumina gammaglobuline Beta 1-2 sono nella norma).Creatinina nella norma.
Inoltre vi è la presenza di VES 26 e ANA 1:160 pattern nucleolare. Sottolineo che mia mamma soffre di artrosi da qualche anno ed ha una tendinite al polso della mano dx trattata con due iniezioni di cortisone.

Aggiungono infine che tre settimane fa è stata colpita da Paresi di Bell che dopo indagini strumentali (Risonanza Magnetica) ha portato alla scoperta casuale (se non ci fosse stata la paresi di Bell non si sarebbe scoperto) di un piccolo meningioma al seno cavernoso sinistro che a detta del primario di neurochirurgia di Bergamo non deve essere trattato in quanto innocuo ma posto solo sottooservazione.
La paresi di Bell è stata trattata con Deltacortone e Aciclovir. Sottolineo infine che parecchi anni fa è stata sottoposta alla rimozione della tiroide (i valori endocrini sono nella norma) e ad ora assume ogni giorno eutirinox. Vorrei sapere gentilmente se la componente monoclonale evidenziata sia causata dalle cure o dall'artrosi in quanto siamo molto preoccupati per un possibile mieloma.
Ringraziandola della risposta le auguro buone feste.
Cordialità

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Gentile utente,
la presenza di una componente monoclonale non significa necessariamente mieloma. L'artrosi e i farmaci non hanno "colpa". Alterazioni di tal genere, così come la presenza di ANA ad alto titolo, possono essere "primitive" ma possono anche accompagnare disordini autoimmuni e infezioni croniche (es. HCV; se Sua madre è stata punta da zecche richiederei anche la sierologia per borrelia).
Saluti,