Utente 180XXX
BUONASERA DOTT. CIMMINIELLO,MI RIVOLGO DIRETTAMENTE A LEI PERCHE' GIORNI FA HO AVUTO MODO DI LEGGERE LA SUA RISPOSTA AD UN UTENTE CHE COME ME VIVE O MEGLIO,CONVIVE CON LA GAMMOPATIA.
IN REALTA' AD AVERE QUESTA PATOLOGIA O CARATTERISTICA (NON SO PIU' COME DEFINIRLA) E' MIO MARITO.
HA 41 ANNI ED A SEGUITO DI DISTURBI COLLEGATI AD UN MALFUNZIONAMENTO INTESTINALE HA FATTO DELLE COMUNI ANALISI DALLE QUALI SONO EMERSI ALTERATI SOLO LA GT E LE TRANSAMINASI COSA GIA' SUCCESSA IN PASSATO E LEGATA PROBABILMENTE AD UN'IPERCOLESTEROLEMIA OVVIAMENTE IL DATO PIU' ALLARMANTE E' STATA LA DICITURA DI QUESTA BANDA MONOCLONALE IN ZONA GAMMA TIPIZZATA SUCCESSIVAMENTE CON IMMUNOFISSAZIONE COME IGG LAMDA ANCHE SE IL NUMERO DELLE PROTEINE ERA TUTTO NELLA NORMA.
HA ESEGUITO ANCHE UN ECO ADDOME CHE HA RISCONTRATO UNA STEATOSI EPATICA (MALGRADO MIO MARITO SIA ASTEMIO ) ED UNA COLONSCOPIA CHE HA RISCONTRATO UN INTESTINO FORTEMENTE COARTATO.
SIAMO STAT DA UN EMATOLOGO CHE CI HA DETTO SUBITO CHE ERE UNA GAMMOPATIA BENIGNA E CI HA COMUNQUE PRESCRITTI VARIE ANALISI CHE LE DICO LA VERITA ' NON ABBIAMO MAI FATTO.E' PASSATO UN ANNO LE PREMETTO CHE MIO MARITO STA BENISSIMO E CHE IL PICCO NON ERA UN PICCO MA UNA LEGGERA PUNTA SOPRA UNA GOBBA.LO SO CHE DOVREMMO FARE LE ANALISI MA MI CREDA LA PAURA E' STATA ED E' TANTISSIMA IO PENSO SEMPRE CHE MIO MARITO MORIRA' GIOVANE ,CHE E' DESTINATO GIA'.APPENA L ABBIAMO SAPUTO HO AVUTO UN ESAURIMENTO DAL QUALE MI SONO RIPRESA A FATICA LUI E' DIVERSO HA PRESO TUTTO CON PIU' LEGGEREZZA ...ABBIAMO 2 BAMBINI UNA FEMMINA DI 10 ANNI ED UN MASCHIETTO CHE NE HA APPENA COMPIUTI 2 ..HO TANTA PAURA MA LEI MI HA DATO UN MINIMO DI CORAGGIO DICENDO CHE E' RARO CHE QUESTE GAMMOPATIE DEGENERI IN MIELOMA ...LA PREGO MI DICA QUALCOSA IN PIU ' PERCHE' LEGGENDO SU INTERNET SI IMPAZZISCE ...COSA DICONO LE STATISTICHE REALI QUELLE DI VOI MEDICI CHE STATE A CONTATTO OGNI GIORNO CON I MALATI ..LA RINGRAZIO ANTICIPATAMENTE

[#1] dopo  
Dr. Michele Cimminiello

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
8% attualità
16% socialità
POTENZA (PZ)
SAN MICHELE DI SERINO (AV)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora,
mi dispiace che vedete questa cosa come una condanna; e' SOLO un parametro di laboratorio alterato, che nella stragrande maggioranza dei casi resta tale. Mi dispiace che avete passato un anno di inferno, così come mi dispiace che non avete fatto gli esami che il collega le ha consigliato di fare.
Che dirle di internet? Altro grosso errore. Quello che dico (in modo scherzoso) ai miei amici, pazienti ed altri, di consultare internet per programmare un viaggio alle ...Maldive!!!
Di queste cose è utile parlarne con Medico e se possibile specialista.
Lasci stare la componente monoclonale che è solo un dato di laboratorio alterato e non è una MALATTIA.
Piuttosto mi concentrerei sulla steatosi epatica, problema molto più importante della MGUS, perchè il fegato di suo marito è in grossa sofferenza visto che ci sono alterazioni degli indici di funzionalità epatica(transaminasi, ggt) ; spesso questo è dovuto nella maggioranza dei casi ad uso/abuso di alcolici (ma suo marito non beve) o a alimentazione non corretta (troppi grassi?).
Quindi faccia gli esami completi (casomai tra una quindicina di giorni) e consulti collega epatologo.
Nel fare gli esami (per la steatosi) si deve semplicemente ricordare di fare l'elettroforesi proteica (ecco cosa comporta avere questa ALTERAZIONE DI LABORATORIO E NON MALATTIA), per far confronto con precedente, ritornando dal bravo collega ematologo che l'aveva visto un anno fa (gli ematologi sono tutti bravi, non sarò mica un pochino partigiano?).
Spero che questa ultima cosa le strappi almeno un sorrisino.
E poi chissà se non trova che il picchettino monoclonale possa essere scomparso?
Mi faccia sapere, ci tengo.
La saluto, vivete la vita e vivete i due bellissimi bambini che avete.
Auguri di buon NUOVO anno!
Diventa donatore di MIDOLLO OSSEO:

Chi dona il MIDOLLO dona la VITA !!!