Utente 178XXX
Buongiorno, vorrei avere qualche informazione. Sono una ragazza di 25 anni sana, normopeso senza particolari patolgie in anamnesi familiare. Nel 2007 prima di poter iniziare l'assunzione della pillola feci gli esami ematici di controllo, compresi quelli della coagulazione. Riportavano:
- Antitrombina III 108% (range 70-120)
- Proteina C anticoagulante 111% (70-140)
- Proteina S anticoagulante frazione libera 73% (53-110)
- Test di resistenza alla PCA, fattore V Leiden: 6,92 (>2 normale)
- ASSENZA di mutazione G20210A del gene della protrombina
- ASSENZA della mutazione G1691a del gene del fattore V
- PRESENZA IN OMOZIGOSI della mutazione C677t del gene MTHFR
- ASSENZA della mutazione A1298C del gene MTHFR
- Polimorfismo HPA-1 del gene della GPIIIA: HPA 1a
- ASSENZA della mutazione R3500G del gene della apoliproteina B

Ho quindi iniziato l'assunzione di una pillola estroprogestinica a basso dosaggio, continuata in questi 5 anni (con una pausa di tre mesi). Adesso sono 24 ore che ho notato un dolore al polpaccio sinistro...non mi sembra uno stiramento o uno strappo anche perchè non ho fatto nè sforzi nè movimenti particolari. la zona non è ne gonfia nè arrossata, nemmeno calda...se premo accentuo il male ( che ripeto è localizzato in una zona di diametro di 6 cm circa...) e sento la zona dura ( o contratta??). mi domando se non ci sia un rischio di TVP e se forse, a causa di questa mia mutazione, debba assumere acido folico preventivamente, o eseguire accertamenti, dato che il mio ginecologo non ha dato peso ed importanza a questo. vorrei sapere se questa mutazione puo' inoltre influire sulla mia fertilità e possibilità avere una gravidanza senza probemi! vi ringrazio infinitamente!

[#1] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Influire sulla fertilità nò; diciamo che avere la mutazione in omozigosi potrebbe comportare un eventuale aumentato rischio di fatti trombotici ma non CERTEZZA !!. Le consiglio però , visto il dolore , una visita angiologica con eventule ecodoppler dei vasi arti inferiori. Ne parli con il suo medico
Un saluto

A. Baraldi