Utente 259XXX
Gentili dottori buongiorno.

Da sei mesi (Gennaio 2012) ho diarrea. Le evacuazioni sono regolari (1, max 2 volte al dì) ma le feci sono perennemente non formate, con odore forte, aspetto marrone chiaro tendente al giallo ocra. Senso di non riuscire a svuotare del tutto l'alvo. Leggero gonfiore addominale, mai dolore. Tale disturbo ha aggravato un prurito anale di cui da anni soffro. Nei mesi di Febbraio e Marzo io e mia moglie abbiamo anche sofferto di candidosi genitale, migliorata con il farmaco ELAZOR 200 e risoltasi del tutto un mese fa (fine Maggio 2012).

Ho effettuato le analisi del sangue, urine e feci in data 20/03/2012; i valori sono stati:

leucociti 3.54 (4.80-10.80)
conc. emeglob. corpusc. media 35.6 (31 - 35)
Neutrofili 39.5 % (40 - 74)
Neutrofili 1.4 (1.9 - 8)
Stima del filtrato glomerulare 76 (90 - 160)
Ferro 180 (59-158)
Albumina 66.4 (55.1 - 65.7)
esame urine normale e parassitologico feci negativo.
Glucosio, transaminasi, proteine elettroforesi (tranne albumina), amilasi pancreatica, nella norma;
helicobacter pylori, antiparietali gastriche e antitrasglutaminasi negative.

Consultato in data 15 Aprile un gastroenterologo per risolvere la mia diarrea, ho seguito un ciclo di 5 gg di NORMIX e 10 gg di fermenti YOVIS, che ha risolto la sintomatologia per un mese, salvo poi ripresentarsi, senza più però senso di gonfiore, meteorismo ed anche il prurito anale è migliorato. Nello stesso periodo anche la candidosi è terminata, per cui non so se attribuire questo effetto ai fermenti lattici (anti-candida) o all'antibiotico (anti-batteri).

Ho eseguito nuove analisi in data 05/07/2012 e i valori sono i seguenti:

Leucociti 1.92 (4.8 - 10.8)
Neutrofili 22.5 % (40 - 74)
Neutrofili 0.43 (1.9 - 8)
Linfociti 56.6 % (19.48)
Linfociti 1.09 (0.9 - 5.20)
Monociti 15.3 % (3.4 - 9)
Monociti 0.29 (0.16 - 1.00)

gli altri valori interessanti, anche se nella norma, potrebbero essere:

conc. emog. corpusc. 34.3 (31.0 - 35.0)
piastrine 190 (130 - 400)
VES 2 mm (2 - 25)

stima del filtrato glomerulare 73 (90 - 160)
ferro 102 (59 - 158)
antinucleo: negativo
fattore reumatoide < 10 (0 - 14)

Sto bene, forse un po' di sonnolenza, specialmente dopo i pasti. Appetito nella norma. No calo di peso.

Ho sempre goduto di buona salute generale (tranne asma, allergie). Non fumo, mangio in maniera salutare.
Familiarità: mio padre ha avuto un linfoma di Hodgkin; mia madre è celiaca.
Viaggi: ho effettuato un viaggio in Perù e Amazzonia a Settembre dello scorso anno, senza alcuna vaccinazione.

Ho già prenotato nuove analisi (virus Ep - Barr, HIV, Epatiti, Citomegalovirus, nuovo emocromo, B12) ed ecografia addome completo. Vorrei conoscere un vostro parere su eventuali altre analisi da compiere, su una eventuale possibilità diagnostica, e un'ulteriore domanda: la diarrea è sempre conseguenza della neutropenia, o potrebbe anche esserne in qualche modo causa?

Grazie per la risposta a questa prolissa, spero esauriente, descrizione, e per il vostro prezioso aiuto

[#1] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Aspettiamo i risultati degli ultimi esami da lei citati ; faccia anche una coprocoltura. La neutropenia con inveceaumento della quota linfocitaria farebbe pensare a forme di natura virale. Ci faccia sapere
Un saluto

A. Baraldi

[#2] dopo  
Utente 259XXX

Buongiorno, grazie per la sua risposta.

Ho effettuato l'ecografia addome completo, in cui è risultato tutto normale ("Fegato regolare. Colecisti alitiasica. Vie biliari non dilatate. Pancreas regolare. Milza di normale dimensione, diametro longitudinale di circa 121mm. Reni regolari. Vescica distesa senza aggetti. Prostata di normale dimensione. Non linfoadenopatie nelle sedi esplorabili") e analisi del sangue: i valori dell'emocromo sono risaliti miracolosamente, a soli 10 giorni di distanza dalle ultime riportate nel mio post precedente:

Leucociti 4.26 (4.8 - 10.8)
Neutrofili 1.87 (1.9 - 8)
Neutrofili 43.9 % (40 - 74)
Linfociti 45.5 % (19 - 48)

Altri dati sembrano tranquillizzanti:

Lupus anticoagulant 1.3 (0.7 - 1.2)
Rapporto LA1/LA2 1.26 (0.8 - 1.2)

Vit. B12 454.2 (191 - 663)

Monotest negativo

Ep. Barr IgG positivo
Ep. Barr IgM Negativo

CItomegalovirus IgG 95.8
Citomegalovirus IgM <5

LUE Negativo

TSH 2.06 (0.27 - 4.2)
FT4 1.33 (0.93 - 1.7)

HBs, Hbc, HBe, HCV, HIV negativo

I sintomi, pur non insopportabili, persistono; a questo punto verificherò sia presso un ematologo per la neutropenia che presso un colonproctologo che possa analizzare i sintomi in sede intestinale e del colon retto, oltre ad effettuare la coprocoltura da lei suggerita (ricerca Yersinia, Miceti, Rotavirus, Adenovirus, Clostridium difficile: conviene ricercare, visti i sintomi, qualche altro patogeno?)

Grazie

[#3] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Vano bene i batteri e virus da ricercare ma faccia anche unaricerca parassitologica sulle feci; il resto degli esami v bene
Un saluto

A. Baraldi

[#4] dopo  
Utente 259XXX

Egr. Dr. Baraldi


Spero di non approfittare della sua gentilezza con questa mail. Quando si cerca una diagnosi è importante il parere di un professionista che, come lei, si è dimostrato attento al mio caso e disponibile ad aiutarmi.
Dalle analisi effettuate un mese fa i livelli di leucociti e neutrofili sono sempre un po' bassi, ma stabili rispetto alle prededenti analisi (rispettivamente 3,58 e 1,67) comunque lontani dai valori minimi di 1.92 e 0.43. Ricopio l'emocromo completo + ldh:

LDH 155 (135-225)

Leucociti 3,58
Eritrociti 4,97
Emoglobina 14,7
Ematocrito 43,0
VOl. Corp. medio 86,5
Cont. Emogl. Corp. Medio 29,6
Conc. Emogl. Corp. media 34,2
Anisocitosi Eritrocitaria 13,3 %
Piastrine 156
Vol. Piastrinico medio 10,7
G.neutrofili% 46,7
linfociti % 40,5
monociti % 8,9
eosinofili % 3,6
basofili % 0,3
G.neutrofili 1,67
Linfociti 1,45
Monociti 0,32
Eosinofili 0,13
Basofili 0,01


Persistono i sintomi:
-I problemi di diarrea ( specialmente mattutina; in media 2 evacuazioni al giorno, con feci sempre non formate e a volte quasi liquide) senza mal di pancia, né meteorismo.
-fastidio/infiammazione della zona anale;
-talvolta stanchezza.

Le analisi ematologicamente più interessanti sembrano essere:

Beta 2 microglobulina 1,560 (200 - 2000)

CD4 33,20 % (36-50)
CD8 28,80% (20-28)
CD3 63,40% (65-77)
CD19 16,10% (5-14)
CD16+56 19,60% (3-15)

Altri esami: feci (adenovirus, rotavirus, yersinia, clostridium, miceti non rilevati).
CMV DNA non rilevato, CMV IgM IEA non rilevato, CMV IgG IEA 12.027 (rilevato), CMV antigenemia 65 non rilevato.

Nel frattempo ho effettuato anorettoscopia (presenza di microerosioni ragadiformi superficiali anali. Normotono sfinterico. Emorroidi di 1°- 2° grado. Presenza di lieve eritema dell'ampolla rettale e discreta quantità di muco.)

L'esame delle feci (Yersinia,Clostridium,Rotavirus, Adenovirus, Miceti) risulta per tutte le voci negativo.

Sono stato visitato il giorno 23 c.m. dalla un altro Dr che ha constatato la presenza di piccoli linfonodi sottomandibolari ed inguinali, e mi ha indicato di eseguire per sicurezza un'ecografia dei tessuti molli, un rx torace (?), una colonscopia con biopsia che effettuerò quanto prima (mi sembra un esame fondamentale a questo punto), una visita gastro-enterologica, una consulenza infettivologica e analisi AB anti gliadina, anti endomisio, anti neutrofili, LAC, APTT, IgE, triptasi, istamina.

Poichè non riesco ancora a capire:

1) se la diarrea possa essere una conseguenza della neutropenia, o una causa; se una retticolite ulcerosa, ad esempio, possa spiegare i miei sintomi e le mia analisi;

2) se è già possibile escludere una malattia virale o invece l'incremento di linfociti B e cellule NK possa suggerirla;

3) se, coincidendo gli ultimi sette mesi in cui si è rivelata la sintomatologia descritta con un momento fortemente stressante per diverse ragioni, lo stress psicologico possa essere valutato come ininfluente, concausa o, addirittura, causa non solo della diarrea ma anche della neutropenia ecc;

4) Se sia già possibile escludere allergie alimentari; altre malattie autoimmuni ( a fronte di un LAC debolmente positivo e della mia storia clinica con rinite allergica e asma)

5) quali altre strade io possa percorrere per arrivare ad una diagnosi di sintomi che, anche se non piacevoli, non sono invalidanti ma sono comunque fonte di preoccupazione.

6) Infine, vorrei pubblicare questo testo ed avere un parere anche nella sezione dei gastroenterologi, o comunque sollecitare una risposta anche da un suo collega in tale senso.

Cordiali saluti

[#5] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Deve impostare la domanda nella sezione gastroenterologia
Un saluto

A. Baraldi