Utente 654XXX
Egr. Dr., mio marito di 60 anni, a seguito di malore e ricovero in ospedale, dopo i vari accertamenti ematologici, gli è stata asportata la milza, notevolmente ingrassata, e la biopsia ossea ha dato come esito: LEUCEMIA-MIELOMONOCITARIA ACUTA.
Di cosa si tratta in parole semplici? Deve dare la chemio? Abito a Taranto, quale sarebbe il centro di eccellenza per tale problema? al momento siamo in attesa di conoscere le decisioni del reparto di ematologia dell'ospedale dove è ricoverato.
Grazie e cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Si tratta di una forma di leucemia che intressa delle cellule del sangue che vanno sotto il nome di monociti. Il trattamento terapeutico è in relazione alla biopsia ossea . Centri di eccellenza ve ne sono parecchi, per esempio Bari. Aspettate le decisione del reparto di ematologia
Un saluto

A. Baraldi

[#2] dopo  
Utente 654XXX

Per completezza questo è l'esito della biopsia ossea:
Il quadro morfologico e immunofenotipico (CD68+++, Mieloperossidasi +) depone per una leucemia mielomonocitica acuta.

[#3] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Sì, è una forma acuta ; adesso dovrà essere trattato con cicli di chemio. seguite i consigli degli ematologi che l'hanno in cura .
Un saluto

A. Baraldi