Utente 258XXX
Cerco di riportare il mio stato di dimissioni dopo ricovero ospedaliero che mi ha riscontrato leucemia e che, su ordine dei dottori curanti, mi impedisce di andare a lavorare dal 5/05/2012 e che quindi porta risvolti sul versante economico (a lungo andare il datore di lavoro potrebbe licenziarmi anche capendo il problema) e psicologico (improvvisamente trovarsi a casa senza avere cosa fare a 54 anni).
Motivo del ricovero e diagnosi alle dimissione: controllo clinico-laboratoristico e supporto trasfusionale per anemia in paziente affetto da sindrome mielodisplastica con displasia trilineare AREB-1 IPPS INT-2 WPSS-5.
Diagnosi MDS Data ultima 30/05/2012
valutazione
BLASTI MIDOLLARI 6% (AM)
CITOPENE 3
CITGENETICA Del 7+aggiuntive
IPSS 2 Classe INT-2
WPSS 5 Classe very HR
TRASFUSIONE GRC SI PLT no
FABBISOGNO GRC 8 U EC/mese Giugno 2012
EPO NO
FERROCHELAZIONE NO Farmaco NA
INT-TO-TREAT Trapianto midollo Giugno 2012
allogenico
ULTIMO TRATTAMENTO Supporto trasfusionale

Stato anamnetico
Comorbiditò: grave obesità, fumatore dai 17 aa. (attualmete 10die), diverticoli ed emorroidi, linfedemi AAII, steatosi epatica, colelitiasi.
1992 intervento di bendaggio gastrico con alimentazione difficoltosa per cibi solidi.
Maggio 2012: G.B. 2.3 (N 400), Hb 5.8, Plt 51.000. AM: displasia trilineare: anemia refrattaria con eccesso di blasti (6%) AREB -1, sideroblasti ad anello 3%, CD34+/3+/117+/CD10- WT1 su BM 1274, BOM: CD34; 9%, mega displastici. Cariotipo: chr 7+ anomalie aggiuntive. Eco addome: difficoltoso, steatosi epatica, colelitiasi, splenomegalia 13,5 cm. Ecocardiogramma (04/07): finestra acustica sub-ottimale. FE65%. PFR + DLCO del 06/08/2012. FEV1 85% DLCO 71%.
IPSS INT-1, WPSS-5, very high visto l'alto rischio della malattia di base e le buone condizioni generali del paziente in data 14/06 in sede di riunione collegiale indicazione a trapianto allogenico di midollo.
Luglio 2012: Non fratelli HLA-identici (2 diversi, 1 aplo) Avviata ricerca MUD.

Iter diagnostico terapeutico
Discrete condizioni generali.
Apiretico, dispnoico per sforzi minimi, non angor, non palpitazioni. Non diatesi infettiva.
Alvo e diuresi nella norma (singolo episodio diarroico ed epigastralgie la scorsa settimana in apiressia, autorisoltosi). Alimentazione ed idratazione nei limiti.
Esame obiettivo: 140 kg. cm. 178 parametri stabili, cuore: toni parafonici, ritmici, pause apparentemente libere; torace: mormoconformato, MV ubiquitario, numerosi gemiti; addome: globoso per adipe, pregresse cicatrici chirurgiche, peristalsi presente, trattabile, non dolente nè dolorabile alla palpazione superficiale e

[#1] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
E' una forma mielodisplastica ad espressione blastica; concordo con la messa in lista per il trapianto di modollo, fermo restando che questa grave obesità le sta arrecando molti danni; segua i consigli dei medici che l'hanno in cura ma bisogna che dimagrisca !!
Un saluto

A. Baraldi

[#2] dopo  
Utente 258XXX

Guardi che sono operato di gastroplastica due volte proprio per obesità all'ospedale di Massa Carrara (prof. Uggeri) e nonostante ora non possa ingurgitare se non roba liquida o semi-liquida non dimagrisco.
Resta il fatto che sono chiuso in caso già da quattro mesi ed il datore di lavoro tra poco mi licenzierà........

[#3] dopo  
Utente 258XXX

Proprio da alcuni giorni mi è sopraggiunto un forte dolore di stomaco e contattati gli specialisti di ematologia questi mi hanno detto che loro lo stomaco da gastroscopia e colonscopia è perfetto e quindi non sanno cosa dire: mi hanno detto di recarmi all'ospedale più vicino a me e qundo ho detto che in linea d'aria era il loro la risposta è stata "Noi non abbiamo posti liberi".

[#4] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Io mi rendo conto di tutto però sicuramente un peso così eccessivo non l'aiuta e se ne rende perfettamente conto . D'altra parte , dopo l'intervento a Massa, cosa le è stato detto sul mancato risultato ?
Un saluto

A. Baraldi