Utente 236XXX
Ho 45 anni. Ho avuto due figli, mangio regolarmente, in maniera varia e equilibrata, Sin da piccolina soffrivo di anemia, quindi periodicamente integro il ferro. Da oltre quattro anni assumo quotidianamente dosi 200mg di magnesio, tempo fa di cloruro di magnesio, come cura per emicrania e per star su di umore. Faccio sport due volte la settimana, non fumo. Soffro da anni di emicrania. l'unica medicina che mi aiuta è l' almogran a cui faccio ricorso ogni giorno appena sento che sta per aumentare il mal di testa., soprattutto durante il ciclo mestruale. Ultimamente a seguito di un episodio di 25 giorni di emorragia lieve ma continua (forse dovuta a pre menopausa, forse a un piccolo fibroma -da eco- nella parete intrauterina ) la ginecologa che mi ha visitata a seguito della mia richiesta di provare a prendere la pillola anticoncezionale (mai presa) per capire se, con una terapia ormonale si equilibra anche il problema del malditesta, mi ha prescritto le analisi del sangue e da queste si vede che ho due valori diversi dalla norma e cioè il volume cellulare leggermente maggiore e un pò meno di globuli rossi. riporto di seguito tutti i valori dll'esame emocromocitometrico:
globuli bianchi 7,12 x10^3/mm3 4,40 - 11,30
globuli rossi * 4,08 x10^6/mm3 4,10 - 5,10
emoglobina 13,2 g/dL 13,0 - 17,5
ematocrito 39,7 % 36,0 - 45,0
vol. cellulare medio * 97,2 fL 80,0 - 96,0
emoglobina cell.media(MCH) 32,4 pg 27,5 - 33,2
conc.Hb cell.media (MCHC) 33,3 g/dL 31,0 - 35,5
amp. distrib. globuli rossi 12 % 11 - 14,5
piastrine 221

Vorrei sapere se ho una anemia perniciosa e se questa può essere la causa dei miei malditesta e dei sempre più frequenti pensieri di morire, cosa che non faccio per senso dell'obbligo nei confronti della mia famiglia.

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, poiché immagino abbia già fatto gli accertamenti abituali nel suo caso, le suggerirei di non trascurare un'ipotesi che spesso non viene presa in considerazione prioma di emettere una diagnosi di cefalea emicranica, che rientra nelle cefalee primarie, cioé con causa sconosciuta: il ruolo che nell'insorgenza della cefalea può essere sostenuto dalla malocclusione dentaria e dalla scorretta postura della mandibola. Infatti, sia in funzioni normali (deglutizione, masticazione) che patologiche (digrignamento, serramento) la mandibola, trascinata dai muscoli elevatori, ha la tendenza ad avvicinarsi alla mascella facendo perno sul condilo e fermandosi solo quando le arcate dentarie antagoniste entrano in contatto fra loro.
Ma se questo contatto avviene per qualunque ragione (scheletrica, dentale, iatrogena, ecc.) in una posizione scorretta (morso profondo, deviato, retruso) ecco che, per un periodo di ore/giorno incredibilmente alto, indipendentemente dalla volontà o dallo stato di sonno o veglia, i muscoli masticatori risultano contratti, e predispongono all'insorgenza della cefalea.
Aggiungo, ovviamente, che i pensieri tristi che la assalgono possono essere un po' la concausa un po' l'effetto di una cefalea cronica, formando così un circolo vizioso: un sostegno psicologico potrebbe essere indispensabile a romperlo.
Le suggerirei di dare un'occhiata, in questo stesso sito, all'articolo qui sotto linkato, nell’ipotesi che vi possa riscontrare qualche elemento di somiglianza con il suo problema. In questo caso varrebbe la pena di consultatre anche un dentista-gnatologo esperto in problemi dell'Articolazione Temporo Mandibolare. Cordiali saluti ed auguri.

La cefalea che viene dalla bocca
https://www.medicitalia.it/minforma/Odontoiatria-e-odontostomatologia/934/La-cefalea-che-viene-dalla-bocca
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#2] dopo  
Utente 236XXX

Grazie, per il consulto. Sarebbe interessante saperlo, pensi che al centro delle cefalee di verona, tre anni fa, dove dopo elettrocardiogramma, funzionalità tiroidea, visita oculistica, mi prescrissero 3 gocce di laroxil alla sera e flunagen mite una cp alla sera. Dopo aver provato per circa due mesi, non trovando giovamento e sentendomi con la testa tra le nuvole, ho consultato nuovamente il Dottore del centro delle cefalee, che mi ha sostituito i due precedenti farmaci con tript oh100 e mag 2 e almogran all'occorrenza. Ma ho paura di abusare di almogran, sopratutto in questo periodo di squilibrio ormonale, avendo più crisi emicraniche.Grazie, a questo punto proverò a consultare uno gnatologo, anche perché da due anni soffro di mal di spalle e di collo e spesso la ATM mi scrocchia e mi duole alla pressione (pensavo che quest'ultima fosse una conseguenza, non la causa). Comunque riflettendo, non avendo problemi di morso inverso o quant'altro di visibile al mio occhio, potrebbe essere che serro i denti per lo stress,;forse potrebbe essere d'aiuto un semplice bite della farmacia, di quelli che si modellano in bocca con il calore? Grazie ancora, cercherò subito un gnatologo a verona.

[#3] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Scusi, ma quale tipo di cefalea le hanno diagnosticato al Centro Cefalee di Verona?
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#4] dopo  
Utente 236XXX

Diagnosi: emicrania e concomitante cefalea di tipo tensivo.

[#5] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Credo sarebbe il caso di chiedere ai Colleghi del Centro Cefalee come mai ,in un paziente che riferisce "soffro di mal di spalle e di collo e spesso la ATM mi scrocchia e mi duole alla pressione ", abbiano subito optato per due cefalee primarie, cioé sostanzialmente di origine ignota, e abbiano invece escluso l'ipotesi che possa trattarsi di una cefalea che deriva dalla bocca e da una disfunzione dell'ATM.
A questo punto credo sia indispensabile che lei chieda un consulto ad un dentista-gnatologo esperto in problemi dell'ATM

Le suggerirei anchre di dare un'occhiata agli articoli linkati qui sotto, nell'ipotesi che lei possa riscontrarvi elementi di somiglianza con il suo problema.
Cordiali saluti ed auguri.

http://www.medicitalia.it/minforma/Odontoiatria-e-odontostomatologia/934/La-cefalea-che-viene-dalla-bocca

http://www.studiober.com/cms/ckfinder/userfiles/files/04%20L'orientamento%20nella%20ricerca(1).pdf

www.studiober.com/pdf/Cefalea_Otite_Cervicalgia.pdf
( attendere con pazienza quando si vuole aprire questo link: è molto pesante)
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#6] dopo  
Utente 236XXX

La ringrazio davvero tanto.Direi che il terzo link è illuminante!! Purtroppo molti medici non ascoltano più i pazienti, ma si limitano a prescrivere medicine e ad intascare.
Prenderò contatti per venire da Lei, a Vicenza e parlerò di lei anche a mio fratello che ha problemi di bruxismo notturno. BRAVO!!!

[#7] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Un'ultima curiosità: da quanto tempo lei soffre di cefalea?
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com