Utente 308XXX
Salve dottori.
Nello scorso mese di giugno ho subito una disavventura medica sulla quale vorrei un vostro parere. Ho contratto la mononucleosi infettiva da EBV (questo l'ho saputo a luglio, come capirete) e l'8 sono comparsi i classici sintomi: febbre, astenia, cefalea, placche sulle tonsille, splenomegalia (19 cm).
Il medico mi prescrive il Mono-Test che risulta negativo; nell'emocromo appaiono "linfociti atipici" e ci indirizziamo verso il CMV (citomegalovirus). Il 19 altre analisi mostrano che anche il CMV è negativo e inoltre appaiono "16% blasti" (15.000 WBC/mmc).

A questo punto vengo mandato d'urgenza in un ospedale oncologico con sospetto di leucemia. Gli ematologi lì fanno uno striscio di sangue periferico e confermano che è in corso "una malattia proliferativa" (dice il primario), che ci sono blasti nel sangue periferico, tutto ci fa pensare ad una leucemia. Agoaspirato midollare. La sera, ci viene chiaramente detto che è leucemia e si tratta solo di capire se è linfoide o mieloide, parlano di trapianto di midollo, chemioterapia... questo accade il 20 giugno. Mi ricovero in oncoematologia.
Il 21 mattina (vi lascio immaginare che nottata orrenda per me e per la mia famiglia) però arriva una clamorosa smentita.

L'emolinfopatologo ha esaminato il midollo e ha escluso assolutamente la leucemia: è un'infezione virale. Tante scuse dai medici. Qualche test più approfondito ed emerge subito l'EBV. La febbre se ne va il 3 luglio e ad ora sto benissimo.

La mia domanda è: è possibile che uno striscio di sangue periferico di mononucleosi possa essere confuso da oncoematologi con uno leucemico??
Tra l'altro, nella lettera di dimissione c'è scritto "Virociti nel sangue periferico" e non si fa menzione di blasti.

Possibile che chi ha "letto" lo striscio si sia sbagliato? Ci si può sbagliare? E' "lecito" sbagliarsi?

PS: Ovviamente è una domanda di pura curiosità personale, una curiosità accademica diciamo.

[#1] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Tutto è possibile ma non ho alcuna possibilità di ulteriore commento ; posso soltanto aggiungere che effettivamente nella mononucleosi compaiono dei blasti che vanno sotto il nome di immunoblasti o cellule di Downey ma che sono caratteristiche della malattia e diverse dai blasti di una leucemia. Diciamo che nell'ambito dei monociti sono cellule alterate proprio dalla mononucleosi. I virociti sono linfociti che subiscono delle alterazioni da malattia virale.
Un saluto

A. Baraldi

[#2] dopo  
Utente 308XXX

Naturalmente la ringrazio per la risposta e capisco bene le sue ragioni deontologiche.
Per quanto la vicenda sembri assurda, è avvenuta proprio come l'ho descritta. Da quel che ho capito, è stata una ricercatrice a contratto a combinare il patatrac con lo striscio periferico, confondendo le cellule tipiche della mononucleosi per quelle della leucemia; gli altri medici si sono fidati del suo referto e soltanto il giorno dopo un ematologo ha rivisto lo striscio e confermato la malattia virale. Spero l'abbiano almeno rimproverata, è stato un bello spavento.

Comunque vorrei chiedere un ulteriore lume. Cioè: ho letto su Internet (croce e delizia degli ipocondriaci) che l'EBV predispone ad alcuni linfomi come quello detto di Burkitt o di Hodgkin oltre a svariate malattie autoimmuni. Mi sembra di capire che la cosa sia molto improbabile e che la stragrande maggioranza di chi ha avuto la mononucleosi non ha più problemi del genere.
Devo preoccuparmi o nulla di che?

[#3] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
La mononucleosi non predispone ad alcun linfoma o Burkitt ecc. In alcune specifiche situazioni estremamente rare si è vista un'associazione ma è tutto ancora da discutere. Tenga anche conto che l' 80 % della popolazione mondiale ha anticorpi nei confronti dell'EBV e , per grandisssima fortuna, non abbiamo l'80 ma nenache il 70 % ecc. di popolazione affetta da linfomi . Stia tranquillo
Un saluto

A. Baraldi