Utente 558XXX
Salve vi scrivo per un grosso problema che ha mio padre di anni 67.
Due settimane fa è stato ricoverato d'urgenza in ospedale perche dagli esami risultavano bassissimi (circa 1/3 del valore minimo) i valori di globuli rossi, globuli bianchi, piastrine (9.000), emoglobina ecc...
E' stato 2 giorni in una camera a BCM, poi fortunatamente i globuli bianchi sono tornati normali ed è stato trasferito in una camera normale in oncoematologia a Rimini.
Hanno eseguito una biopsia che ha escluso leucosi ma dopo 2 settimane di cortisone e trasfusioni l'emoglobina e le piastrine in particolar modo non ne vogliono sapere di invertire la tendenza e risalire.
I medici hanno detto che il midollo produce poco ma che non sanno la causa ed a questo punto finito il ciclo di cortisone vogliono provare con ciclosporina.
Vi chiedo se avete qualche idea e se siete a conoscenza di un ospedale all'avanguardia per questo tipo di problemi.
Grazie

[#1]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,

in base ai pochi elementi da lei segnalati è difficile dare un parere.
Occorrerebbe sapere qual'è stato il risultato della biopsia midollare, qual'è il valore dei reticolociti che rappresentano la capacità di compenso midollare.

Riguardo centri specifici presso il Sant'Orsola di Bologna c'è un ottimo reparto ematologico
Un saluto

A. Baraldi

[#2] dopo  
Utente 558XXX

Gentile professore,
mio padre è stato dimesso e continua la cura in day hospital.
La terapia che gli hanno dato è la seguente:
Ciclosporina 100 x 2 volte al giorno
Deltacortene 1 al mattino e 1/2 a pranzo
Tranex 2 fiale x 3 volte al dì
Dopo 20 gg di questa cura i risultati sn piuttosto deludenti in quanto le piastrine ogni 3 giorni vanno sotto 10.000 e quindi deve fare una trasfusione, l'emoglobina nel giro di 7 gg scende sotto 8.0 ed anche in questo caso deve fare la trasfusione.
Inoltre i globuli bianchi che dopo la cura di cortisone erano tornati a 5,5 sono scesi a 1,33 ed i neutrofili a 0,270.
Inoltre il 20/6 gli hanno fatto un esame per capire se il midollo produce (reticolociti) tutti e 4 i parametri erano nella norma.
La biopsia ha escluso leucosi sia nel sangue che periferiche
Non sono un medico ma mi sembra che questa cura sia addirittura peggiorativa.
Voi cosa ne pensate?

[#3]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Se il midollo non presenta mielosclerosi e quindi è funzionante dovrebbe riuscire a far fronte alla situazione, ma i medici che l'hanno in cura che opinione hanno ?
Un saluto

A. Baraldi

[#4] dopo  
Utente 558XXX

Quando l'hanno dimesso i medici hanno detto che erano molto contenti dei miglioramenti fatti e che era solo un problema di "sbloccare questo midollo", che spesso si sblocca senza nemmeno capire esattamente che cosa lo aveva bloccato, quindi di stare tranquilli e di iniziare la terapia in DH. Poi dopo 2 settimane di terapia ci consigliano di rivolgerci in qualche centro per un consulto al fine di valutare un eventuale trapianto di midollo perchè le cure che stanno facendo sono "cure paliative".
Volevo precisare che in tutti gli esami fatti non è stato trovata nessuna prova del fatto che il problema sia legato ad una malattia autoimmunitaria, nonostante ciò, da quello che ho capito, la terapia che gli hanno prescritto è per combattere tale malattia con il risultato che non si vedono benefici ma solo gli effetti colaterali della ciclosporina (globuli bianchi che sono diminuiti, valori di urea molto elevati, ecc...
Grazie x eventuali suggerimenti

[#5]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,

se le terapie da qui a qualche tempo non ottengono i risultati sperati, bisogna, a parer mio, fare indagini approfondite su questo midollo presso un centro ematologico ( presso il Sant'Orsola ve nè uno ottimo, glielo cito perchè lo conosco )
Un saluto

A. Baraldi

[#6] dopo  
Utente 558XXX

Gentile Dr. Baraldi,
la ringrazio per le sue risposte precedenti e l'aggiorno sulla situazione dicendole che nell'ultima settimana i globuli bianchi hanno avuto una inversione di tendenza passando da 1.33 a 1.9 e così pure i neutrofili che dal minimo di 0.270 sono passati a 0.40.
Mercoledì scorso (2/7) si è resa necessaria una trasfusione di piastrine ed emoglobina in quanto erano arrivate rispettivamete a 8.000 e 8.2.
L'esame di oggi (lunedì 7/7) riporta piastrine 12.000 ed emoglobina 9.9.
Aggiungo che in accordo con il medico di base è stato sospeso da circa 10 gg un farmaco che mio padre prendeva da oltre 10 anni (Terazosina) che in alcuni casi provoca problemi al midollo.
Con questi dati, si può parlare di effetti positivi della terapia?
Grazie

[#7]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,

mi scusi per il ritardo con cui le rispondo ma stavo all'estero.

Ritengo che il farmaco che per lungo tempo ha preso suo padre possa essere in causa riguardo questa diminuzione di piastrine e bene ha fatto il suo medico a sospenderlo.

Vediamo con il proseguire delle cure se continueranno ad aumentare sia le piastrine che i bianchi
Un saluto

A. Baraldi