Utente 488XXX
A causa di una febbre persistente e costante da febbraio c.a.: 37 e 1/2-38-1 ho incominciato a fare degli esami. Ho iniziato con la tipizzazione linfocitaria (: linficitogramma), -metodo : citometria a flusso-, e il collegato emocromo, dei quali riporto i valori abnormi :
- Linfociti CD16/56 + CD3 8 ; V. N. < 7.
- CD 25 FITC 28; V. N. : non indicati; mmc. 377.
Note : Incremento delle cellule CD 25+.
L’emocromo dà i seguenti risultati :
- monociti K/ul 16,5 % M , V. N. 0 – 12,
- HCT 35,1 %, V. N. 38,0 – 54,0 %,
- RBC 3,95 M/ul V. N. 4,50 – 6,00.
Da quel poco che mi ha detto l’immunologo pare trattarsi di leucemia. E’ così, cosa si può fare, si può curare?
Premetto che recentemente mi hanno riscontrato un adk prostatico per il quale da un mese sto assumendo casodex 150 mg, per poi fare agli inizi di luglio la radioterapia.Ho la tiroidite autoimmune con valori alti dell’anti TG, e recentemente è stato riscontrato il valore un po’ alto anche dell’anti ricettore del TSH.
Sono disperato, preciso che ho 68 anni, ditemi qualcosa di positivo. Resto in ansiosa attesa delle vostre risposte e vi ringrazio di tutto cuore.

[#1]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,

i dati da lei comunicati sono troppo scarsi per potere fare qualunque ipotesi. Non sò su che basi il suo immunologo abbia parlato di leucemia, ma sarebbe opportuno che , in accordo con lui, lei faccia una visita ematologica per una valutazione approfondita
Un saluto

A. Baraldi

[#2] dopo  
Utente 488XXX

Ringrazio il gentile dott.Baraldi per la sollecita e cortese risposta. Ho seguito immediatamente il suo consiglio e oggi stesso ho fatto la visita ematologica in una struttura universitaria, dove, tra l'altro,mi hanno fatto un emocromo e lo striscio periferico prescrivendomi tutta una lunga sere di esami ematici. Una volta fatti sarà mia cura comunicarglieli. Ringraziando ancora porgo cordiali saluti.

[#3] dopo  
Utente 488XXX

Ho riletto con un pò di calma i referti dei 2 esami fattimi e devo dire che mi hanno messo in crisi considerato che l'emocromo testè fatto è fatto solo dopo 8 giorni dal primo i cui dati ho riferito nella precedente mail.
In effetti l'emocrcomo fatto oggi 18 giugno rileva :
WBC 4,84 unità di misura : 10e3/u, WVF .998;
Eos .0,20 " " " " Eos .408;
Baso .0,34 " " " " Baso .705
Mono 1,06 " " " " Mono 21,8% aumentati rispetto a
914 e 16,52 del precedente;
RBC 3.61 " " " 10e6/ul diminuito rispetto 3,95 M/ul;
HGB 11,7 g/dl
HCT 33,5 dimunuito rispetto a 35,1 g/dl
PCT .192.
Mentre l'esame morfologico del sangue periferico :
N% 62
E5 1
B5
L% 26
M% 11
Ho ragione di essere preoccupato? Se questo è solo l'inizio cioè il secondo esame dopo il lifocitogramma...Se anche in base a questi nuovi dati è pssibile avere una risposta sarei molto grato.

[#4]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Senta, mi scusi, ma io continuo a rimanere molto scettico sul fatto della leucemia. L'emocromo segnala forme immature, blasti ? Non mi sembra dai dati che lei riferisce; comunque occorrono esami specifici diversi dall'emocromo e più completi. Io dal suo emocromo vedo solo un aumento dei monociti e una anemia. Aspettiamo la conclusione degli esami ed il parere degli ematologi che l'hanno in cura.
Un saluto

A. Baraldi

[#5] dopo  
Utente 488XXX

Gent.mo dott. Baraldi
sono d'accordo con lei sulla necessità di aspettare l'esito di esami più approfonditi e particolari. Deve comprendere però anche la mia ansia e il mio bisogno di sentire dopo una ventilata leucemia una parola di conforto e di speranza.
Comunque le sono molto grato per la sua cortesia e disponibilità.

[#6] dopo  
Utente 488XXX

Finalmente sono in grado di fornire un pò di dati in più e spero che siano sufficienti per una risposta abbastanza esauriente:

Intradermoreazione alla tubercolina ( 5 U.I) (lettura dopo 72h) : 7 x 8 (debole positività); RX torace : BPCO;

CMV IgG positivo 8000 Titolo positivo se > 1500
Toxoplasma IgG “ 59 U.I/mL Immunizzato > 15
VCA EBV IgG “ 130 Positivo se > 20
EBNA EBV IgG “ 190 “ “ “ “
Le corrispondenti IgM sono tutte negative;

Myc IgG virion valore 48,30 risultato POS
Myc IgM virion “ 2,25 “ neg;

HbsAg (ELISA), anti-HBc totali (ELISA), HbeAg (ELISA), anti_Hbe (ELISA), HCV RNA QUALITATIVO : tutti negativi ;
anti-HBs (ELISA) 0 UI/I , valore protettivo > 20 UI
anti-HBc IgM (ELISA) 0,060 Index, > 0,200 per EC / > 0,800 per EA
HCV RNA QUANTIITATIVO <615 UI/ml RANGE DI LINEARITA’ 615 – 7700000 UI/ml( metodica branched DNA)
HCV RNA GENOTIPO NON DOS. PER VIREMIA NEG.
HBV DNA < 2x10^3 cp/ml RANGE DI LINEARITA’ 2000-100000000 cp/ml
( metodica branched DNA)

Ricerca Anticorpi Rckettsia Conori (IgG – IgM) entrambi negativi alla diluizione 1 : 40
(Tecnica di mmunofluorescenza indiretta);
( INTERPRETAZIONE : Positivo : titolo anticorpale >_ 1:40;

Coombs Diretto Negativo;

Helicobacter Pilori IgG concentrazione : 1,42 ( Intervallo da a 0 15 Negativo );

Ac anti-Nucleo (ANA) e Ac. anti-Mitocondrio (AMA) : Assenti
pANCA (Ac.anti-neutrofili MPO), cANCA (Ac.anti-neutrofili PR3), Ac. Anti- ENA (Screening),
Ac. Anti-Sm e Ac. Anti-RNP-70 : tutti negativi;

Ricerca di anticorpi Anti Salmonella Typy TO e TH, Paraphy AO e BO, Brucella : negativi;

ECOGRAFIA LINFONODI : ( Tecnica : sonda linea standard )
Ghiandole sottomandibolari e parotidee nei limiti della norma,
Non si osservano linfonodi di significato patologico in sede latero-cervicale, nei cavi ascellari bilateralmente e a livello inguinale bilaterale,
Nei cavi ascellari bilateralmente e a livello inguinale sin. si osservano alcuni linfonodi di tipo reattivo rispettivamente di circa 10-12 cm e di circa 1 cm. ;

EMOCROMO :
WBC 4,96 K/ul ( 4,60 – 10,2)
MONO .867 17,5 %M ( 0,00 - .900 0,00 – 12,0 % M)
RBC 3,62 M/ul ( 4,50 – 6,00) HGB 11,7 g/dl ( 12,00- 16,0)
HCT 32,6 % ( 38,0 – 54,0) MCH 32,2 % ( 27,0 – 32,0)
RDW 15,0 % ( 11,6 – 14,8) PLT 265 K/ul ( 142 – 424)
Conteggio Reticolociti : RBC 3,88 M/ul

Striscio Sangue Periferico :
N % 62, E % 1, B % -, L % 26, M % 11 ;

TIPIZZAZIONE LINFOCITARIA :
Linfociti CD16/56+CD3 % 8 V.N. < 7 (del 12.6.08) ,
% 14 (del 27.6.08)
CD25 FITC “ 28 mmc 377 del 12.6.08
% 26, mmc 399(del 27.6.08)
Note : Incremento delle cellule CD25+ e ora (27.6.08) anche delle cellule CD 3 + CD16/56

Uricemia 2,7 mg/dl (3,5 -7,2); Sodiemia 135 mEq/l (136-145); Cloremia 97 mEq/l )98-107); Vitamina B12 810 pg/ml (100-700);
Folati 19,3 ng/ml(3-16); Transferrina 198 mg/dl (202-364)
VES I° ora 17 (1-10); Es.Urine Peso specifico 1.008 (1,015-1,025)
In ansiosa attesa della Vs gradita ringrazio anticipatatamente e porgo i miei distinti saluti

[#7]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,

volevo solo sapere se con la tipizzazione è stato rilevato il valore dei CD4 e CD8 e il loro rapporto. Per il resto , salvo qualche linfonodo reattivo, ed un lieve incremento della VES, non vi sono altre alterazioni e su queste basi non si può certo parlare di problematiche di leucemia. Ne parli con il suo medico
Un saluto

A. Baraldi

[#8] dopo  
Utente 488XXX

Gent.mo dott. Baraldi
La ringrazio vivamente della sua cortese e sollecita risposta e le chiarisco che in effetti i dati che mi chiede sono stati rilevati ma non li ho riportati perchè nella norma, comunque li trascrivo
CD 4 % 48 V.N. 46,1 +- 9,3 , mmc 646 V.N. 1072+- 151;
Ratio CD4/CD8 1,5 V.N. 1,6+-0,2; Poi vedo un CD3-CD8 % 6 senza indicazione nè di V.N. nè di mmc.Poi il CD8 lo vedo associato al CD3 e al T CD3(entrambi normali).
Le chiedo ancora un'ultima cortesia. Quindi secondo lei un incremento delle cellule CD3+CD16/56 e soprattutto dei CD25 oltre a una diminuzione dei RBC, HGB, HCT e un aumento dei monociti e in presenza di febbre ( 371/2 - 38-1) da febbraio c.a. mi dovrebbero lasciare tranquillo anche se bene non sto: infatti sono dimagrito di 3 kg, sono pallido -a detta degli altri-, debole, sempre stanco, con dolori sotto le ascelle e all'interno della braccia in prossimità delle stesse ascelle? Vuol essere così gentile da regalarmi ancora un suo graditissimo e prezioso parere? La ringrazio ancora e le porgo i miei distinti saluti



[#9]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Io ritengo che la sua sintomatologia in relazione a quelli che sono i valori di emocromo dove il numero dei bianchi è normale e non si riscontrano blasti e/o granulociti immaturi non possa far pemsare ad una leucemia

Detto questo ritengo che, in relazione a febbre, stanchezza ed altri sintomi che lei riferisce insieme a dei valori di rossi ed emoglobina un poco bassi si può configurare uno stato anemico non molto marcato ma che và approfondito.

In conclusione io farei una visita infettivologica ed ematologica per una approfondita analisi, ma senza che si allarmi. Questa stanchezza può essere in relazione all'anemia .

Un'altra cosa che và seguita con particolare attenzione è il tumore prostatico e qui necessita che l'urologo che la segue le dia indicazioni in merito
Un saluto

A. Baraldi

[#10] dopo  
Utente 488XXX

Gent.mo dott. Baraldi
La ringrazio di vero cuore per la sua sollecita graditissima risposta.
Devo, quindi, precisare che ho fatto anche diversi esami di infettivologia tipo Anca, Ana, Ama, Ena poi Epatite B e C, Ant. Anti-Chlamidia trachomatis IgG e A, Anticorpi anti-citomegalovirus,Ebna, Vca.. Anticorpi anti-helicobacter pylori ecc. e risultano solo infezioni pregresse, cioè quelle G, poi ecoaddome completo, RM epatospecifica oltre a tutti gli altri esami di sangue di routine, e tutti son risultati negativi, ecco perchè non li ho trascritti.
Per quanto riguarda il K prostatico sto facendo da metà maggio la O.T.e dal 1° settembre, se non sorgono problemi con il "sangue", farò 28 sedute di tomoterapia.Ho già, prenotato, giusta anche il suo consiglio, una visita ematologica e farò, eventualmente, anche il prelievo del midollo osseo.Con la speranza di poter contare sempre sulla sua disponibile professionalità la ringrazio ancora e la saluto cordialmente.

[#11]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Io credo, mi permetta, che si debba concentrare sul problema prostatico, che è la cosa importante
Un saluto

A. Baraldi

[#12] dopo  
Utente 488XXX


Gent.mo dott. Baraldi
per quanto riguarda il suo consiglio di concentrarmi sul prolema prostatico deevo dirle che durante gli accertamenti per la "febbre" ho fatto anche il (13.06.08) prelievo per il PSA III gen ( 0,866 ng/ml valore di riferimento 0-4; e il PSA Free% (10 % Valore di riferimento >15). Qualche tempo prima avevo fatto la TC pelvi-addome, la Rm pelvi e quella epatospecifica che hanno confermato il referto della biopsia (K bilobi: periferia sin e apice ds). In seguito a questi ultimi esami l'urologo ha ritenuto di farmi fare l'O.T. neoadiuvante e propedeutica alla tomoterapia essendo appunto il K non esteso ma ancora nella capsula.Sono, quindi, in attesa di fare a settembre la tomoterapia, sempre, come le ho detto, se non sorgono problemi dal lato "sangue".Quanto sopra per fornirle ulteriori informazioni sul mio "iter diagnostico". La ringrazio sempre di vero cuore per la sua disponibilità e mi è gradito porgerle i miei distinti saluti.





[#13] dopo  
Utente 488XXX

Gent.mo dott. Alongi
da un amico ho sentito parlare del cyberknife. Il mio radioterapista mi ha già fissato l'appuntamento per settembre per le 28 sedute di tomoterapia. Pare, invece, che col cyberknife il trattamento duri al massimo una settimana e sia ancora più mirato e preciso, con risparmio degli organi viciniori sani.Qual'è il suo parere in proprosito? E' un trattamento valido? Più della tomo? Dove si potrebbe fare? E nel mio caso sarebbe indicato ed efficace?
In attesa della sua sempre gradita risposta la ringrazio e le porgo i miei distinti saluti.

[#14] dopo  
Utente 488XXX

Gent.mo dott. Alongi
Le chiedo di dedicarmi un pochino del suo tempo e farmi sapere il suo gradito parere sui seguenti due esami fattirecentemente
ASPIRATO MIDOLLARE : Quesito clinico : HCL :
Linea lifocitaria : Linfociti : 25,5% del totale di MNC
CD2 78%, CD19 11,35%, CD20 21,2%, CD23 6,8%, CD19/CD10=2%, CD5/CD19= 0,9%, CD22= 13,7%.Non riporto i valori degli altri CD perchè non scritti, quindi dovrebbero essere zero o assenti.
Linea Mielomonocitaria : Monociti:13% del totale di MNC; Granu-lociti : 55,8% del totale di MNC
Markers relativi al quesito clinico per studio malattia minima residua (: HCL ):
Analisi sulla popolazione CD19+:CD103=1%, CD11c= 3,8%, CD25 = 1,7%.
Conclusioni : apparente non infiltrato B linfocitario.

ESAME MORFOLOGICO ASPIRATO MIDOLLARE : Sospetto clinico : Sospetta Hairy cell leucemia :
Cellularità : modica riduzione della cellularità.
Serie Mieloide 50%; Serie Ertride 35%; Serie Linfoide 12%; Blasti 0%; Plasmacellule 3%; Megacariociti normali.
Conclusioni : Non evidenza di infiltrato linfoide patologico nel campione in esame.
Tenuto conto anche di tutti gli esami precedenti cosa si potrebbe concludere? trattasi solo di anemia o di altro e quale potrebbe esserne la causa? Resto in ansiosa attesa della sempre sua gradita risposta e la ringrazio di vero cuore.

[#15]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,

per avere una risposta dal Dr. Alongi deve postare queste sue domande non in questa sezione di Ematologia ma in quella di Radioterapia, dove il collega le risponderà; comunque, se posso permettermi e senza volere scavalcare il collega, per la sua seconda domanda gli esami non evidenziano infiltrato linfoide e quindi sono negativi, questo solo per sua tranquillità
Un saluto

A. Baraldi

[#16] dopo  
Utente 488XXX

Gent.mo dott. Baraldi
è tutta la notte che vi ho pensato, e in effetti mi sono ora accorto del gravissimo errore commesso, del che le chiedo immensamente scusa. deve capirmi : da febbraio non vivo e non sto bene tra febbre giornaliera, dimagrimento, pallore, spossatezza, K prostatico anemia o sospetta leucemia. La testa non mi funziona più bene. In effetti trattandosi di un problema di "sangue" era a lei che volevo rivolgermi, era il suo graditissimo parere che volevo conoscere. Chiedo scusa ancora per l'errore e spero che mi vorrà perdonare.
Per quanto rigurada la sua risposta devo dedurre che non si tratta di leucemia ma di anemia ? E' così ? Ha una spiegazione , una causa questa anemia? Si può curare e, se vuol essere così gentile da dirmi come. La ringrazio immensamente e le porgo i miei cordiali saluti.

[#17]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,

l'aspirato midollare non ha evidenziato infiltrato linfoide patologico, quindi il sospetto clinico di leucemia a cellule capellute ( HCL) non viene confermato. Mi sembra una buona notizia.
La lieve anemia sicuramente si può trattare ed il reparto di ematologia dove ha fatto questi esami le darà la terapia del caso; però, se posso permettermi, la cosa importantme, è il problema prostatico, perchè, riguardo il sangue, a parte questa anemia, non vedo altri problemi
Un saluto

A. Baraldi

[#18] dopo  
Utente 488XXX

Gent.mo dott. Baraldi
La ringrazio innanzi della sua cortesia e grande disponibilità.Le scrivo di nuovo perchè ho appena ricevuto, e glielo riporto immediatamente, il referto della biopsia osteomidollare che, francamente, non mi lascia per niente tranquillo anzi mi ha messo addosso una grande fobia.
DESCRIZIONE MACROSCOPICA : Agopsia di 2 cm (FS).
DESCRIZIONE MICROSPICA :
Prelievo midollare adeguato, con rapporto tra midollo empoietico e tessuto adiposo di 1:3 ( ipocellulato in relazione all'età del paziente).
Il rapporto mielo-eritroide è di 3:1.
La serie eritroide e mieloide sono decrementate e mostrano discreta quota dei precursori maturativi intermedi, con tendenza alla compartimentalizzazione.
La serie linfoide è nei limiti.
I megacariociti sono quantitativamente nei limiti e in parte rappresentati da forme di piccola taglia o ipolobate.
L'impregnazione argentica mostra lieve e focale rinforzo delle fibre reticoliniche.
Le lamelle ossee sono nei limiti.
DIAGNOSI :
Ipoplasia di grado lieve con lieve disematopoiesi, meritevole di confronto con i dati dell'aspirato e della citogenetica, biopsia osteomidollare:
MP (MP)
P1143 T0600 M75300
M09350
Non sono un esperto ma mi sembra di capire che c'è qualcosa che non va. Mi può dire cosa dice il referto? E cosa fare? In ansiosa attesa di una sua cortese e sollecita risposta La ringrazio e le porgo i miei sentiti saluti.

[#19]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Allora guardi è un midollo con un numero di cellule un po' più basso rispetto al normale,con una serie linfoide ( il sospetto clinico di HCL ) normale. Conclusioni: ipoplasia ( minore sviluppo ) di grado lieve con lieve disematopoiesi ( minore produzione cellulare ). Questa è la situazione. I dati dell'aspirato midollare non hanno evidenziato infiltrato linfoide patologico.

Ma la struttura di ematologia le avrà pur detto che non c'è leucemia. Io le consiglio di parlare soprattutto con loro anceh per decidere quale sarà la terapia per questa anemia
Un saluto

A. Baraldi

[#20] dopo  
Utente 488XXX

Gent.mo dott. Baraldi
La ringrazio veramente tanto di cuore per la sua cortesia, professionalità nonchè per la sollecitudine nel rispondere alle domande di noi "impazienti". Le sono molto grato e un ringraziamento và anche al sito che ospita simili professionisti. Rinnovo i miei sentiti ringraziamenti e le porgo i miei cordiali saluti.