Utente 319XXX
Buongiorno,

scrivo nella sezione di ematologia perchè la mia domanda, pur essendo diretta alla ricerca di una gravidanza, riguarda un "problema" di sangue :-)

Premessa: ormai 35 anni, alle spalle 5 tentativi di pma, marcata OAT del marito (unica causa accertata ad oggi).

Tra gli infiniti esami fatti in questi anni annovero anche il "pannello della trombofilia", tutto ok tranne presenza in omozigosi della mutazione A1298C nel gene mthfr (mutazione C677T assente). Omocisteina ok (ma dosata una sola volta nella vita!).

Nei vari cicli di pma mi hanno prescritto inizialmente aspirinetta poi eparina.

La mia domanda riguarda la tipologia dell'acido folico da assumere.

Ho letto che, per taluni casi, in particolar modo per chi presenta mutazioni del gene mthfr è consigliabile assumere prefolic perchè, l'acido folico "classico", proprio a causa della mutazione potrebbe non essere assorbito nella maniera corretta e, di fatto, risultare inutile.

Accertato ormai, dopo 5 negativi, che di certo il tipo di acido folico che prendo non è quello che fa la differenza, ma intenzionata a fare "tutto il possibile" per ottenere un positivo, domando: nel mio caso specifico, vista la mutazione di cui sopra, non sarebbe meglio assumere prefolic? (i vari gine a cui ho chiesto mi hanno sempre detto di no e non so più cosa pensare).

Nel caso quale sarebbe la posologia consigliata? A forza di convertire mcg, mg, g & Co comincio ad avere le visioni e, d'altro canto, non vorrei combinare pasticci prendendo un dosaggio errato.

Ringrazio sin d'ora per il gentile parere.

A.

[#1] dopo  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Concordo con quanto le hanno già detto i colleghi; l'importante è l'assunzione di ac folico al di là del tipo; questo , comunque, viene assorbito al di là delle mutazioni
Un saluto

A. Baraldi