Utente 626XXX
Salve,
Sono uomo, 42 anni, 54kg, non fumatore, ipoteso, 110/65
Ho eseguito come faccio ogni anno gli esami del sangue completi di routine, li avevo fatti ad aprile e come sempre erano tutti perfetti tranne il solito colesterolo a 250..(anche se non mangio fritti, schifezze, vado in palestra ecc trigliceridi e il resto ok) devo intraprendere una cura?..
Oggi ho ritirato gli esiti, (premetto che li ho fatti prima di far passare un'anno perché da dicembre continuo a contrarre raffreddori, dolorini alla gola, naso chiuso,un'afta sulla guancia interna, spossatezza,faccio fatica a debellare il raffreddore). Sono tutti nella norma, tranne il col.tot a 250, hdl 53 ma sopratutto mi sono spaventato per il valore della PCR a 1.06 mg/dl con un massimo di 0.80 ( la scorsa volta era 0.04).
É un valore molto elevato dela pcr?, può essere dovuto al semplice raffreddore?, devo fare ulteriori esami diagnostici?..
Ho letto che valori anche leggermente superiori possono provacare seri problemi al cuore, oltre a essere sintomo di gravissime malattie o infiammazioni..secondo il suo parere è un valore tanto da far pensare a cose "serie" o per quei casi i valori sono di ben lunga più elevati?..
Qlc mese fá ho eseguito un ecd dal cariologo é tutto perfetto tranne qualche extrasistole che purtroppo mi vengono appena mi stresso..
Ieri dopo un orgasmo , per 2 ore mi sono sentito spossatissimo, con la testa che mi girava, inappetente e piuttosto pallido.. mi sono spaventato parecchio..La pressione era perfetta, avevo i battiti però sui 90/100 , dopo aver mangiato dello zucchero mi sono ripreso, ho fatto gli esami anche per questo.. ma il glucosio é a 93 e il ferro a 108, a cosa può essere dovuto?..
Con queste specie di virus che prendo mangio anche meno, tra raffreddorini, afte , bruciorini alla gola, ansie varie ho perso 3/4 kg.. Insomma NON mi sento in forma come al solito, ora temo anche di avere altri rapporti per la paura di collassare...
La ringrazio moltissimo , mi scuso per la lungaggine, quel che mi preme di piú è il valore della pcr.. Confido in una sua risposta esaustiva
Saluti, ancora grazie

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Utente,
intanto si rallegri per la sua ipotensione: è statisticamente provato che i soggetti che abbiano la pressione "bassa" sono meno esposti ad accidenti cardio e cerebrovascolari e in media vivono più a lungo.
Il valore del suo colesterolo non lo considererei una fonte di angoscia: il valore di 250 mg/dl nonostante la sua dieta salutistica, la sua attività fisica, insomma la sua vita sana) dipende da una produzione epatica endogena geneticamente determinata. Lei non ha altri fattori di rischio, ha un buon valore di colesterolo HDL, in quanto alla necessità di iniziare una terapia con statine si consulti con il suo medico di fiducia, che la conosce molto meglio di me, e ne valuti l'opportunità.
Le do un consiglio: quando decide di eseguire il prelievo ematico per il controllo del colesterolo e dei trigliceridi, osservi un digiuno di almeno 13 ore, per avere valori attendibili. Possibilmente presso un centro universitario per lo studio dei lipidi, dove potrà usufruire anche di altri esami intesi a valutare il suo rischio vascolare, che per me resta comunque basso.
Tenga conto che la soglia di "sicurezza" per la colesterolemia è stata innalzata da <200 mg/dl a 220mg/dl e a 240mg/dl dopo i 50 anni!
In quanto alla sintomatologia flogistica che interessa l'anello di Waldeyer dallo scorso dicembre, con riacutizzazioni periodiche di faringotonsilliti, adenoiditi, riniti può trattarsi di una forma che non ben curata all'inizio si è cronicizzata.
Anche in questo caso ho pochi elementi per poter essere un buon clinico e la invito a consultarsi con il suo curante.Un tampone faringeo e nasale per la ricerca di germi comuni, Mycoplasma spp, Chlamydia spp, sarebbe sicuramente utile se eseguito presso centri dove la microbiologia si fa davvero (un istituto di Igiene o Microbiologia Universitario offre senz'altro maggiori garanzie di Laboratori privati "blasonati", secondo il mio personale parere).
Non ho capito se l'afta che le è comparsa sulla guancia sia una lesione che ha da poco tempo (il tempo medio di guarigione delle ulcere aftose è di circa 10 giorni) o da un mese: sarebbe importante saperlo.
E veniamo alla PCR che tanto la angoscia: si tratta di un indicatore di infiammazione aspecifico che si innalza prima di tutti gli altri ed è molto sensibile a qualsivoglia processo flogistico: il motivo per cui la sua PCR è fuori range è legato allo stato infiammatorio della sua gola e tornerà nella norma con la risoluzione del medesimo.
Forse lei ha fatto confusione con la Proteina C reattiva ad alta sensibilità -HS-CRP- che viene valutata insieme ad altri fattori di rischio cardiovascolare. Anche per la HS-CRP non c'è consenso unanime nella comunità scientifica internazionale essendo spesso più usata per vantare la superiorità di una statina (farmaco che abbassa il colesterolo) rispetto ad un'altra.
Perciò stia tranquillo, curi la sua flogosi cronica, faccia tornare la "banale" PRC a valori fisiologici e poi se vorrà potrà dosare, con il placet del suo medico, anche la HS-PRC. Esame anch'esso da far eseguire in centri qualificati. Vedrà che sarà tutto nella norma.
Io ho la sensazione che lei stia entrando in un circuito di ansia e non vorrei azzardare l'ipotesi che il malessere post coitale sia stato un attacco di panico. Spezzi questo circolo vizioso perchè finirebbe per turbare profondamente la sua esistenza. Continui pure ad avere normali rapporti con la frequenza con cui li ha sempre avuti e non tema: non collasserà!
Lei in fondo ha fatto già una pletora di esami e visite e tranne la faringite cronica e il malessere che questa porta con se io, a distanza credo che lei soffra soprattutto di una sindrome ansiosa.
Se ha perso tre o quattro Kg perchè ha mangiato meno, per le afte, la disfagia e l'ansia, che le toglie l'appetito, tutto quadra non le pare?
Stia tranquillo non morirà facendo l'amore e la sua PCR non è che un indice di infiammazione. Credo che lei raggiungerà la soglia dei 90 anni in perfetta salute fisica.
Mi sono dilungato anche io: sono un clinico vecchio stampo e ritengo che il paziente non sia una macchina da smontare e rimontare. Ribadendo: per quello che può valere un consulto a distanza.
Se ha ancora dubbi non esiti a chiedere: nei limiti delle mie possibilità e delle mie conoscenze la aiuterò volentieri.
Buonanotte.