Utente 897XXX
Buongiorno.
Mia mamma ha 60 anni e ha effettuato delle analisi perchè dice si sentiva poco bene. Premetto che lei è sempre stata anemica e che i valori gamma erano stati sempre un pò alterati ma, secondo il dottore, nulla di preoccupante. Ora invece il dottore è voluto andare a fondo e gli ha prescitto delle analisi per vedere i valori delle catene leggere che riporto qui di seguito:
catene leggere kappa 1430 (valori di rif. 629-1350)
catene leggere lambda 910 (valori di rif. 313-723)
Immunoelettroforesi ematica: forte addensamento in zona G/Kappa.

Lei già si stà allarmando dicendo che ha un brutto male.
Mi potete spiegare la situazione? A cosa si va incontro?
Grazie

[#1]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Innanzitutto diciamo che in termini medici un addensamento è diverso da un picco, poichè al tracciato elettroforetico il primo risulta molto più sfumato e questo non è caratteristico del , per esempio, mieloma dove , invece, si parla di picco. Và fatta una visita ematologica per valutare questo sospetto di malattia da catene leggere k eventualmente facendo anche un esame di immunoprecipitazione con antisieri monoclonali. Ne parli con il suo ematologo
Un saluto

A. Baraldi

[#2] dopo  
Utente 897XXX

La ringrazio per la risposta... ma la malattia da catene leggere K cos'è?
Lei proprio oggi va a fare una vista ematologica.
Grazie per la disponibilità

[#3]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
E' una produzione anomala monoclonale di un componente delle immunoglobuline; questo , però, è solo un sospetto che deve essere valutato ed , eventualmente, confermato dalla visita ed esami ematologici
Un saluto

A. Baraldi