Utente 900XXX
gentili dottori,
desidererei porvi la seguente domanda: i linfonodi sottomandibolari possono rimanere palpabili e aumentati di volume a fronte di tonsilliti avute da piccolo? Ho 35 anni e da circa 15 anni non ho più avuto delle tonsilliti 'evidenti', cioè con febbre alte e placche in gola. Le tonsille sono rimaste ipertrofiche pur dimunuendo progressivamente di volume, però da anni mi sembra di avere i linfonodi sottomandibolari un pò grossi (rilevabili alla palpazione). Aggiungo che la tonsilla dx è rimasta + grande di quella sx e che anche il linfonodo dx è + grande di quello sx(non so se vi sia un'anologia). Non ho mai fatto caso a tale fenomeno che, ripeto, ho tendenzialmente invariato da anni, però ho incominciato a domandarmi se fosse cmq una cosa 'normale' oppure no e leggendo su internet mi sono un pò spaventato per le possibili 'cause' che potrebbero determinare tale fenomeno.
Gradirei un vostro parere.
grazie 1000

[#1]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Il problema linfonodi è stato affrontato molte volte in questa sede e ci sono tantissime risposte nel merito. Vede un ingrossamento linfonodale può avvenire per moltissime cause ed anche problemi di natura odontoiatrica possono portare a questo, oltre a tonsilliti ecc. Questo non deve assolutamente allarmare. Il discorso delle tonsille deve essere valutato da un otorino che deciderà il da farsi. Un'ultimo consiglio : lasci stare internet e magari legga ,invece, quanto su questo argomento è stato scritto in questo sito
Un saluto

A. Baraldi

[#2] dopo  
Utente 900XXX

Gentile Dott. Baraldi,
la ringrazio per la cortese risposta. Per completezza vorrei specificare che non ho mai avuto problemi di natura odontoiatrica ne da piccolo e neppure da adulto (ad esempio i 4 denti del giudizio sono usciti da tempo e senza nessun problema). Le tonsille viste dal mio medico curante sembrano 'normali' a livello di struttura e colore e senza placche, soltanto un pò grosse rispetto a quello che dovrebbe essere considerata la mia età, (soprattutto la dx). Il dubbio che non riesco a chiarire anche leggendo su questo utile sito è se un'ipertrofia simmetrica dei linfonodi (o delle ghiandole, non saprei distinguere) sottomandibolari è 'compatibile' con fenomeni pregressi e ormai guariti di tonsillite e/o altre malattie infettive (ho avuto la varicella a 20 anni per esempio), oppure se sempre e comunque una spia di qualche patologia in atto non ancora risolta e quindi richiede indagini cliniche.
la ringrazio per la disponibilità e mi scuso se sono stato troppo prolisso!
cordialmente

[#3]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Lei dice: "da anni mi sembra di avere i linfonodi sottomandibolari un pò grossi (rilevabili alla palpazione)". Può tranquillamente essere solo una sua sensazione. Li faccia palpare dal suo medico per una valutazione precisa; per il resto non pensi a cose che non esistono e riguardo le tonsille anch'esse, quando infimmate, possono fare ingrandire i linfonodi vicini
Un saluto

A. Baraldi