Utente 328XXX
Salve,
mio figlio è affetto da favismo, deficit che ha ereditato da mia moglie.
Per quanto concerne i farmaci, abbiamo la nostra lista sempre al seguito su quelli da evitare.
Il mio problema è sull'alimentazione.
Inizialmente sapevo che non dovevano assolutamente assumere FAVE e PISELLI.
Ma da una ricerca ho appreso che bisogna evitare anche alimenti che contengono corteccia di china (come aranciate), bicloridrato di chinina (come l'acqua brillante Recoaro), cloridrato di chinino (come l'acqua tonica).
Altre fonti, non confermate, mi hanno assicurato che bisogna evitare anche le LENTICCHIE e SOIA.
Finora per avere una dieta ricca di ferro loro avevano fatto scorpacciate di lenticchie, ma adesso non so se hanno fatto bene o sbagliato.
Ho cercato su internet, inclusi i siti specifici per il favismo, ma non ho trovato nulla.

Vorrei sapere se possono continuare a mangiare lenticchie e soia, nonché se è reperibile una guida per una dieta per il favismo.

Grazie anticipatamente

Aurelio

[#1]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Sarebbe meglio evitare legumi in genere, alimenti a base di china e derivati; comunque sul sito dell'associazione italiana favismo può trovare tutti i farmaci e gli alimenti controindicati.
Un saluto

A. Baraldi