Utente 118XXX
Buon Giorno.
Sono il padre di un bambino di 13 mesi.
Il mese scorso è stato ricoverato con un valore di emoglobina 2
Subito tre trasfusioni per stabilizzarlo.
Poi sono iniziate le ricerche della causa.
Siamo andati a Monza a prelevare il midollo.
Ma per fortuna l'esito era negativo per la leucemia.
Si è pensato ad un virus ma il test per il parvo virus era negativo.
Adesso ogni 3 settimane serve una trasfusione per alzargli il valore dell'emoglobina. Anche se il prossimo esame deve essere fatto distante dalla trasfusione per non essere inquinato dall'ultima donazione.
Vogliono vedere se si tratta di qualche malattia auto immune.
Nel frattempo il bambino a vederlo sta benissimo grande appetito e cresce bene.
Potrebbe essere anche un altro virus? Cosa potrebbe abbassare cosi tanto il suo valore di emoglobina? Dopo la trasfusione il valore sale bene. Se avete bisogno di altre info più dettagliate non c'è problema. Grazie

[#1]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
E' sicuro del valore di emoglobina 2 g/dL ? Poichè un valore del genere è incompatibile con la vita. Con tre trasfusioni dovrebbe essere arrivato a circa 5.6, calcolando 1.2 g a trasfusione. Detto ciò è evidentemente una situazione da valutarsi approfonditamente. Le ipotesi diagnostiche possono essere molte ivi comprese forme virali. Di più , su queste basi, non è possibile dire. Ci tenga informati sugli sviluppi ulteriori
Un saluto

A. Baraldi

[#2] dopo  
Utente 118XXX

ringraziandola per òla sua gentile risposta le invio queste ulteriori info:
purtroppo l'emoglobina era a fine aprile 2,1 mcv 122 fl
piastrine 94 leucociti pressochè normali
dopo gli accertamenti effettuati si e rilevato:
-anemia macrocitica e piastrinopenia con leucociti normali
-discreto incremento della ferritina
-negativita dell'indice di emolisi
assenza di emoglobine patologiche all'elettroforesi dell'emoglobina cpn livelli incrementati dll'emoglobina fetale
-assenza di sangue occulto nelle feci
-parvovirus b19 neg
-normalita negli esami ematochimici e nella coagulazione
aspirato midollare:
assenza di atipie o elementi parassitari serie mieloide discretamente rappresentanta ipoplasia della serie eritroide megacariotici normorappresentati con figure di campeggiamento
quota istiocitomacrofaciga aumentata
assenza di monosomia del cromosoma 7 o di aneuploidie del cromosoma 7 e 8 all'analisi citogenetica

dopo 4 trasfusioni l'ultima di 1 u grc 90 ml
il valore era risalito a 9.4
dopo 2 settimane ridisceso a 7.8

il bambino mangia volentieri, e vivace e reattivo

il programma dei medici a breve prevede accertamenti per altri tipi di anemie e controllare il funzionamento del sistema immunitario in un secondo momento un altro aspirato midollare

se ha qualche suggerimento in merito...
cordiali saluti

[#3]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Mi scusi se mi permetto di insistere ma quel valore di 2.1 non era per caso riferito ai globuli rossi , cosa diversa dall'emoglobina ?
Un saluto

A. Baraldi

[#4] dopo  
Utente 118XXX

Buona Sera.
No purtroppo emoglobina 2.1 g/dl
Globuli rossi 0.50
ematocrito 6,1 %
Piastrine 94
Questo il 29.04.09



Esami di lunedi scorso 15.06.09

reticolociti 0.9 x 100 g.r.
globuli rossi 2.36
emoglobina 7.8
ematocrito 23.3 %
mcv 99 mch 32.8 mchc 33.3 rdw 13.9
leucociti 6.1 %
neutrofili 17.1%
eosinofili 0.8%
basofili 0.9%
linfociti 77.3%
monociti 3.9%
neutrofili 1.04
eosinofili 0.05
linfociti 4.72
monociti 0.24
piastine 95
mpv 8.1
pct 0.08
pdw 14.5


La ringrazio per il suo prezioso tempo.
Se ha qualsiasi domanda non esiti a farmela.
Grazie.

[#5]  
Dr. Arduino Baraldi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Guardi così a distanza posso soltanto dire che deve essere fatta una valutazione completa della situazione presso un centro ematologico, anche riguardo ad eventuali intolleranze alimentari ( celiachia ) ed è giusto il percorso diagnostico prospettato dai medici
Un saluto

A. Baraldi