Attivo dal 2010 al 2010
Mi potete interpretare questi risultati?

CALCIO TOTALE SIERICO 9.4 MG/100ML [8.1 - 10.4]
FOSFATI INORGANICI SIERICI 2.6 MG/100ML [3.0 - 4.5]
MAGNESIO 2.26 MG/1OOML [1.50 - 2.50]
SODIO 143 mEq/L [135 - 148]
POTASSIO 3.99 mEq/L [3.80 - 5.00]
ALP (FOSFATASI ALCALINA) 94 UI/L [53 - 128]
CALCIO IONIZZATO SIERICO 4.3 MG/100ML [4.5 - 5.3]

CALCIO URINE/24H 307 GR [100 - 400]
FOSFATI URINE/24H 0.96 GR [0.3 - 1.3]

PARATORMONE INTATTO 64.00 PG/ML [12.00 - 72.00]

Conclusioni: livelli di Fosfati sierici e Calcio Ionizzato < al minimo dei parametri.
Vorrei un commento sulle possibili cause.

Esami eseguiti per accertare cause di Ipofosfatemia in occasione di un esame routinario.
SINTOMI: Facile astenia ed affaticabilità.

Grazie in anticipo e Buon Lavoro.

[#1]  
Dr. Marco Federico Manzoni

24% attività
4% attualità
12% socialità
BERGAMO (BG)
MILANO (MI)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Credo che la prima cosa da fare sia il dosaggio dell vitamina D. La vitamina D, infatti regola l'assorbimento intestinale di calcio e fosforo e potrebbe essere responsabile dei valori di ipofosfatemia e ipocalcemia ionica.

Cordiali saluti
Dr. Marco F. Manzoni
Spec. in Endocrinologia
Coordinatore Area Endocrinologia Oncologica
IRCCS S. Raffaele

[#2] dopo  
Attivo dal 2010 al 2010
Gentilissimo Dr. Manzoni.
Ho ritirato ieri il risultato della Vitamina D3 che ho dovuto attendere per quasi 15 giorni.
Credevo non arrivasse più e quindi non le avevo dato neppure importanza.

25-OH VITAMINA D3 137 ng./ml
[valori riferimento: 10 - 100 / Ottimale 30 - 100].

Siccome questo problema dei fosfati bassi è già da molto tempo che è stato diagnosticato in altri prelievi (non quello dei risultati riferiti in questo consulto), il mio curante mi aveva consigliato di prendere il Dibase in gocce pur senza che fosse stata dosata la vitamina d3, ma lo ho assunto solo poche volte.

Tuttavia avevo 2 di fosfati e adesso ho 2,60.

GRAZIE

[#3]  
Dr. Marco Federico Manzoni

24% attività
4% attualità
12% socialità
BERGAMO (BG)
MILANO (MI)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Mi pare che addirittura la vitamina D sia in eccesso... Bisognerebbe provare a dosare (ma non è facile trovare il laboratorio che lo fa) la vitamina D 1-25 (OH)2 (la forma attiva di vitamina D, quella di-idrossilata). Inoltre, bisognerebbe conoscere anche i dati di funzione renale; una insufficienza renale, anche modesta, infatti, potrebbe stare alla base di tale problema.


Cordiali saluti
Dr. Marco F. Manzoni
Spec. in Endocrinologia
Coordinatore Area Endocrinologia Oncologica
IRCCS S. Raffaele