Utente 520XXX
Salve Dottore, sono una ragazza di 21 anni; per colpa di una problema di irsutismo mi sono rivolta ad un endocrinologo che mi ha prescritto una terapia farmacologica. Prendo l'eutirox da 50 per l'ipotiroidismo, la yasmin,l'aldactone e il glucophage per l'insulino-resistenza. Ed è proprio quest'ultimo che mi ha dato tanti problemi. Ho preso il glucophage da 1000 per una settimana 1/2 pasticca al giorno dopo cena,poi per 3 giorni l'ho preso 2 volte al dì (1/2 dopo pranzo e 1/2 dopo cena). Dopo 4 giorni dall'inizio della terapia ho iniziato a sentirmi male con nausea forte, a volte vomito, aerofagia, diarrea,spasmi allo stomaco e all'addome. Dopo circa 10 giorni dall'inizio della terapia ho sospeso il gluciphage sotto consiglio del mio medico di base. Nonostante la sospensione di questo farmaco i fastidi sono continuati, tanto che il mio medico mi ha prescritto una terapia farmacologica per la gastrite avendo effettivamente riscontrato un'irritazione allo stomaco. Vorrei precisare che il mio endocrinologo mi aveva consigliato di sospendere il glucophage solo per 2 giorni per poi riprenderlo, ma stando male il mio medico mi ha consigliato di non ricominciare a prenderlo. Vorrei precisare anche che sono in sovrappeso, ma finora anche grazie a una dieta data dall'endocrinologo ho perso diversi chilo senza problemi. Sono sincera: se l'endocrinologo mi proporrà di nuovo di prendere il glucophage (o comunque qualsiasi farmaco con metformina) io non sono intenzionata a riprenderlo. Le chiedo dunque: c'è una cura alternativa per l'insulino-resistenza che non preveda l'uso di metformina? La mia dieta prevede il consumo di carboidrati ogni giorno, ma il mio medico, vista la sospensione del glucophage, mi ha consigliato di diminuire il consumo di carboidrati, lei che ne pensa?C'è la possibilità che con la perdita di peso e l'attività fisica il valore dell'insulino-resistenza possa migliorare senza l'uso di farmaci? La ringrazio in anticipo per l'attenzione, se vuole può rispondermi a questo indirizzo e-mail trinity_kappa@yahoo.it Distinti saluti Ambra

[#1]  
Dr. Decenzio Bonucchi

24% attività
4% attualità
12% socialità
CARPI (MO)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile signora,
oltre al calo peso, il farmaco uitlizzabile per l'insulino-resistenza è il pioglitazone, ma non sono a conoscenza di un suo utilizzo nella sindrome dell'ovaio policistico, dove in effetti la metformina e gli estro-progestinici anti-androgeni trovano una netta indicazione. Chieda il parere specifico del suo endocrinologo.
Saluti, D. Bonucchi
Decenzio Bonucchi, Nefrologo
Carpi