Utente 323XXX
Buonasera. Un anno fa mi è stato diagnosticato un nodo tiroideo di circa 8mm, mi è stato detto di non preoccuparmi, data la mia giovane età e l'alta incidenza nella mia zona (montagna); di conseguenza, gli accertamenti sono stati eseguiti molto lentamente. Ho eseguito una nuova ecografia a gennaio, le dimensioni del nodulo non sono aumentate, ma mi è stato consigliato un ago aspirato. Dopo il prelievo non è stato possibile avere delle risposte, dato che il materiale prelevato non era sufficiente. Avendo appreso i rischi di un nodulo singolo, solido, ipoecogeno e con microcalcificazioni e aspettando di ripetere l'ago aspirato, vorrei sapere, in caso di malignità, quali sono le possibilità di guarigione. Grazie e buona giornata

[#1] dopo  
Dr.ssa Alessia Sagazio

28% attività
0% attualità
12% socialità
CIVITANOVA MARCHE (MC)
SAN BENEDETTO DEL TRONTO (AP)
ROSETO DEGLI ABRUZZI (TE)
ANCONA (AN)
PESCARA (PE)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2014
Prenota una visita specialistica
Gentile utente i tumori maligni della tiroide rappresentano solo il 5% dei casi. La terapia è chirurgica e dopo l' eventuale conferma istologica si sottopone il paziente a radioiodio terapia per" pulire" il letto tiroideo. In base allo stadio si sottopone poi il paziente a follow up (peridoci controlli ematici e strumentali). Per fortuna i k tiroidei metastatizzano raramente e spesso in regioni laterocervicali. Un solo raro tipo di k tiroideo è aggressivo ed e l anaplastico. Il mio consiglio è di ripetere quanto prima l agoaspirato vista la giovane età ma con serenità. Saluti
Dr. Alessia  Sagazio
Specialista in Endocrinologia e Malattie del Metabolismo
Pescara Teramo Ascoli Piceno Macerata Ancona

[#2] dopo  
Utente 323XXX

La ringrazio per la risposta tempestiva. L'ago aspirato lo ripeterò tra una settimana. La maggior parte dei medici che ho consultato mi hanno detto di non preoccuparmi, ma leggendo (so che l'autodiagnosi è sbagliata, ma volevo capirne di più) sono venuta a conoscenza di avere un rischio abbastanza elevato, considerando le caratteristiche del nodulo. A questo punto, cosciente del fatto che il mio problema sia stato a lungo sottovalutato, mi chiedo se con un nodulo di questo tipo ci siano davvero possibilità che si tratti di una forma benigno. Un'ultima domanda: il fatto che le dimensioni non siano aumentate nel corso di un anno può essere considerato un fattore positivo o irrilevante?

[#3] dopo  
Dr.ssa Alessia Sagazio

28% attività
0% attualità
12% socialità
CIVITANOVA MARCHE (MC)
SAN BENEDETTO DEL TRONTO (AP)
ROSETO DEGLI ABRUZZI (TE)
ANCONA (AN)
PESCARA (PE)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2014
assolutamente il non aumento volumetrico del nodulo è un buon segno. Ma le ripeto che con estrema serenità va ripetuto l agoaspirato.Ci tenga inforamti sull esito. Saluti
Dr. Alessia  Sagazio
Specialista in Endocrinologia e Malattie del Metabolismo
Pescara Teramo Ascoli Piceno Macerata Ancona