Utente 380XXX
Buonasera, mi chiamo Francesco e sono un ragazzo di 32 anni. Mi sono iscritto nel sito di Medicitalia in quanto volevo un vostro consulto.Spiego subito il mio problema, sperando che qualcuno mi risponda, poichè è una settimana iorni che stò vivendo molto male la cosa, al pensare che potrebbe essere veramente qualcosa di brutto. Purtroppo questo problema, è venuto anche a capitare con la nascita della mia prima bambina, che a giorni arriverà.
E' iniziato tutto 15 giorni fà circa, accusando un dolore quando starnutivo e sbadigliavo, sotto al poco d'Adamo. Toccando la parte dolente, ho notato che c'era la presenza di un nodulo molto duro e dolente al tatto. Sono andato da un medico endocrinologo e facendomi la radiografia con eco-doppler, mi ha da dato il seguente risultato:
"Ghiandola tiroidea ai limiti superiori con lobo dx più grande del controlaterale, disomogenea, con normale vascolarizzazione. Lobo destro con diametro antero-posteriore di 24,9 mm, con lobo occupato da nodulo iso-ipoecogeno, mal delimitabile probabilmente costituito da più noduli contigui, scarsamente vascolarizzato, di 29,4 X 17,7 mm.
Lobo sinistro con diametro antero-posteriore di 21,7 mm, costituito da più noduli isoecogeni continui, mal delimitabili, scarsamente vascolarizzati, rispettivamente di 12,6 X 6,9 mm, di 11,9 X 6,8 mm e di 12,1 X 7,3 mm.
Istmo di 2,8mm.
Trachea in asse.
Diversi linfonodi aumentati in sede latero-cervicale bilateralmente, soprattutto a dx, come per flogosi.
Ho eseguito anche l'ago aspirato, ma siccome avrò le risposte tra 7/8 giorni, volevo cercare di capire se la cosa era veramente preoccupante. Sia il medico che ha eseguito l'ecografia, che l'altro che mi ha fatto l'ago aspirato, mi hanno detto che sicuramente al 80% sarà un nodulo benigno. Però siccome ci sono fattori negativi, tipo la durezza, la mal delimitabilità, linfonodi aumentati (anche se sembrerebbero per un infiammazione), fanno pensare a qualcosa di peggio. Documentandomi su internet, ho visto che esistono 4 tipi, papillare, follicolare, midollare e anaplastico. Loro escludono al 99% che si tratti dell'anaplastico e midollare. Dicono che anche se fosse, sarà comunque curabile all 99%. Vi preo se qualcuno può aiutarmi nel capire meglio, sarò grado.
Grazie

[#1] dopo  
Dr.ssa Alessia Sagazio

28% attività
0% attualità
12% socialità
CIVITANOVA MARCHE (MC)
SAN BENEDETTO DEL TRONTO (AP)
ROSETO DEGLI ABRUZZI (TE)
ANCONA (AN)
PESCARA (PE)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2014
Prenota una visita specialistica
Gentile utente i noduli della tiroide son molto comuni e solo nel 6% circa dei casi si tratta di nodulo maligno. Tuttavia tumori malugni tiroidei si curano semplicemente con la chirurgia e un follow ecografico e clinico per alcuni anni con aspettativa di vita assolutamente a lungo termine. Ricordi di affidarsi ad un endocrinologo di fiducia che la possa seguire e consiliare. Conclurinlo screening con gli esami di funzionalità tiroidea e la calcitonina marker tumorale per tumore midollare della tiroide. Saluti
Dr. Alessia  Sagazio
Specialista in Endocrinologia e Malattie del Metabolismo
Pescara Teramo Ascoli Piceno Macerata Ancona

[#2] dopo  
Utente 380XXX

Buongiorno Dottoressa e grazie mille per la risposta. Ho eseguito le analisi e ritirato le risposte con seguente referto:
TSH (3° gen- WHOIRP80/558) (S) risultato: 0.004
CALCITONINA - CHT (S) risultato: 1.83
A.A. TIREGLOBULINA (S) risultato 16.71
A.A. PEROXIDASI TIROIDEA (S) risultato 5.42
C.E.A. ag Carcinoembr. (S) risultato 0.34
FREE T3/FRAZ.NE LIBERA (S) risultato 15.01
FREE T4/FRAZ.NE LIBERA (S) risultato (S) 32.5
Sono stato anche dal medico endocrinologo e mi ha detto, che sicuramente p un forte ipertiroidismo, ora vuole capire se si tratta di transitorio o permanente. Però la mia paura è sempre che fosse qualcosa di maligno!!! Lei con questi valori lo escluderebbe??

Grazie mille

[#3] dopo  
Dr.ssa Alessia Sagazio

28% attività
0% attualità
12% socialità
CIVITANOVA MARCHE (MC)
SAN BENEDETTO DEL TRONTO (AP)
ROSETO DEGLI ABRUZZI (TE)
ANCONA (AN)
PESCARA (PE)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2014
Gentile utente continuo a sottolineare che lei ha bisogno di un endocrinologo. Dagli esami è evidente che lei ha un ipertiroidismo in atto. Ora deve capirne la causa. Per far questo ha bisogno di dosare determinati anticorpi, effettuare una scintigrafia tiroidea ( perché i noduli tiroidei possono essere freddi o caldi. I noduli "caldi" causano ipertiroidismo ma sono quasi sempre noduli benigni) e soprattutto sottoporsi ad un esame clinico. Mi raccomando.
Dr. Alessia  Sagazio
Specialista in Endocrinologia e Malattie del Metabolismo
Pescara Teramo Ascoli Piceno Macerata Ancona

[#4] dopo  
Utente 380XXX

Buonasera Dottoressa,
mi scusi il ritardo, ma nel frattempo ho eseguito e avuto le risposte per l'agoaspirato. il referto è il seguente:
Tireociti in lembi con aspetti di iperplasia sul fondo si osserva materiale colloideo, materiale proteinaceo amorfo. Utile follow-up. Negativo per cellule neoplastiche (TIR 2 classificazione SIAPEC 2013 J Endocrinol Invest. 2014 Jun; 37 (6):593-9)

[#5] dopo  
Dr.ssa Alessia Sagazio

28% attività
0% attualità
12% socialità
CIVITANOVA MARCHE (MC)
SAN BENEDETTO DEL TRONTO (AP)
ROSETO DEGLI ABRUZZI (TE)
ANCONA (AN)
PESCARA (PE)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2014
L esito dell esame citologico è negativo per elementi di malignità ma è indicato comunque il follow-up (ecografico clinico e funzionale). Consideri che nell arco di 12 esito l esame citologico va ripetuto per conferma dell esito precedente. Saluti
Dr. Alessia  Sagazio
Specialista in Endocrinologia e Malattie del Metabolismo
Pescara Teramo Ascoli Piceno Macerata Ancona