Utente 169XXX
Gent.mi dottori,
Sono una signora di 57 anni. Circa 10 anni fa mi fu diagnosticata una tiroide autoimmune di hascimoto. Iniziai la cura eutirox 25, 5 anni fa mi fu aumentata a 50. Dalle diverse ecografie effettuate non si evidenziavano noduli, tranne che, tre anni fa ne comparve uno di circa 1 cm. , sul lobo dx. Sono stati effettuati due prelievi con ago aspirato (l'ultimo 15 giorni fa), ecco i risultati degli esami citologici: 1° esame, "aspetto di lesione macrofollicolare colloido-cistica. Tir 2". 2° es. "materiale ematico colloideo comprendente gruppo di tireociti iperplastici, formanti strutture follicolari misti a linfociti. Quadro compatibile con area di tiroidite in struma (C2)". L'endocrinologo mi dice che questo tipo di tiroidite, quasi sempre produce noduli tumorali, soprattutto, se il valore del TSH non è vicino allo zero; per questo motivo mi ha aumentata la compressa di eutirox a 75 microgrammi. Infatti, da più di 1 anno, i valori del TSH segnano : 0,089-0.040 e, l'ultimo di 15 giorni fa ha il valore 0,0133, molto al disotto del range previsto 0,40-4. Il laboratorio di analisi li segnala in rosso perchè risultano fuori dalla norma. Nonostante però, il TSH basso, l'ultima ecografia effettuata ha evidenziato sul lobo sn altra formazione solido ipoecogena di cm. 0,8x0,5x0,5 con patter vascolare periferico. A questo punto la mia domanda è: Come mai si è potuto formare un altro nodulo con il TSH così basso?. Anzi, secondo lo specialista, si sarebbe potuta verificare la possibilità che il nodulo di dx venisse ridotto, cosa che non è successa, al contrario, anche questo è aumentato seppur di poco, 2 mm.. Di recente, sottoponendomi ad una visita cardiologica, il cardiologo mi disse che secondo lui avere il TSH così basso voleva significare che la tiroide lavorava più del dovuto e talvolta potevo accusare dei tremolii e tachicardia. Per questo motivo nasce la mia seconda domanda. E' corretto avere il TSH così basso? Diminuendo la compressa di eutirox non rientrerebbe nella norma? I valori di FT3 ed FT4 sono nella norma; gli anticorpi elevati.
Un immenso GRAZIE a chi mi vorrà rispondere.

[#1] dopo  
Dr. Sergio Di Martino

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
TORRE DEL GRECO (NA)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2004
Alla Sua eta' la terapia con la Tiroxina, dovrebbe mirare solo alla eventuale sostituzione della funzione tiroidea se ridotta, questo perche' i dosaggi utilizzati per le nodularita' sono piu' alti, al fine di mantenere il TSH al di sotto dei valori minimi della norma, aspetto che in particolare nella post menopausa puo' favorire l'osteoporosi e potenzialmente determinare alterazioni del ritmo cardiaco.
Circa la comparsa e la crescita delle nodularita', questa puo' verificarsi anche indipendentemente dai valori del TSH, potendo dipendere anche da altri fattori.
Dr. Sergio Di Martino
Specialista in Endocrinologia
http://www.medicitalia.it/s.dimartino