Utente 101XXX
Buonasera,



ho 29 anni ed assieme a mio marito sto cercando un bimbo. Ho preso per molti anni la pillola anticoncezionale ed una volta sospesa ho avuto alcuni problemi con il ciclo. Per questo il mio ginecologo, dopo analisi e ecografia, mi ha diagnosticato la sindrome dell'ovaio micropolicistico (con cicli senza ovulazione). Ho letto un pò in giro e mi sembra di aver capito che potrei avere molta difficoltà a concepire e che questa sindrome ha molti stadi di gravità. Come si fa a capire se si è gravi o meno?
Sto già seguendo una terapia ginecologica con Clomid, Parloden e Prometrium.
Ho però sentito che le cure potrebbero anche essere diverse. Ad esempio ho sentito che molte fanno degli esami relativi ad insulina e curva glicemica, cosa che il mio ginecologo non ha menzionato. Secondo lei è opportuno affiancare alla terapia ginecologia una visita ed eventuale terapia dell'endocrinologo.

la ringrazio molto.

Cordiali saluti

[#1]  
Dr.ssa Paola Mossa

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
16% attualità
12% socialità
CAGLIARI (CA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2015
Mi pare che la terapia data dal collega sia più che sufficente. L'iperinsulinismo in corso di policistosi ovarica necessita di trattamento con ulteriore farmaco (metformina) e mi pare che al momento la sua terapia sia più che congrua.Magari farei prelievo di sangue per funzione ipofisi tiroide
Dr.ssa Paola Mossa

[#2] dopo  
Utente 101XXX

La ringrazio molto per i chiarimenti che mi ha dato. Le scrivo di nuovo in quanto ieri ho fatto una visita dall'endocrinologo che mi ha messo in crisi...
In buona sostanza lui mi ha detto che guardando le analisi che riporto di seguito:
- Folati: 9.85 ng/ml;
- 17 Beta estradiolo: 35.36 pg/ml;
- FSH: 7.17 mUI/ml;
- LH: 18.410 mUI/ml;
- Prolattina: 28.34 ng/ml;
- Progesterone: 0.743 ng/ml;
- Testosterone: 0.710 ng/ml;
- Dhea Solfato: 283 microg/ml.
mi dice che non sono proprio così indicativi di ovaio micropolicistico (anche l'ecografia non aveva evidenziato grandi cose, nessuna ciste, nessun ingrandimento ma forma a "ferro di cavallo" di uno delle due ovaie) e per tanto lui mi consiglia di non iniziare con la terapia indicatami dalla dott.ssa e di aspettare 2 mesi senza fare niente, se poi trascorso questo tempo il ciclo non è tornato fare nuovamente analisi del sangue (a questo punto attendibili senza ormoni somministrati in circolo), esami tiroidei e poi map test con dufaston e in seguito provare una terapia adatta a me. A questo punto non so che cosa fare? Seguo i consigli della ginecologa o quelli dell'endocrinologo con il rischio di perdere del tempo? Infine mi ha detto che dalle analisi del sangue fatte non si vede insulino resistenza, ma da che valori si può desumere o meno l'insulino resistenza?

La ringrazio veramente molto.
Cordiali saluti

[#3]  
Dr.ssa Paola Mossa

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
16% attualità
12% socialità
CAGLIARI (CA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2015
Mi deve dire di più. Da quanto tempo è senza mestruazioni?
Il prelievo che mi ha scritto è fatto senza ciclo o se così non è in che giornata di ciclo (rispetto all'inizio dell'ultimo). Vorrei conoscere inoltre il referto dell'ecografia pelvica.
L'insulino resistenza si vede facendo una curva da carico per glicemia e insulinemia fino ai tempi + 180.
Dr.ssa Paola Mossa

[#4] dopo  
Utente 101XXX

Sono senza ciclo da gennaio, ma i due cicli precedenti sono stati indotti con l'assunzione di primolut nor. Le analisi sono state effettuate a novembre dopo 50gg di mancanza di ciclo.
Purtroppo non mi è stato rilasciato alcun referto per l'ecografia pelvica, mi hanno detto solamente a voce quanto ho riferito.
Secondo lei mi converrebbe fare una curva da carico per glicemia e insulinemia fino ai tempi + 180?


la ringrazio molto

[#5]  
Dr.ssa Paola Mossa

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
16% attualità
12% socialità
CAGLIARI (CA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2015
Per me ci sta una diagnosi di ovaio policistico. Senz'altro ripeterei una ecografia pelvica transvaginale adesso che è in amenorrea.
Ha un inversione di LH e FSH, sarebbe utile dosare anche i'androstenedione.
La diagnosi di iperinsulinismo non è utile, è solo un completamento diagnostico. La funzione tiroidea può farla anche subito. Il primolut di cui parla è analogo al MAP test che vorrebbe fare l'endocrinologa(si tratta di somministrare progesterone, se l'estrogeno prodotto dal'ovaio è sufficente, una volta interrotto il progesterone si verifica la mestruazione).
La cosa migliore sarebbe che ginecologo e endocrinologo comunicassero!
Dr.ssa Paola Mossa

[#6] dopo  
Utente 101XXX

Sono perfettamente d'accordo con lei ma purtroppo non si parlano. In definitiva quindi lei mi consiglia di seguire quanto detto dalla ginecologa integrando eventualmente alcuni esami tipo tiroide, i'androstenedione (con semplice analisi del sangue?, cosa indica)?

Mi scusi, un'ultima domanda: il MAP test fatto col primolut nor che ha fatto comparire (l'endocrinologo prevedeva che il ciclo potesse anche non tornare) le mestruazioni che indicazioni mi da?

la ringrazio veramente molto per la cortesia e la disponibilità.

Buona giornata

[#7]  
Dr.ssa Paola Mossa

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
16% attualità
12% socialità
CAGLIARI (CA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2015
L'androstenedione viene dosato sul sangue e spesso è al disopra di norma nella policistosi ovarica.
Il ritorno del ciclo dopo progesterone indica che l'estrogenizzazione è presente.
Dr.ssa Paola Mossa

[#8] dopo  
Utente 101XXX

gentile dott.ssa,
le scrivo in quanto ho ritirato gli esami di controllo che avevo fatto. Indico i risultati di seguito al fine di avere un suo parere sugli stessi. Sono stati effettuati 4 gg prima della comparsa del ciclo mestruale:
Emoglobina glicata 5,7 (valori 4,4-5,7)
curva breve da carico: glucosio digiuno 87, dopo 60' 116
FT3 3,06 (1,80-4,60)
FT4 1,110 (0,9-1,7)
TSH 1,47 (0,27-4,4)
TIREOGLOBULINA 15,34 (<115)
TIREOPEROSSIDASI 9,58 (<34)
17 BETA ESTRADIOLO 15,52 (in fase luteale 43,80-211)
FSH 6,50 (in fase luteale 1,70-7,70)
LH 6,040 (in fase luteale 1-11,4)
PROGESTERONE 6,37 (fase luteale 1,70-27)
Testosterone 0,504 (0.060-0,820)
Insulina 4 (2-25)

Possono escludersi patologie legate all'insulino resistenza, funzionalità tiroide, ipotalamo e ipofisi?Come può notare, rispetto alle precedenti analisi, è cambiato il rapporto FSH/LF ed è diminuto notevolemente il beta estradiolo. Il primo rapporto mi sembra positivo, invece la diminuzione del beta estradiolo mi preoccupa un pò. Che ne pensa? E' migliorata la funzionalità delle mie ovaie? Consideri che le analisi sono state fatte dopo la cura con prometrium.

la ringrazio veramente molto per la disponibilità.

Cordiali saluti

[#9]  
Dr.ssa Paola Mossa

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
16% attualità
12% socialità
CAGLIARI (CA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2015
Dal punto di vista tiroideo non c'è nessun problema neanche di autoimmunità, conservi questi esami così eviterà di ripeterli in gravidanza.
Il prelievo per la funzione delle ovaie andrebbe fatto entro la 3-4 giornata di ciclo; è ben difficile dare parere in questa fase. Le posso dire che l'estrogeno diminuisce poco prima della mestruazione quindi niente di strano, a parte ciò vorrei capire se in questo ciclo di cui mi fornisce i risultati ha assunto il prometrium. Se non l'ha assunto il ciclo è stato ovulatorio con buona approssimazione (il progesterone deve arrivare a 7, ma è anche vero che lei si trovava a 4 giorni dalla mestruazione per cui anche il progesterone era in calo).
La mini curva per la glicemia è a posto, l'insulinemia basale pure.
Questo è quanto posso dirle
Dr.ssa Paola Mossa

[#10] dopo  
Utente 101XXX

La ringrazio molto per la celere risposta.Come le dicevo, ho assunto prometrium (per 10gg e poi dato che il ciclo non è comparso ho aspettato 15 gg e poi ho ripreso altre 10 ovuli ed ho fatto la analisi, le ho fatto proprio perchè il ciclo non compariva). Aspetterò un pò e poi le rifarò nel periodo che mi ha indicato. Ma ho alcuni dubbi:
- le analisi precedenti erano state fatte nello stesso periodo del ciclo senza l'utilizzo del prometrium. Questa nuova cura può aver influenzato anche il rapporto lh/fsh e l'estradiolo che prima era alto?
- se faccio le analisi subito dopo la comparsa del ciclo come faccio a vedere se ovulo?
- mi scrive che l'insulinemia basale è ok. Lei mi aveva consigliato di fare curva da carico per glicemia e insulinemia fino ai tempi + 180, ho fatto solo quella a +60, possono esserci ancora problemi non evidenziati da tale esame.

La ringrazio molto e le auguro una buona domenica.

[#11] dopo  
Utente 101XXX

Buongiorno,

ieri ho effetuato un controllo dall'endocrinologo. Mi ha particolarmente agitato quindi sono qui a chiedere un suo gentile parere.

Dunque, dalle analisi sopra riportate non mi sembra si evidenzi un'insulino resistenza. Mi sembra anche che questo me lo avesse confermato anche lei nelle sue risposte. L'endocrinologo mi ha comunque prescritto la METFORMINA (gradatamente 2 pastiglie al giorno) perchè ritiene questa l'unica chance per me (mi ha anche subito parlato di fecondazione assistita...).

Volevo anche aggiungere che a marzo ho provato ad utilizzare il clomid, sono rimasta incinta ma ho perso subito il bambino -ciclo post aborto 20 aprile-(secondo lei può dipendere dall'ovaio micropolicistico?). La mia ginecologa ora ritiene che io non debba fare assolutamente nessuna cura in quanto dalle ecografie risulta che entrambe le ovaie sono di dimensioni normali e non si evidenziano cisti. Però sono al 15 pm e l'ovulazione risulta ancora lontana (stick dell'ovulazione negativi)...

Le riporto gli esami ormonali al terzo giorno di ciclo post aborto(range in fase follicolare):

- 17 beta estradiolo 10.48 pg/ml (12.50-166);
- FSH 5.10 mUI/ml (3.50-12.50);
- LH 3.25 mUI/ml (2.4-12.6);
- Prolattina 23.29 ng/ml (6-29.90);
- Progesterone 0.94 ng/ml (0.20-1.50);
- Testosterone 0.523 ng/ml (0.06-.820);
- Dhea solfato 261 microg/ml (35-430);

L'endocrinologo dice che il testosterone è comunque alto e quindi soffro di iperandrogenismo (non ho peli e poco acne). E' d'accordo?

Mi scuso per le mille domande e le chiedo di farmi un pò di chiarezza...non so quale cura seguire - ginecologo o endocrniologo?

Grazie mille.

[#12]  
Dr.ssa Paola Mossa

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
16% attualità
12% socialità
CAGLIARI (CA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2015
La metformina ha un senso dove venga accertata la condizione di iperinsulinismo. In realtà l'unico modo per accertarla è la curva da carico fino ai tempi + 180, quindi non capisco l'utilità di iniziare la metformina. L'aborto non lo vedo collegato all'uso di clomid. Se i valori di norma del testosterone sono tra 0,06-0,820 il suo valore è perfettamente nella norma.
Io mi prenderei una pausa dai dosaggi etc etc per almeno 6 mesi. E' giovane e può permetterselo. Si segni le date dei cicli che siano solo perdite o veri e propri cicli e basta.
Questo è il mio consiglio.
Dr.ssa Paola Mossa

[#13] dopo  
Utente 101XXX

La ringrazio molto per la celere risposta.

Anch'io penso seguirò il consiglio della ginecologa che in sostanza mi ha detto esattamente quello che mi sta dicendo lei. L'unica cosa che mi preoccupa un pò è che ieri l'endocrinologo mi ha detto che se non faccio niente questo mio problema potrebbe peggiorare e costringermi a prendere la pillola per un periodo medio-lungo...e questo vorrei proprio evitarlo.

La ringrazio veramente per tutto il supporto!!!