Utente 578XXX
Buonasera a causa della tossicità dei chemioterapici, se una superficie (tavolo, vestiario) si dovesse contaminare quanto persiste il suo effetto tossico (fuori dall' organismo) ?

Ad esempio ha un emivita come un radionuclide usato in medicina nucleare, che dopo un tot di tempo perde il suo effetto radiante o il suo effetto tossico per un chemioterapico?

Grazie

[#1]  
Dr. Tommaso Vannucchi

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PRATO (PO)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile utente
generalmente dipende dal chemioterapico ma se si esclude il contatto diretto durante la manipolaione del farmaco per la preparazione non ci sono problemi di rilievo
Tommaso Vannucchi

[#2] dopo  
Utente 578XXX

Quindi il chemioterapico dopo un breve periodo di tempo perde il suo effetto tossico (scade) anche quando non metabolizzato dall' organismo ?
Grazie per la risposta

[#3]  
Dr. Tommaso Vannucchi

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PRATO (PO)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
le molecole quando non sono consevate in modo ottimale vanno incontro ad una destabilizzazione
Tommaso Vannucchi

[#4] dopo  
Utente 578XXX

Grazie Dr Vannucchi