Utente 134XXX
salve, da diversi anni mia madre sente un bruciore insistente sul fianco sinistro. Dopo varie anasilisi, inizialmente le è stato diagnosticato un'infezione urinaria e un'acolica renle.Ha fatto dei controlli ai reni ma non c'erano problemi di fuzionamento.Ha cominciato a bere molta acqua(Su consiglio del medico)e ha preso le dovute medicine e il bruciore sembrava diminuire ma è in seguito ricominciato. Anzi è peggiorato: dal fianco sinitro si è propagato sulla schiena, con dolori sulla spina dorsale. Sinceramente non sappiamo da dove iniziare per eliminare questo disagio. Grazie della vostra attenzione.

[#1]  
83786

Cancellato nel 2015
Una sintomatologia siffatta potrebbe essere legata ad un persistente stato di infezione delle vie urinarie. Potrebbe essere presente una condizione nota come pielonefrite che però si associa anche a malessere generale e a rialzo della temperatura corporea.
Non è possibile escludere, visto che non sono stati eseguiti accertamenti mirati, patologie di natura ortopedica.
Si rivolga al suo medico curante per la prosecuzione dell'iter diagnostico.

[#2]  
Dr. Edoardo Liberatore

32% attività
16% attualità
12% socialità
ATRI (TE)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Affaccio una terza ipotesi, nel caso quelle prospettate dal collega Brisinda(che conosco ed approfitto per salutare) non fossero confermate: esistono casi di infezione da virus della varicella-Zoster senza che ci siano manifestazioni visibili sulla pelle. Si chiamano "Herpes sine herpete" ed hanno una distribuzione a fascia, lungo il decorso dei nervi sensitivi. Con la semplice ricerca degli anticorpi nel sangue, che il suo medico può prescriverle, si può fare la diagnosi e quindi decidere la cura. Auguri!
Dr. Edoardo Liberatore
Specialista in Chirurgia Generale
Proctologo

[#3]  
83786

Cancellato nel 2015
Interessante la possibilità diagnostica del dr. Liberatore. Colgo l'occasione graditissima di salutarlo con affetto.