Occlusione intestinale

Salve,
in quest'ultimo mese sono andato di corpo una volta a settimana, questa è la quinta settimana e anche in quest'ultima sono andato di corpo una volta,senza medicine ancora assunte.Sono una persona che tende a "prendersi male" rischiando così di creare problemi con la forza della convinzione magari...
Sin da subito (un mese fà) ho cominciato a mangiare meno, a saltare certi pasti o per paura o perchè non si sà come non avevo fame.La mattina mi svegliavo sempre con questo senso di peso e stamattina mi sono svegliato con un dolore che non era mai apparso prima, all'altezza dello stomaco, credo sia l'intestino ma facendo pressione in quel punto ove sento queste strane "fitte" non sento il dolore lancinante che mi aspettavo di sentire.Comunque questo dolore all'inizio restava, dopo qualche ora invece a cominciato ad andare e venire.Neglio ultimi due giorni ho fatto solo due pasti più qualche "merenda" a base di frutta fresca.Ho letto sul web poco fà che potrebbe essere occlusione e ora chi dorme più.Non sò se andare all'ospedale e richiedere una radiografia dell’addome in ortostatismo.
Qualche ora fà ho assunto 10mg di Dulcolax.
Fino a qualche giorno fà del gas usciva tramite normali flatulenze, oggi niente.La peristalsi fino a poco fà niente, l'ultima volta che sono riuscito a sentirla è stato due sere fà in bagno durante l'ultima evaquazione e poi pochi minuti fà ma anche questo ho letto che può essere occlusione, l'andare e venire di peristalsi fino al blocco totale, feci, gas, peristalsi e poi...prego affinchè non venga il poi come quella di dovermi operare o anche dover passare giorni all'ospedale...Non faccio altro che pensare a necrosi, setticemia, perforazzione, cancrena...

Ditemi cosa fare e se esiste un modo in cui un profano della medicina possa capire se la gravità c'è o se magari basta stare calmi prendere qualcosa (guttalax?) e aspettare senza pensarci.
[#1]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 66k 2,1k 87
Lei scrive:

>> Non faccio altro che pensare a necrosi, setticemia, perforazzione, cancrena... <<


M ha pensato invece di farsi vedere da un gastroenterologo ?

Cordiali saluti

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa