Utente
Salve, sono una donna di 45 anni e il 14 agosto di notte, all 3 di notte mi sono svegliata allimmprovviso con dolori fortissimi al fianco sinsistro, e mi prendeva anche una parte della schiena, erano dolori continui e fortissimi che non ho mai avuto, ho preso synflex ma non passavano, allora ho chiamato la guardia medica che però se sarebbe venuta mi avrebbe dato lo stesso un medicinale come il synflex, e di aspettare gli effetti della medicina, ho passato una notte da incubo, in più ho avuto attachi di vomito e brividi di freddo, era tentata di andare al pronto soccorso, ma era già ferragosto, quando mi avrebbero visitata? un po il synflex ha migliorato ma non di tanto, l'indomani sono stata meglio e la notte per sicurezza ho preso synflex, ho dovuto aspettare il 16 per andare dal medico. Mi ha toccato la parte e mi ha detto che secondo lei non era una colica renale altrimenti non sarebbe passata con synflex, ma sospetta una lombalgia e mi ha ordinato orudis punture 1 al giorno e patrol da preneder al massimo 3 al giorno. mi ha chiesto se avevo fatto sforzi, ma io non ne ho fatto, il giorno prima ero solo andata al mare e siccome non so nuotare ma solo con il, movimeto a rana, questo sarebbe uno sforzo?
il giorno stesso sono stata meglio senza dolori notturni, ma ieri sera verso le 20,00 sono ritornati i dolori forti, allora ho preso patrol ma non mo ha fatto quasi niente, il dolore aumentava, allora sotto consiglio del medico ho fatto l'inezione di orudis, che mi calma quasu subito il dolore, alle 20,30, ma poi andando a letto alle 23,30 mi erano ritornati i dolori, ma mi chiedo come'è possibile che una puntura mi calma il dlore solo per 2 ore? ho aspettato sino alle 24,30 e ho fatto un altra iniezione di orudis,
ma poi di nuovo alle 3 di notte sono ritornati i dolori, ma non potevo fare un altra puntura allora ho preso una patrol. Oggi sto meglio, ma ho il terrore della notte, in quanto questi dolori vengono sopartutto di notte, io soffro di gatrite e duodenite e ho la scomparsa della fisiologica lordosi, ma il mio medico ha detto che non c'entrano niente queste cose, mi ha ordinato una ecografia ai reni e gli esami delle urine, ma l'ecografia me l'hanno data e fine settembre, e nel ftrattempo mi devo imbottire di queste medicine? quale sarebbe lo specialista al quale dovrei rivolgermi per questo problema? e poi un attacco di lombalgia viene così all'improvviso di notte senza averne mai sofferto? e se fosse qulcos'altro di grave? io aspetto un mese per fare l'ecografia ai reni e magari non c'entrano niente e si trascurano così altri accertamenti che dovrei fare, ma che accertamenti sarebbero da eseguire in questo caso? e il vomito che cosa pò significare? ho veramente bisogno di un consulto da parte di specialisti del settore.
grazie

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Il mio dubbio è che possa trattarsi di una colica renale, ma è difficile dare una risposta certa senza un controllo clinico. Sarebbe utile un'ecografia in tempi immediati per cui se il dolore riprende è consigliabile fare riferimento al pronto soccorso.

Auguri
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Grazie della risposta, ora dopo 6 punture di orudis e pastigli di patrol il dolore forte è andato via, a volte ritorna ma in maniera sopportabile e ora mi fa male tutta la schiena nella parte bassa e la pancia.

secondo lei era una colica? cos'altro potrebbe causare forti dolori nella parte sinistra con vomito?
l'ecogarfia me la fanno il 13 settembre, ma serve a vedere se si trattava di una colica?

ma se volessi farmi vedere da uno specialista per questo dolore da chi dovrei andare? dal gatroenterologo, dall'ortopedico o chi altro?

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
L'ecografia potrà darci indicazioni (eventuale litiasi renale, ecc.) sulla patologia che causa la colica. Se il disturbo persiste dovrà essere il suo medico, che ha la possibilità di visitarla, ad indicarle lo specialista di riferimento.


Saluti
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente
Buonasera Dottore, ho fatto gli esami delle urine,e l'ecografia reni e surreni ma l’ecografista ha detto che non era stata un colica renale, in quanto ha trovato dei calcoli ma troppo piccoli per giustificare un dolore così forte al fianco sinistro,
esito:
RENE DX: in sede normoconformato, dimensioni e profilo regolare. Quota cortico-midollare normorappresentata in assenza di formazioni espansive patologiche. Piccole cisti corticali di dim. al di sotto dei cm.Spots iperecogeni di cui 1 al polo inf di 4 mmcon tendenza al cono d'ombra come da microlitiasi.
RENE SN: sovrapponibile al controlaterale con accumulo di echi di 5 mm con cono d'ombra come da microlitiasi al gruppo caliceale medio-inf in assenza di dilatazione delle vie escretrici. SURRENE DX e SN: nei limiti VESCICA: ben distesa, pareti regolari in assenza di difetti riempimento endoluminali ed in assenza di note flogistiche in atto.
Allora ho ordinato una risonanza magnetica rachide lombosacrale e rachide cervicale per vedere se poteva esserci una punta di ernia.
la lombosacrale ’ho ritirata oggi 1 ottobre ma sembra che non ci sia, la cervicale devo ancora farla.
ESITO:verticalizzazione antalgica del rachide lombare. In L5-S1 minima protusione discale mediana in assenza di significative impronte sul sacco durale.Canale vertrebrale di normale ampiezza. Normoallineati sul piano saggitale i metameri lombari
ma nel frattempo i dolori continuano, sopratutto sul gluteo destro, mi fa male se lo appoggio, e alcune volte mi fa male la spalla destra ed anche la spalla sinistra, un dolore fastidioso, e una volta mi faceva male anche la mano sinistra, ma il dolore persiste non tutti i giorni sul gluteo sinistro e tutta la parte bassa della schiena, può essere un lombo sciatalgia o una spondilite anchilosante? ma percheè ancora non mi danno una diagnosi certa?
sono molto preoccupata

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Il disturbo che riferisce sembra di natura osteo-muscolare. Ne parli con un ortopedico.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente
Salve,
ho ritirato anche la rm al rachide cervicale, esito: altreazione di segnale a livello delle unità disco somatiche compresi tra C4-C7 in rapporto a fenomeni di disidratazione e atrosi interapofisiaria. In C4-C5, C5-C6 modesta protusione discale mediana con modesta impronta sull'asse meningo mielico.
Assenza di espansi endomidollari evidenziabili. Canale verttrebarle di normale ampiezza. Perdita della fisiologica lordosi cervicale per atteggiamento antalgico con metameri normoallineati sul piano saggitale. Normale la osteo-morfostruttura dei metameri esaminati..
L'ho fatta vedere al mio medico è ha detto che non è nulla.
Ho fatto anche il telespinogramma:Esame radiologico mono proiettivo del rachide in toto eseguito in ortostatismo documenta sinuosità del rachide con curvatura sn-versa del tratto dorsale distale. Minimo sopraslivellamento a destra di circa 4 mm della linea bisiliaca superiore.
Ho fatto anche la visita dal reumatologo cjìhe mi ha detto che secondo lui il dolore al fianco era una colica, e che me la trascino con i dolori per via di questa curvatura nella schiena? e di provare a metter un plantare, ma ancora non ho una diagnosi certa, insomma nessuno ancorami sa dire perchè mi viene a volte il dolore fortissimo al fianco sinstro che mi passa solo con punture di voltaren, e il percè tutti i giorni mi faccino mallissimo entrambi i glutei, e dolori alla parte bassa della schiena.
il responso del reumatologo è stato:
il principale problema attivo di ordine reumatologico appare rapprsentato da un dolore lombare di grado lieve a carattere meccanico, che appare imputabile ad una condizione di squilibrio biomeccanico del rachide, in soggetto con scoliosi lombare destro-convessa, dismetria degli arti inferiori e discopatia L5-S1. Coesistono disocpatia cervicale polisegmentaria, impigement posteriore a livello della spalla sinistra rilevato nelle manovre di valutazione ecografica in dinamica. si consigli voltaren 75 mg per 2 settimane e utilizzo di plantari aseguatamente personalizzati dopo l'esewcuzione di esame baropodometrico.
A questo punto il mio medico mi ha detto di fare una visita fisiatrica
il responso
Ma il dolore che persiste al fianco sinistro ma non tutti i giorni, ho avuto altre dolori fortissimi al fianco sinistro il il 9 il 15 e il 21 ottobre 2011. Ma ultimamente mi fanno malissimo i glutei, quando mi siedo, faccio le scale e cambio posizione nel letto , e in questi giorni mi fa più male il gluteo destro del sinistro, se anche sfioro il gluteo con le mani e premo in quella parte mi fa malissimo, sto iniziando a preoccuparmi, possibile che con tutti gli esami e visite che ho fatto non si riesca a capire cosa abbia? È un problema ostearticolare ò qualcos’altro di grave? Ho mia sorella gemella che ha la sclerosi multipla, ma penso che non c’entri niente con questi sintomi, e diversi anni fa ho fatto varie risonanze alla testa per un problema di vertigini.

[#7] dopo  
Utente
Salve dottore,la visita dal reumatologo me l'ha consigliata il medico, e dopo mi ha detto di anadare dal fisiatra e di fare intanto una tac addome completo, io sono andata dal fisiatra e mi ha detto che non c'è bisogno di fare la tac, non so più a chi devo dare retta, per cui ho bisogno di apprendere altri pareri in merito.
Il fisiatra visitamdomi mi ha trovato varie cose, di cui lacune le sapevo dalle lastre fatte, e mi ha detto che prese sengolarmente non sono niente di grave ma tutte insieme fanno un cocktail.
mi ha trovato per i dolore ai glutei che ho la sindrome dei muscoli piriformi ma cosa provoca a lingo nadare questa sindrome? è invalidante nel tempo?
SINDROME DEI MUSCOLI PIRIFORMI DX E SIN
IPOTONIA MUSCOLARE MARCATA
CONTRATTURA MUSCOLARE M. PARAVERTREBRALE MARCATA CON RIGIDITA RACHIDE
LOMBOCRONALGIA DX
RX: appiattimento lordosi C e L
DISCOPATIA C e L
METATASALGIA DEL PIEDE PIATTO.

mi ha detto di fare 10 tens lombare
10+10 ultrasuonoterapia cervicale e lombare. ciclo di rieducazione posturale rachide o ciclo di rieducazione motoria individuale cervicale e lombare e tachipirina 1000 3 al di per 10 giorni. di mettere sopra il materasso un piumone per dormire sul morbido
inoltre di portare un corsetto lombare dinamico con stecche tipo roten che ho già comprato , ma che mi limita nei movimenti, e inoltre essendo alto dav 20 cm e dietro 27 cm mi va a toccare il glutei che a me fanno male solo a sfiorare con la mano, e quindi non mi sembra che mi porta questo sollievo, è come avere una impalcatura, mi fa camminare curva, e posso solo stare seduta a lavorare al pc, ma io ho unn lavoro dove vendo imballiamo borse e devo stare molto in piedi, non poso stare sempre seduta? e quando l'ho tolto ho avvertito dolori alla schiena e la finaco che prima non avevo, oggi è il secondo giorno che lo indosso lo tolgo per mangiare e la sera alle 20,30, ma fa davvero bene portarlo? e sopratutto cura la sindrome die m. piriformi?
o solo la tens e gli ultrasuoni alleviano il dolore? siccome so che esistono apparecchi in sanitaria per la tens e gli ultrasuoni ho chiesto al fisiatra e mi ha detto che posso anche fargli a casa da sola, ma è èroprio cossì? non è che se posiziono i tens male posso peggiorarae la mia situazione?
Grazie per il suo parere in merito