Utente 211XXX
Gentili dottori,
ho 29 anni ed ho assunto 1 compressa da 600 mg per 10 giorni di keraflox per una prostatite che ormai mi affligge da anni. Già durante questa cura ho notato che la mattina le feci erano dure e poche. Terminati i primi 10 giorni di cura la situazione si è normalizzata. Dopo 10 giorni di sospensione ho ripreso lo stesso farmaco per 5 giorni ed il problema si è ripresentato.

Dopo circa 4 giorni dalla sospensione della cura mi sono svegliato con nausea, tantissima aria nella pancia, feci liquide e gialle, acidità e bruciore alla bocca dello stomaco, lieve dolore/fastidio alla gamba destra.

Questa situazione è durata 10 giorni poi solo la nausea è scomparsa ma gli altri sintomi no ed oltretutto a volte di notte mi svegliavo con mal di pancia e diarrea con le solite feci liquide e gialle.

Ho cominciato a prendere enterogermina (2 scatole compresse), enterolactis plus (2 scatole 1 bustina al giorno per 20 giorni) la diarrea mattutina è scomparsa, l'aria nello stomaco no, il bruciore ed acidità di stomaco dopo i pasti si sono attenuti,le feci sono diventate poltigliose/liquide sempre gialle, la gamba mi tirava sopratutto dopo cena.

Il medico di famiglia mi ha fatto prendere per 7 giorni una bustina al giorno di Zifros ed una compressa al giorno di spasmez e
dopo qualche giorno e dalla fine della cura :
- l'aria nello stomaco è quasi scomparsa (va e viene soprattutto di sera),
- il bruciore alla bocca dello stomaco e acidità dopo i pasti sono molto meno rispetto a prima
- la gamba mi tira molto molto raramente,
- le feci sono a volte poltigliose a volte semiformate gialle o marroni con qualche episodio molto sporadico di diarrea dopo pranzo
- a volte ho notato un fastido (tipo quando si ha gli addominali indolenziti) a destra e sinistra leggermente sotto le costole.
Dopo circa 2 mesi la situazione non si è ancora completamente normalizzata.

Secondo voi cosa può essere successo al mio intestino è qualcosa di preoccupante ?
Attualmente da cirica 10 giorni non prendo più nulla, cosa mi consigliate di fare ?

Grazie

[#1] dopo  
Dr. Roberto Mangiarotti

28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
Gentile Signore,
l'antibiotico assunto ha verosimilmente alterato momentaneamente la flora intestinale favorendo anche una "irritabilità" intestinale. Correttamente il suo medico ha prescritto farmaci idonei per riequilibrare la flora intestinale ma forse avrei usato dosaggi maggiori (ad es. Enterolactis plus 3 bustine al dì per un mese).
Per attenuare i sintomi inoltre può essere utile associare un antispastico.
Non mi sembra comunque che vi siano motivi di preoccupazione.
Se persistono i sintomi sarà utile comunque effettuare un controllo più approfondito.
Cordiali saluti
Dott. Roberto Mangiarotti

[#2] dopo  
Utente 211XXX

Gentile Dottore,
la ringrazio prima di tutto per la pronta risposta.
Sono 10 giorni che prendo 3 bustine al giorno di Enterolactis plus. Attualmente la diarrea dopo i pasti e molto rara e anche quella notturna (quando parlo di diarrea precisono che non è mai acquosa ma molto densa).

L'area nella pancia risulta essere poca durante il giorno e la notte anche se non capisco perchè la mattina appena apro gli occhi tempo 2 minuti sento il formarsi della stessa nella pancia.

Persistono le anomalie intestinali. Preciso che vado ogni giorno in bagno regolarmente ma le feci risultano essere ancora non ben formate ed acquose a volte anche un pò liquide (cioè un pò più consistenti della crema ed ho notato che in questo caso sono anche viscide, sarà muco?) l'acqua nella tazza si tinge di verdognolo. Prima il colore delle feci era giallo, ora è giallo tendente al marrone. Non posso più assolutamete mangiare latticini e formaggi e noto un peggioramento della situazione quando la sera mangio frittura.

Da 10 giorni prendo anche una compressa di pantecta al giorno prescritta dal mio medico quando gli ho detto che dal giorno che ho avuto questi problemi intestinali appena mangio mi brucia lo stomaco e mi risale spesso il cibo o l'acqua che bevo (diagnosi reflusso gastoesofageo). Da quando prendo il pantecta il problema del riflusso sembra essersi risolto. Ma questi problemi intestinali potrebbero essere causati dallo stomaco ?

Cosa mi consiglia ? Devo continuare con l'enterolactis ?
Non esiste un disinfettante per l'intestino e lo stomaco che distrugga eventuali batteri ? Quando sono iniziati i problemi intestinali con nause, diarrea notturna, etc oltre il keraflox ho bevuto anche parecchia coca cola può essere stata anche quella ad infiammare lo stomaco e l'intestino e anche la colocisti che a volte mi punzecchia ? E' normale che una infiammazione duri da 2 mesi e mezzo ?

Grazie e scusi il disturbo

[#3] dopo  
Dr. Roberto Mangiarotti

28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
Continui con Enterolactis per altre 3 settimane.
E' normale che vi sia una persistenza dei sintomi poichè "l'irritazione intestinale" richiede più tempo per regredire.
Dott. Roberto Mangiarotti

[#4] dopo  
Utente 211XXX

Gentile Dottore, l'8 giugno scadono i 30 giorni di Enterolactis (3 bustine al giorno) che mi aveva consigliato. Diciamo che la situazione fino alla settimana scorsa non era pressocche stabile.

Da 4/5 giorni a quasta parte sembra che la diarrea sia scomparsa anche se persiste un pochino di aria nella pancia e le feci non si sono ancora completamente normalizzate però anche il muco sembra essere scomparso.

Cosa mi consciglia di fare finito l'enterolactis ?
Grazie e scusi il disturbo.

[#5] dopo  
Dr. Roberto Mangiarotti

28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
Le consiglio di sospendere il farmaco e stare a vedere. Se persistono sintomi sarà opportuno effettuare una visita specialistica.
Cordiali saluti
Dott. Roberto Mangiarotti