Utente
Buongiorno, ormai da 3 settimane avverto un'ora o due ore dopo aver mangiato un bruciore all'altezza del fegato situato al suo centro appena al di sotto della curva dell'ultima costola.

quasi due anni fa ho subito una colecistectomia e da allora avrei dovuto seguire una dieta povera di grassi, cosa che in effetti non ho sempre fatto.

Il bruciore sembrerebbe provocato come dalla presenza in un punto preciso di acido, non riesco a trovare un termine per descrivere meglio il fastidio.

Mi rendo perfettamente conto della difficoltà di fare diagnosi a distanza e soprattutto senza l'ausilio di esami ematici, ma seguendo la vostra esperienza e professionalità di medici, gradirei se fosse possibile avere un parere sul fatto che si possa trattare di un disturbo legato alla bile magari un po densa o comunque un disturbo legato al suo passaggio o ad altra problematica....
Oppure potrebbe trattarsi di un campanello d'allarme di una problematica più grave?......

grazie

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
in quella zona c'è anche il tubo digerente.
Premesso che non esiste il "bruciore" nella sintomatologia epatica,
le consiglio una visita dal curante ed, eventualmente, dal gastroenterologo.

Cordialità.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Gentilissimo,

credo che in prima ipotesi il suo disturbo possa essere collegato ad un problema gastrico da ipersecrezione acida, più che dal fegato o dalla via biliare. Ovviamente sarebbe necessaria una visita gastroenterologica per meglio definre la problematica.

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#3] dopo  
Utente
Gentili medici, grazie per le vostre risposte.

Immagino vi riferiate al piloro perchè il fastidio è al centro della metà destra dell'addome. Mi conforta cmq il fatto che il bruciore non sia collegato al fegato, quindi il passaggio della bile difficilmente potrebbe dare un bruciore di questo tipo?.

2 anni fa ho eseguito una gastroscopia, con esito, esofagite e cardias beante, ma il cardias è nella parte alta dello stomaco....

gradirei una Vostra risposta, effettuerò quanto prima una visita dal mio medico curante

grazie ancora per la vostra disponibilità

[#4]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Come vede è molto probabile che i suoi sintomi siano legati al tubo digerente.

Si rivolga al suo curante per essere visitato e trattare il suo reflusso e quant'altro il suo medico deciderà opportuno.

Saluti.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#5] dopo  
Utente
Di nuovo, grazie per la disponibilità

Saluti a Lei

[#6]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Quindi, c'erano già gli elementi per pensare ad una patologia gastrica e non al fegato. Ci aggiorni eventualmente.

Saluti

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it