Utente
salve.. è oramai diverso tempo che dopo mangiato il cibo mi risale non volontariamente in bocca e devo ingoiarlo diverse volte prima che si arresti. soffro spesso anche di acidità.. cosa potrebbe essere?? data la persistenza per quasi un anno del problema ad ogni pasto mi inizio a preoccupare.

[#1]  
Dr. Andrea Favara

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MARIANO COMENSE (CO)
CANTU' (CO)
COMO (CO)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Potrebbe essere una disfagia orofaringea,un disturbo motorio,un'acalasia.Ne parli col suo medico per gli accertamenti del caso.
Dottor Andrea Favara
http://www.andreafavara.it

[#2]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Gentile utente,

dopo un anno il suo medico (ma è stato interpellato per questo disturbo ?) avrebbe dovuto quanto meno approfondire con una esame radiologico con bario dell'esofago per la valutazione del transito faringo-esofageo ed esofago-gastrico.Come le ha già riferito il collega Favara, potrebbe trattarsi di un disturbo funzionale ed in tale ambito non è da escludere un diverticolo di Zenker (.. raro però alla sua età !) che potrebbe giustificare la sintomatologia da lei riferita.

E' dimagrito in questo anno ?



Saluti

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#3] dopo  
Utente
il mio medico ha sempre curato il disturbo trattandolo solo come reflusso di acido con farmaci antiacido ed inibitori della pompa protonica. mentre il disturbo è ben diverso. non saprei dire se sono dimagrito perchè facendo sport resto sempre all'incirca uguale.cosa mi consiglia di fare? io non so davvero cosa fare.

[#4]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Serve uno studio radiologico con bario del tratto digestivo superiore (esofago-stomaco) per valutare le eventuali alterazioni di motilità che possono essere causa del disturbo.

Saluti

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#5] dopo  
Utente
come da lei consigliato ho eseguito il test rx con bario. E' emerso che il mio cardias è dilatato e dunque incontinente. per il resto non sono state riscontrate altre difunzioni di nessun tipo. cosa mi consiglia di fare?? il medico al quale mi sono rivolto mi ha consigliato di imparare a conviverci. ma non esiste qualche farmaco o cura al problema? e poi se il problema continua non potrebbe essere dannoso??

grazie dell'attenzione, scusi il disturbo.

[#6]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
A questo punto serve una visita gastroenterologica anche per valutare l'eventuale necessità di effettuare uno studio funzionale (manometria) dell'esofago per comprendere bene le cause del sintomo descritto.



Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it