Utente
Salve 15gg fa ho avuto un caso di pancreatite acuta diagnosticata in pronto soccorso. I valori di amilasi/lipasi non superavano i 300 e al secondo prelievo del sangue i valori si sono dimezzati pur rimanendo alti.

Non essendo necessario il ricovero i giorni seguenti sono andato a fare una visita dallo specialista che ha escluso calcoli (dai raggi e ecografia) e dicendomi che la causa è stata una sovra alimentazione.

Mi ha consigliato di fare una dieta leggera prova di grassi e di aspettare che il dolore passi da solo.
Oramai sono 15gg che ho questo mal di stomaco e un dolore fisso alla schiena.

Volevo sapere quali sono i tempi medi di recupero da questo problema.

Rimanere con questo dolore all'addome (sopratutto dopo i pasti) e non sapere per quanto durerà ancora mi crea non poca agitazione e ansia.

Grazie

[#1]  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
CHIERI (TO)
RACCONIGI (CN)
TORINO (TO)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Una pancreatite teoricamente dovrebbe in 15 giorni essersi risolta. La permanenza della sintomatologia dolorosa consiglierebbe un nuovo controllo e l'eventuale ripetizione degli esami .
Dr. Roberto Rossi

[#2] dopo  
Utente
che tipologia di esami dovrei rifare?

L'esame del sangue me lo hanno prescritto tra 10gg ovvero 3 settimane dopo l'evento acuto.

Il dolore si è leggermente ridotto rispetto ai primi giorni ma permane sempre molta aria (parole dello specialista) nell'addome.

Al tatto l'addome mi fa male e dall'ecografia fatta in pronto soccorso a causa dei gas non si vedeva molto del pancreas.

Fattori ansiogeni (soffro di forti ansie) possono rallentare la guarigione della pancreatite?

Al momento mi hanno detto di proseguire con dei gastro protettori e tra 10gg rifare gli esami del sangue.

[#3]  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
CHIERI (TO)
RACCONIGI (CN)
TORINO (TO)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2011
Talvolta l'ecografia fatta in urgenza proprio a causa della presenza di gas intestinale non permette di evidenziare piccole anomalie.
Dr. Roberto Rossi

[#4] dopo  
Utente
E' preferibile fare quindi una ecografica o meglio ancora una risonanza?

A distanza di 15gg in teoria il gas dovrebbe essersi ridotto ma vorrei evitare di fare una via crucis di esami e puntare direttamente a quello più dettagliato.

L'esame del sangue non è necessario farlo fino a quando sento dolore all'addome?

PS: grazie delle sue tempestive risposte.

[#5]  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
CHIERI (TO)
RACCONIGI (CN)
TORINO (TO)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2011
Eventualmente potrà eseguire una colangioRNM tra qualche tempo. Penso infatti che la pancreatite possa essere stata causata da micro litiasi o fango biliare.
Dr. Roberto Rossi

[#6] dopo  
Utente
Salve, le scrivo per illustrarele l'evoluzione del mio problema.

Dopo una Ecografica e un esame del sangue completo i valori di amilasi/lipasi a 20gg dal fatto acuto sono scesi e rientrati nella norma.

L'ecografica non segnava nulla di anomalo e nessuna presenza di calcoli.. insomma tutto nella norma.

Rassicurato dallo specialista ho ripreso la mia quotidianità facendo sempre attenzione a cosa mangio evitando alcool e cibi grassi.

Il dolore all'addome è diminuito ma sento sempre un senso di pienezza dello stomaco pur mangiando poco (ho perso 8 kg in poco più di un mese).

In questi ultimi due giorni il dolore è riapparso, non acuto come all'inizio ma la nausea e il ventre gonfio mi accompagnano per tutto il giorno.

Sento il dolore focalizzato sempre nella parte alta del ventre.

Allarmato dalla cosa le chiedo cosa mi consiglia di fare? E' necessario fare un prelievo di sangue per vedere i valori di amilasi/lipasi?
Può essere che ci sia una leggera ricaduta avendo introdotto cibi "normali" alla mia alimentazione?

Questo senso di nausea e pienezza può essere legato ad altro?

[#7]  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
CHIERI (TO)
RACCONIGI (CN)
TORINO (TO)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2011
È necessario che sia fatta prima di tutto una valutazione clinica con una visita specialistica e poi eventualmente un nuovo approfondimento diagnostico.
Dr. Roberto Rossi

[#8] dopo  
Utente
Ho già fatto una visita specialistica 15gg fa.
E' stato lo specialista a prescrivermi gli esami del sangue e l'ecografia a digiuno.
Avendo avuto un esito negativo dall'ecografica mi ha detto che non era necessaria una Risonanza Magnetica.

Con i referti in mano e con i parametri nella norma mi ha detto che il problema si è risolto; unico dubbio diceva "strano che hai ancora questo senso di pienezza dello stomaco".

Pian piano il dolore è sparito ma è ritornato in questi ultimi due giorni e prima di ricontattare lo specialista volevo avere un suo parere.

Grazie della disponibilità.

[#9] dopo  
Utente
Buongiorno, dopo una cura di gastro protettori e una dieta povera di grassi il dolore e i valori sono rientrati nella norma.

Oramai da un mese mangio regolare togliendomi qualche sfizio nel cibo ma senza esagerare.

Da qualche giorno però avverto un dolore forte alla schiena lato sinistro proprio all'altezza del pancreas; è un dolore simile a quello che provavo quando ero in fase acuta solo che adesso è localizzato SOLO nella schiena mentre l'addome se pur leggermente dolente non mi avvicina minimamente al dolore che avevo durante la terapia, nemmeno dopo i pasti principali.
Ruotando il busto il dolore si accentua e lo sento focalizzato su un punto preciso nel lato centrale sinistro della mia schiena.

Lì per lì mi sembra sia un dolore muscolare, ma avendo avuto recentemente questo caso di pancreatite mi sono un pò allarmato.

Cosa mi consiglia di fare?

[#10]  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
CHIERI (TO)
RACCONIGI (CN)
TORINO (TO)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2011
ovviamente senza una visita non è possibile esprimere un parere. Pertanto credo importante sentire lo specialista che dopo averla visitata deciderà l'opportunità di eseguire approfondimenti.
Dr. Roberto Rossi

[#11] dopo  
Utente
Mi sarebbe piaciuto leggere che potrebbe essere un banale mal di schiena e che le cose non sono collegate non avendo dolore all'addome.

Ma se mi consiglia di farmi nuovamente visitare dal Gastroenterologo lo farò nei prossimi giorni.

Grazie

[#12]  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
16% socialità
CHIERI (TO)
RACCONIGI (CN)
TORINO (TO)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2011
Il problema è che talvolta i sintomi possono essere appartenenti a diverse patologie. Pertanto solo la visita può inquadrare il problema.
Dr. Roberto Rossi