Utente
Salve,
scrivo per mia madre, ha 60 anni e unico intervento subito 18 anni fa isterectomia totale.Da un mesetto passato soffre di un dolore continuo ma nn fortissimo al fianco destro, subito sotto il seno.Ieri sera l'abbiamo portata al pronto soccorso perchè ha riferito che non defecava da 1 settimana (è sempre stata regolarissima), nn avvertiva neanche lo stimolo, stava male, nn aveva fame e ha vomitato un paio di volte, avvertendo sempre quel dolore al fianco e crampi.Al pronto soccorso hanno verificato se c'erano feci, messa una supposta di glicerina, palpato il fianco ke al tatto è risultato molto dolente.Il dottore ha avvertito un rigonfiamento e supponeva che fosse la cistifellea.Hanno fatto un prelievo del sangue e rx all'addome.Dalle rx è risultato ke l'intestino era pieno di feci e gli esami del sangue hanno rilevato un'infezione in corso (globuli bianchi alti e anche il valore del gpt era un pò più alto).Hanno fatto un antidolorifico, una flebo come protezione dello stomaco (almeno così hanno detto).Hanno prescritto un clistere, ke abbiamo effettuato a casa, e antibiotico x 5 giorni e ci hanno mandato a casa.Con il clistere ha scaricato un bel pò, ma le feci erano abbastanza scure inoltre le sta salendo la febbre, in questo momento è 38e2.Aspettiamo lunedi x recarci dal medico curante. Abbiamo notato anke ke è dimagrita.Voi cosa ci consigliate di fare, dobbiamo fare ulteriori indagini?Potrebbe essere il fegato? Grazie della vostra attenzione
Cordialissimi saluti.

[#1]  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
16% attualità
16% socialità
RACCONIGI (CN)
TORINO (TO)
CHIERI (TO)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Dovra sottoporsi a qualche accertamento come una ecografia dell'addome completo ed eventualmente ad una colonscopia. Si consigli col curante.
Dr. Roberto Rossi

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille Dr.Rossi.
Mi kiedo solo come mai al pronto soccorso nn hanno fatto l'ecografia, ank'io immaginavo ke fosse necessaria.Stanotte si è lamentata tutto il tempo per il dolore al fianco e ancora ora ha la febbre, e mi creda per lamentarsi lei significa ke sta male male.domani mattina ci rechiamo dal curante.Grazie ancora mille, le farò sapere.
Cordialissimi saluti.

[#3] dopo  
Utente
Salve Dottore,
ieri siamo stati dal medico curante che ha prescritto a mia madre un'ecografia addominale completa (come aveva consigliato anche lei) urgente.Stamattina l'ha fatta ed ecco il referto:
Fegato di regolare volumetria.
La cistifellea si presenta dilatata, con litiasi endoluminale, e materiale pericolecistico che si estende superficialmente ai tessuti molli dell'ipocondrio dx.
Mal valutabile il coledoco.VBI non dilatate.
Colecisti eumorfica, a pareti regolari ed esenti da immagini patologiche endoluminali.
VP di calibro regolare.
Pancreas e grossi vasi addominali in atto non valutabili per meteorismo intestinale.
Milza nei limiti morfovolumetrici ed ecostrutturali.
Reni in sede, nei limiti morfovolumetrici, regolari per spessore corticale, differenziazione cortico-midollare ed ecogenicità parenchimale, in assenza di immagini da riferire a litiasi e/o stasi urinaria.
Vescica nn repleta, non valutabile.
Necessaria consulenza clinico-chirurgica e proseguimento dell'iter diagnostico.
Il medico curante ha optato x un ricovero anche perchè non gli piace il colorito di mia madre.
Cordiali saluti.

[#4]  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
16% attualità
16% socialità
RACCONIGI (CN)
TORINO (TO)
CHIERI (TO)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Il referto ecografico deve essere rivisto in quanto prima dice che la cistifellea( o colecisti)è patologica e poco dopo si contraddice dicendo che è regolare. Curiosa invece la motivazione del ricovero!
Dr. Roberto Rossi

[#5]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Probabile colecistite in corso (desunta più dagli eventi clinici descritti che dal referto ecografico assai poco chiaro).
In questi casi ricovero urgente, terapia antibiotica mirata e stretta osservazione chirurgica.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#6] dopo  
Utente
Salve,
torno adesso dall'ospedale.Hanno ricoverato mia madre x colecistite acuta. Stanno tentando la cura antibiotica x vedere se rientra x poi effettuare l'intervento fra qualke mese.Se nn dovesse rientrare faranno l'intervento anke se ci hanno riferito ke sarebbe pericoloso in questo momento. Si effettivamente l'hanno fatto notare anke all'ospedale la contraddizione, probabilmente sarà stato un errore di battitura di ki ha refertato, infatti hanno ripetuto l'ecografia confermando la colecistite acuta.
Grazie mille x la vostra attenzione, gentilissimi ^_^
Cordialissimi saluti.

[#7] dopo  
Utente
Dimenticavo la motivazione della richiesta di ricovero era il fatto che il dottore avesse paura che si rompesse il sacchetto, il colorito era un suo parere xkè troppo pallida, nn so se mi sn spiegata bene e ho reso l'idea.

[#8]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Grazie per l'aggiornamento!
La colecistite non è mai da sottovalutare perchè può diventare assai pericolosa!
Tanti auguri di pronta guarigione per sua madre!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#9] dopo  
Utente
Grazie mille Dr.Bacosi.
Cordialissimi saluti.

[#10] dopo  
Utente
Buonasera,
riscrivo x aggiornare la situazione di mia madre.Ricoverata martedi sera x colecistite acuta ha iniziato la cura antibiotica.la mattina seguente hanno effettuato un prelievo, lasciata a digiuno, alimentazione con flebo.L'indomani l'hanno rifatta alimentare (secondo la mia ignoranza troppo presto) pastina a pranzo, pastina, pesce, purè di patate a cena; era rimasta senza febbre.Il medico diceva ke andava bene, ke i globuli bianki erano rientrati.Al ke abbiamo kiesto se avessero eseguito un'ecografia x vedere la situazione, hanno risposto di no e ke l'avrebbero fatto l'indomani (sempre in seguito alla nostra insistenza).L'indomani nuovamente febbre a 38, rimessa subito a digiuno.Nn hanno fatto un prelievo, e alla nostra domanda di kiarimenti sul come mai fosse rispuntata la febbre, il medico ha risposto ke era normale.Hanno fatto l'ecografia e la dottoressa nn vedendoci kiaro ha effettuato subito una Tac.Tutto ieri e oggi febbre.Abbiamo parlato col medico ke ha detto: operarla ora sarebbe pericoloso, continueranno la cura.il suo corpo sta cercando di combattere l'infezione (infezione molto importante)concentrandola su un punto ke fortunatamente spinge verso l'esterno e nn verso l'interno, causando un ascesso.infatti si avverte un rigonfiamento e una makkia sull'addome (esternamente).Effettueranno un drenaggio ma sta attendendo un radiologo molto bravo ke x il momento è fuori e arriverà lunedi. Mia madre continua ad andare in bagno solo se le viene applicato un clistere, effettueranno una colonscopia quando risolveranno l'altra situazione. Voi ke ne pensate? e l'ascesso?Può aspettare l'arrivo del radiologo?Dovrebbero fare altro? Scusate se approfitto della vostra gentile disponibilità e vi ringrazio vivamente.
Cordialissimi saluti.

[#11] dopo  
Utente
Buongiorno,
ieri hanno effettuato una tac con mezzo di contrasto (il risultato ancora nn lo sappiamo, lo avremo appena ci recheremo tra poco all'ospedale).Mia madre è sempre ricoverata, sempre con gli stessi sintomi. Di pomeriggio dovrebbero effettuare il drenaggio dell'ascesso.
Cordialissimi saluti.

[#12]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Purtroppo la colecistite è una sorgente di infezione assai rischiosa ed è comprensibile la cautela con cui i chirurghi stanno agendo.
Non posso dirle di più non avendo la possibilità di visionare le immagini TC.
Il nesso con la stipsi non mi sembra esserci.
Le faccio i migliori auguri per una pronta guarigione di sua madre ed attendo sue notizie.

Cordiali saluti.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#13] dopo  
Utente
Si, infatti hanno detto ke operarla ora sarebbe un rischio notevolissimo. Anke loro hanno detto la sua stessa cosa per la stipsi, hanno detto ke nn appena risolveranno questo problema dell'infezione effettueranno una colonscopia. La ringrazio Dr Bacosi per la sua gentilezza.Le farò sapere senz'altro appena saprò qualcosa.
Cordialissimi saluti.

[#14] dopo  
Utente
Buon pomeriggio,
mercoledì pomeriggio hanno inserito il drenaggio a mia madre, fino ad ora sono state riempite 5 sacche.La situazione sembra migliorare, la febbre è calata, oggi nn è ha avuto. Stamani ha evacuato senza alcun aiuto. Ha iniziato a mangiare un pò di tè con una fetta biscottata a pranzo. Ancora il drenaggio è inserito. Due domande soltanto: ma poi il materiale fuoriuscito viene analizzato?5 sacche sn troppe?
Grazie ancora.
Cordialissimi saluti.

[#15]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
La quantità potrebbe non essere troppa se l'infezione si è allargata a grande parte del peritoneo!
A rigore il materiale dovrebbe essere sottoposto a coltura con antibiogramma per mirare la terapia.
Questo, a volte, non viene fatto perchè si è già iniziata una terapia con antibiotici ad ampio spettro o con associazione di antibiotici!
Ancora auguri e cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#16] dopo  
Utente
Ancora grazie mille ^_^
Cordialissimo saluti.

[#17] dopo  
Utente
Gentilissimi Dottori,
volevo aggiornarvi sulla situazione di mia madre.
Martedì mattina hanno ripetuto la tac (la quinta in tutto) e nel pomeriggio, all'improvviso (diversamente da come ci avevano detto 2 giorni prima, cioè che l'intervento sarebbe stato fatto fra 1 o 2 mesi) hanno deciso di operare. Hanno eseguito una colicistectomia a cielo aperto. Il Primario (è stato lui ad eseguire l'intervento insieme ad altri) ci ha spiegato in grossi linee che nonostante i miglioramenti l'infezione ancora c'era e l'ascesso continuava a produrre e così ha deciso di saltare il fosso. Nn abbiamo altri particolari in quanto quel giorno ci è stato un decesso e il reparto è andato in subuglio. Aspettiamo comunque un colloquio che ci spieghi bene. L'intervento è andato bene. Ieri aveva febbre a 38, stamani si è abbassata.
Grazie ancora mille.
Cordialissimi saluti.

[#18]  
Dr. Roberto Rossi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
16% attualità
16% socialità
RACCONIGI (CN)
TORINO (TO)
CHIERI (TO)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Ritengo che posa essere stata una decisione corretta in quantol'ascesso non avrebbe potuto guarire con la sola terapia farmacologica.
Dr. Roberto Rossi

[#19]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
La colecistite acuta vede quasi sempre una soluzione chirurgica!
Difficilmente il solo drenaggio risolve la situazione!
Auguri di pronta guarigione!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#20] dopo  
Utente
Grazie ancora. Un domanda, sempre se è possibile. Oggi alle 19 circa aveva 38e6 di temperatura. Hanno messo una flebo x abbassarla e il medico ha controllato la ferita. la tengono sotto controllo. E' normale 38e6 di temperatura dopo 48 dall'intervento? O è solo un normale decorso post-operatorio? nn abbiamo potuto chiedere al medico perchè è dovuto andare in sala operatoria. Grazie ancora e scusate per le mie troppe domande.
Cordialissimi saluti.

[#21]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Dopo un intervento fatto per asportare una colecisti fortemente infiammata ed infetta (che ha già dato adito ad un ascesso) puó essere normale un periodo febbrile.
I colleghi chirurghi sono sicuramente preparati a queste evenienze!
E sicuramente sarà già in atto una terapia antibiotica!

Se le fa piacere ci tenga informati sulla convalescenza!
Cordialmente !!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#22] dopo  
Utente
Buonasera,
Si, Dr Bacosi è sotto terapia antibiotica da quando è uscita dalla sala operatoria.
Vi aggiorno sulla convalescenza:
venerdì hanno effettuato una tac addominale per controllare se qualcosa non andava visto la febbre, ma nulla di cui pensavano. Il dottore ci ha spiegato che l'intervento è stato abbastanza delicato visto l'entità dell'infezione, aveva tutte le pareti attaccate. Si devono attendere le sue reazioni post-operatorie.
Ieri avvertiva molto affanno, sopratutto da sdraiata, i respiri erano abbastanza veloci e dolore alla schiena, così stamani hanno fatto un rx toracico. E' risultato un piccolo versamento toracico, il dottore dice che si dovrebbe riassorbire. Stasera aveva i piedi gonfi, è presente frebbicciola ma ke nn supera i 37e5.
Cordialissimi saluti.

[#23]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Gentile amico, la colecistite complicata è sempre un evento assai grave.
Il quadro che lei ci descrive rientra nella "normalità" di queste situazioni.
La colecisti infetta rappresenta un focolaio da cui l'infezione può stendersi localmente o a distanza dando origine a condizioni settiche.
Mi sembra che i colleghi che hanno in cura sua madre stiano agendo nel modo migliore!
Di nuovo i migliori auguri per una pronta guarigione!
Cordialmente.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#24] dopo  
Utente
Gentilissimi dottori,
le condizioni di mia madre sn migliorate: nn avverte più quell'affanno,nn ha più febbre, si alimenta; oggi alle 13 l'hanno dimessa con ovviamente terapia da seguire a casa con: FRaxiparina, Peridon, Lucen, KCL Retard e Tavacin. E siamo in attesa dell'esame istologico.
Insieme al foglio di dimissioni hanno allegato alcuni referti principali come: la prima ecografia che hanno fatto, drenaggio tac-guidato percutaneo addominale, l'ultimo prelievo del 21/10 , l'rx toracico, e una tac dell'addome completo senza e con contrasto del 12 ottobre (l'intervento è stato fatto il 16 ottobre); da riportare al medico curante dove ci recheremo domani mattina.
Tornata a casa la mia attenzione è andata sul referto della tac, vi riporto integralmente:
Indagine eseguita senza e con mdc e.v. e confrontato con un precedente del 02/10/2012.
INDICAZIONI: valutazione dopo drenaggio TC guidato.
Nella loggia colecistica si apprezza notevole riduzione della formazione ipodensa, polilobulata, a pareti di intenso c.e., in atto del dt ma di 4,5 x 3,8 cm compatibile con quadro di colecistite acuta.
Non più apprezzabile la raccolta, con analoghe caratteristiche densitometriche, nel contesto della parete addominale laterale destra.
Riduzione della iperdensità dell'adipe mesenteriale contiguo e del tessuto adiposo sottocutaneo nel cui contesto si apprezzano invariati i multipli subcentimetrici linfonodi.
Non dilatazione delle VBI e VBE.
Fegato di regolare volumetria a densità alterata a focolaio per la presenza in sede bilobare di alcune areole tenuamente ipodense dopo mdc di cui le maggiori in S2 del dt di 0,8 cm ed in S6 del dt di 0,7 cm; tali reperti appaiono meritevoli di stretto follow-up.
Regolare aspetto di pancreas, milza, surreni e reni.
Diverticolosi del sigma-colon.
Non versamento libero nei recessi addominali esplorati.

Chiederei a voi, se possibile,un vostro parere sulla parte che riguarda il fegato e la diverticolosi.
Grazie ancora per la vostra attenzione,
cordialissimi saluti.

[#25]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Gentile utente, in primo luogo un saluto affettuoso a sua madre con, nuovamente, auguri di pronta guarigione.
La diverticolosi del colon è una situazione assai frequente che, ove non si complichi con infezione/infiammazione di uno o più diverticoli (diverticolite) non desta grandi preoccupazioni
Potrà accompagnare sua madre da un gastroenterologo che potrà prescrivere una terapia da fare ciclicamente con rifaximina per mantenere i diverticoli "puliti".
Per quello che concerne le aree ipodense nel parenchima epatico, non posso azzardare alcuna ipotesi non avendo la possibilità di osservare le immagini.

Cordialmente!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#26] dopo  
Utente
Grazie Dr Bacosi per la sua tempestiva risposta e disponibilità.
Mamma ha accettato con grande gioia i suoi saluti e i suoi auguri, ricambia affettuosamente il saluto.
Seguirò senz'altro il suo consiglio. X il fegato immaginavo, nn avendo le immagini. Vediamo cosa dice il medico domani e speriamo non sia nulla di che. Questa cosa mi ha fatto molto preoccupare.
La ringrazio ancora e speriamo in futuro di darle buone notizie.
Cordialissimi saluti.

[#27] dopo  
Utente
Gentilissimi Dr Bacosi,
nn avendo neanche noi immagini, ma solo referti, gli trascrivo i risultati del prelievo del 21/10/2012, nn so se le può essere d'aiuto per capire meglio.
EMOCROMOCITOMETRICO IN EDTA
ESAME EMACROCIMETRICO
Globuli bianchi 9.0 10^3uL 4.8-10.8
Globuli rossi 3.88 10^6uL 4.20-5.40
Emoglobina 9.5 g/dL 12.0-16.0
Ematocrito 30.6 % 37.0-47.0
MCV 79.0 fL 81.0-99.0
MCH 24.5 pg/Cell 27.0-34.0
MCHC 31.0 g Hb/dL 31.0-36.0
RDW 15.2 CV% 11.5-14.5
HDW 2.61 g/dL 2.20-3.20
PIASTRINE
Piastrine 284 10^3/uL 130-400
MPV 10.1 fL 7.4- 10.9
FORMULA LEUCOCITARIA
Nuetrofili 78.0 % 40.0-75.0
Linfociti 10.8 % 20.0-50.0
Monociti 4.9 % 2.0-15.0
Eosinofili 4.9 % 1.0-6.0
Basofili 0.3 % 0.0-2.0
Large unstained cells (LUC) 1.1 % 0.0-4.0
Neutrofili 7.0 10^3/uL 1.9-8.0
Linfociti 1.0 10^3/uL 0.9-5.2
Monociti 0.4 10^3/uL 0.2-1.0
Eosinofili 0.4 10^3/uL 0.0-0.8
Basofili 0.0 10^3/uL 0.0-0.2
Large unstained cells (LUC) 0.10 10^3/uL 0.00-0.40
CHIMICA CLINICA
S-Glucosio 67 mg/dL 70-115
S-Creatinina 0.49 mg/dL 0.50-0.90
S-Urea 14 mg/dL 10-50
S-BILIRUBINA
S-Bilirubina totale 0.51 mg/dL 0.00-1.00
S-Bilirubina diretta 0.29 mg/dL 0.05-0.20
S-Bilirubina indiretta 0.22 mg/dL 0.01-0.80
S-Sodio 142 mmol/L 136.0-145.0
S-Potassio 3.03 mmol/L 98-107
S-Cloro 99 mmol/L 98-107
S-Albumina 3.0 g/dL 3.5-5.2
S-Aspartato Aminotrasferesi (AST) 11 U/L 0-32
S-Alanina aminotransferesi (ALT) 22 U/L 0-31
S-Proteina c-reattiva 254.3 mg/L 0.0-5.0
PROTEINE
S-Proteine totali 5.8 g/dL 6.6-8.7

Credo di aver trascritto tutto.Grazie mille ancora e mi scusi.
Cordialissimi saluti-

[#28]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Considerato l'accaduto, non sono valori pessimi, anzi!
Vedrete che rapidamente migliorerà!
Cordialmente!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#29] dopo  
Utente
Grazie Dr Bacosi ^_^
Cordialissimi saluti.

[#30] dopo  
Utente
Gentilissimo Dr Bacosi,
stamani sono stata dal medico. Mi ha detto come lei, gli esami sono buoni rispetto a quello che ha avuto (i globuli bianchi sono nella norma). Per quanto riguarda le aree ipodense nel parenchima epatico dice che potrebbero essere angiomi e che tra un mesetto circa le farà fare un'ecografia. Comunque venerdì dovrà ritornare all'ospedale per il controllo, chiederò direttamente a loro ulteriori chiarimenti.
Cordialissimi saluti.

[#31]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Mi aggiorni se le fa piacere!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#32] dopo  
Utente
Buonasera Dr. Bacosi,
le scrivo per aggiornarla. Oggi abbiamo ritirato l'esame istologico di mia madre e purtroppo non ci sono belle notizie.
Le riporto il referto:
Descrizione macroscopica:
Resecato di cm 9x5x4 a superficie irregolare e colorito grigio-biancastro. All'apertura presenza di multipli calcoli (calcoli a stampo) del diametro compreso tra cm 1,5 e cm 0,2 di colorito verdastro e mucosa diffusamente erosa e di colorito biancastro. Al taglio parete notevolmente ispessita.
Diagnosi:
Adenocarcinoma della colecisti, moderatamente differenziato, infiltrante la parete del viscere a tutto spessore.

Il medico ci ha spiegato che adesso dobbiamo vedere la stadizione quindi dovrà fare tac addome-torace con e senza contrasto, degli esami del sangue compresi i markers tumorali. Poi si deciderà la linea da seguire, come effettuare un intervento di "pulizia" o altro. Io nn capisco solo una cosa, nell'istologico nn doveva essere indicato anche lo stadio? Sn preoccupata che quelle areole ipodense al fegato siano metastasi. Grazie ancora.
Cordialissimi saluti.

[#33]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Gentile utente, la stadiazione non si basa solo sul quadro istologico ma prende in considerazione altri peretri, primo tra tutti l'estensione della malattia (metastasi a distanza e stazioni linfonodali colpite).
I tumori delle vie biliari, in genere, sono abbastanza aggressivi, ma non sono riuscito a capire che se nel vostro caso abbia superato la parete dell'organo.
Una TC total body potrà chiarire il quadro.
Rimango a vostra disposizione!
Cordialmente!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#34] dopo  
Utente
Salve, ho capito, allora solo l'istologico nn basta
.nn lo so neank'io se e' andato oltre l'organo.l'esame dice infiltrante le pareti delle viscere a tutto spessore. Loro avevano operato x i motivi ke lei sa, colecistite acuta,purtroppo so ke spesso poi e' l' istologico a "scoprirlo".spero di far fare tutti gli accertamenti nel piu' breve tempo possibile. grazie mille x la sua disponibilita',veramente gentilissimo. Cordialissimi saluti.

[#35] dopo  
Utente
buonasera,
Scusi Dr le vorrei chiedere una piccola cosa se può. Me ne sn appena accorta adesso: Il medico chirurgo aveva richiesto tac torace-addome con e senza mdc. Siamo andati a fare la richiesta dal medico curante e c'è scritto "tac torace con e senza mdc valutazione ed assistenza alla somministrazione del mdc K.della colecisti"
La richiesta è giusta?prevede pure l'addome? o me l'hanno sbagliata? Grazie ancora.
Cordialissimi saluti.

[#36]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
c'è scritto solo torace.......
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#37] dopo  
Utente
Salve,
la ringrazio. L'ho fatta rifare, era infatti sbagliata. Già stamani abbiamo fatto fare le analisi del sangue, avremo i risultati mercoledi, sempre mercoledi la visita e l'elettrocardiogramma richiesto x la tac e il 10 dic le tac. Non appena avrò i risultati le farò sapere.
grazie ancora.
Cordialissimi saluti.

[#38] dopo  
Utente
Buonasera Dr. Bacosi,
volevo informarla circa i risultati delle tac.
SPIRAL TC POLMONI E MEDIASTINO SENZA E CON MDC.
L'esame spiral TC dei polmoni e del mediastino, eseguito di base e dopo contrasto, mette in evidenza:
presenza in sede parenchimale a margini sfumati ed irregolari, maggiormente rappresentate in sede apicale bilaterale e lobare inferiore destra, in rapporto ad alterazioni aspecifiche di verosimile natura flogistica, meritevoli tuttavia in relazione all'amnesi, paziente sottoposta a intervento chirurgico per Ca della Colecisti, di correlazione con i dati clinico laboratoristici ed ulteriore stretto follow-up non potendo sicuramente escludere altra natura.
Presenza di strie dense in parte confluenti con alcune calcificazioni nel contesto di verosimile natura fibrotica in sede apicale bilaterale.
Non versamento pleuro-pericardico.
Linfonodi di dimensioni comprese tra pochi mm e 1,5 cm circa in sede paratracheale destra e sinistra, in sede sottocarenale, nella finestra aorto-polmonare ed in sede ilare bilaterale.

SPIRAL TC ADDOME SUPERIORE ED INFERIORE SENZA E CON MDC.
L'esame spiral TC dell'addome superiore ed inferiore, eseguito di base e dopo contrasto, mette in evidenza:
paziente sottoposta ad intervento per Ca della coleciste.
Nel IV segmento b si apprezza una formazione ipodensa del DT max di 2,3 cm circa di non univoca interpretazione (esito chirurgico? altro?).
Coesiste modesta dilatazione delle vie biliari a livello dell'ilo epatico e della via biliare principale.
Coesistono nel VII-VIII, IV, V, VI, e II-III segmento di alcune sfumate areole di ipodensità più evidenti in fase portale di dimensioni comprese tra pochi mm ed 1 cm circa fortemente sospette in senso ripetitivo e pertanto meritevoli di ulteriore stretto follo-up.
Iperdensità dell'adipe inferiore rispetto a letto della coleciste e lobo sinistro del fegato, cui si associa la presenza millimetriche nodulazioni (linfoadenopatie reattive? Altro?).
Vena porta ed affluenti portali pervi.
Non alterazioni di rilievo di milza, pancreas, reni, surreni e vescica.
Diverticolosi del sigma.
Ernia iatale.
Altri linfonodi di dimensioni compresi tra pochi mm e 2 cm circa si apprezzano in sede ilare epatica, porto-cavale, e di dimensioni inferiori ad 1 cm circa in sede interaortocavale e paraortica sottorenale.
Siamo appena tornati dal Chirurgo dell'ospedale dove è stata operata il quale ci aveva richiesto gli esami x la stadiazione, il quale ci ha riferito che la situazione non è buona. Dal suo punto di vista è inoperabile, dovremo contattare urgentemente un oncologo il quale valuterà la situazione. Lei che ne pensa?
Cordialissimi saluti.

[#39]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Ovviamente non le posso rispondere se non in modo approssimativo.
La situazione non mi sembra rosea.
Non opererei: a fronte di un quadro complesso che necessita di un intervento complicato non so che beneficio si potrebbe avere!
Tuttavia solo il collega che segue il caso può scegliere la migliore strategia!
Lasciate che sia lui ha decidere!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#40] dopo  
Utente
Ancora infinitamente grazie.
Cordialissimi saluti.

[#41] dopo  
Utente
Dr. scusi di nuovo, ma c'è una cosa ke ci assilla e desidererei un suo parere.
In una tac prima dell'intervento, erano già visibili delle areole ipodense al fegato. é possibile ke nn si sia sospettato nulla? Visto ke l'operazione è stata eseguita a cielo aperto poteva essere già effettuata una "pulizia" del letto epatico visto le areole? Grazie ancora .

[#42] dopo  
Utente
Salve dottore, volevo informarla ke mamma ha terminato i primi 3 mesi di chemio secondo schema gem-ox. Ha rifatto la tac x la rivalutazione e ha risposto a tuttooooooooo. ridotti tutto. Ovviamente ancora la strada c'è, ha iniziato gli altri 3 mesi di kemio. l'unico ostacolo, ke è stato superato, è stato l'impianto di un pacemaker. Mi sembrava doveroso informarla dopo la sua disponibilità, e sopratutto x dare speranza, anke se poca, a ki legge.
Cordialissimi saluti.

[#43]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Sono molto felice per voi!!!
La ringrazio per la squisita cortesia nell'aggiornarmi!!!!
Porga a sua mamma i miei più affettuosi auguri per un rapido ritorno alla normalità!
Cordialmente!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#44] dopo  
Utente
Salve Dr,
siamo arrivati al terzo ciclo ke comprende di nuovo 3 mesi di chemio (stesso schema Gem-ox). le nuove tac del 5 luglio hanno evidenziato, per fortuna, ancora riduzioni, seppur meno rispetto al precedente (ma c'è da dire ke abbiamo perso tempo a proseguire la chemio a causa del ricovero per il pacemaker e due sedute in meno). Quindi hanno deciso di proseguire. X noi è tantissimo poichè all'inizio ci avevano dato solo un 20% sull'efficacia della chemio.
Con la speranza di darle sempre notizie positive ancora infinitamente grazie,
Cordialissimi saluti anke da parte di mamma :)

[#45]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Ricambio i saluti e andate avanti così!!!
Cordialmente!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia