Utente 687XXX
Buongiorno,sono un uomo di 30 anni,non ho mai fumato,non bevo alcoolici(neanche occasionalmente)e da circa due mesi soffro di tosse secca,oppressione toracica che ora è diventata dolore comprendendo anche la schiena nella parte alta,continue larigiti con forte arrossamento della gola,raucedine,senso di nodo in gola e difficoltà nella deglutizione.Mi sono stati prescritti:Zimox,Klacid,Rocefin iniezioni(4)senza risultato.Ho poi effettuato
RX torace:rafforzamento del disegno bronchiale
medesta iperinsufflazione polmonare
2 spirometrie nella norma
Tampone faringeo:negativo
Esame sangue con esito negativo x infezioni virali batteriche ecc..
Mi è stato allora prescritto pensando ad "asma"anche se la spirometria.....Medrol 1/2 mattina e sera,Foster 2nebulizzazioni mattina 2sera ottenendo un peggioramenti delle condizioni in termini di oppressione toracica,raucedine ecc.
Mi rivolgo privatamente da un otorino il quale dopo una scrupolosa visita con fibroscopia rivela un forte arrossamento proprio(scusate il linguaggio)nel punto d'inizio dell'esofago e dell'apparato respiratorio attinente visibile con quel tipo di esame,concludendo che visto il tampone faringeo negativo come l'esame del sangue,la non risposta ai diversi antibiotici somministrati alle vari faringiti,che si tratta di feflusso gastro-esofageo.
Ho sofferto negli ultimi mesi di digestioni"lente",senso di pienezza gastrica e lievi bruciori di stomaco dopo i pasti oltre ad un periodo molto stressante sotto i punti di vista professionale e purtropppo familiare.
Ho contattato un gastroenterologo(in attesa di visita)che mi ha prescritto sentito il mio "percorso" Antra20mg mattino e sera,Gaviscon advance dopo i pasti che assumo da una settimana,una dieta priva di grassi e sostanze"acide"ED alcuni accorgimenti come il letto rialzato,non coricarsi dopo i pasti ecc.
Ora i sintomi quali il dolore toracico (al centro)ed alla schiena (sempre al centro in alto)persistono come il forte rossore faringeo la raucedine la tosse secca che ormai mi accompagna senza sosta da più di due mesi ed un malessere generale molto sconfortante.
Vorrei tanto un consiglio vista la lentezza del sistema,se sto percorrendo il percorso giusto,se i sintomi che ho sono quelli provocati dal reflusso,e perchè ancora nn ho avuto miglioramenti anzi...nonostante la cura da una settimana,la dieta e tutti gli accorgimenti presi.
Non nego di essere molto preoccupato ed ansioso x questa situazione,ho anche sempre l'impressione di non essere ascoltato abbastanza dai dottori nello spiegare i sintomi di questo disturbo.
Vi ringrazio anticipatamente x il servizio che svolgete,nell'attesa di risposta,tanti cari saluti

[#1]  
Dr.ssa Maria Morena Morelli

28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Gentile Signore,
molti dei sintomi da Lei riportati sono compatibili con il sospetto diagnostico di reflusso gastro-esofageo ed i consigli terapeutici-dietetico-comportamentali suggeriti dal gastroenterologo sono decisamente adeguati.
Per quanto riguarda la non risoluzione della sintomatologia, consideri che una settimana di terapia-accorgimenti potrebbe non essere sufficiente per ‘porre rimedio’ a mesi di reflusso !. Inoltre, da non sottovalutare, situazioni di stress ed ansia favoriscono le manifestazioni cliniche della suddetta patologia.
Pertanto, si tranquillizzi ed attenda fiducioso la valutazione gastroenterologica.

Dott.ssa M.M.Morelli

[#2] dopo  
Utente 687XXX

La ringrazio vivamente per aver risposto,segurò il suo consiglio in attese della gastroscopia.Complimenti x L'importantissimo servizio che svolgete.Buon proseguimento.