Utente
Più di un mese fa ho iniziato ad avvertire insopportabili dolori che erano dovuti all'uscita di un dente del giudizio sotto al quale era venuta a formarsi una sacca di pus. A questo punto la mia dentista mi ha prescitto un antibiotico e un antiinfiammatorio tale sinflex forte che ho preso per tre volte a giorno. Due giorni dopo il dolore non cessava e la dentisti mi prescrive un altro antibiotico tale augmentin e un altro antinfiammatorio tale oki entrambi per tre volte al di e senza gastroprotezione. Dopo un altro paio di gioni mi sveglio in piena notte con forte nausea e vomito ma questi sintomi nn vanno piu via accusando anche forte epigastralgia. La mattina seguente non intravedendo miglioramenti mi dirigo in ospedale dove mi riferiscono di na semplice intossicazione da farmaco ma per un altra intera settimana i problemi nn si risolvono affatto alche vengo ricoverato e dopo due giorni di analisi si inizia a rilevare un incremento dei valori di lipasi e amilasi nel sangue sintomo dell'insorgere di una pancreatite che dalla tac risulterà lievemente edematosa. Dopo 15 giorni di degenza senza il ritrovamento di una vera causa vengo trasferito in chirurgia poiche da una colangiorisonanza viene rilevata la colecisti distesa e a contenuto disomogeneo che dall'ecografia risulterà semplice bile densa dovuta al lungo digiuno(tesi confermata dall'ultima ecografia fatta due giorni fa in cui la colecisti risulta completamente pulita). Quindi essendo i valori in calo e l'edema scomparso nonostante la ripresa dell'alimentazione vengo dimesso con una terapia che comprende gastroprotettore pantork 20m e deursil 450m. La situazione torna pian piano a stabilizzarsi finche dopo 17 giorni di tranquillità si ripresenta questa nausea continua accompagnata da fastidi epigastrici e generico mal di schiena. Volevo precisare che due giorni prima del ripresentarsi della nausea avevo sospeso il gastroprotettore e che uscito dall'ospedale una volta alla settimana effettuo prelievi del sangue il cui ultimo rileva lipasi 20 e amilasi 100. Porgo un grazie in anticipo e spero che voi possiate dirmi qualcosa in più dei vari dottori che attribuiscono questa forte nausea a semplice stato di ansia.

[#1]  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Caro Utente, per valutare meglio l'origine dei suoi disturbi le consiglierei di eseguire anche una gastroscopia.
Mi faccia sapere
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#2] dopo  
Utente
Gentilissimo dottore la ringrazio per l'attenzione. Comunque ho eseguito la gastroscopia durante la mia degenza ospedaliera e da questa erano risultati una minuscola ernia iatale che probabilmente hanno detto che ho da sempre e dei residui di una gastrite. l'esame è di un mese fa circa. Crede sia necessario ripetere questo tipo di esame?

[#3]  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
caro utente, no non è il caso di ripeterla.
Chieda al suo medico curante se non fosse il caso di associare al Pantorc anche un procinetico.
Cordiali saluti
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#4] dopo  
Utente
la ringrazio infinamente dottore riferirò al mio medico. comunque sono due giorni che al pantorc associo un cucchiaio di Motilium 1mg sciroppo. Lei crede che sia indicato? e fin dall'ospedale soffro di un mal di schiena che nn va via.Lei crede che possa esserci una connessione? la ringrazio ancora per la sua pazienza