Utente
Buonasera,da circa 3 anni soffro di gonfiore addominale,meteorismo e acidità.Due anni fa ho effettuato una gastroscopia nella quale si è evidenziata una esofagite.Non sono riuscito a curarla a dovere in quanto i medicinali mi provocavano stipsi tanto da farm isospendere la cura in quanto stavo più male di prima.
Il quadro è peggiorato da giugno 2013 in poi ,ovvero quando ho iniziato una terapia a base di xanax e samyr.Da allora la mia situazione è via via peggiorata.Stanchezza spossatezza e disfunzione erettile,reflussi gastrici acidità forte.I sintomi elencati furono attribuiti all'uso dei farmaci.Una volta finita la cura con quei farmaci (giugno 2014) pensavo di tornare a una vita normale.
Mi sbagliavo....la stanchezza muscolare,spossatezza (e disfunzione erettile) sono peggiorate tanto da farmi sostpendere le attività fisiche in quanto non ce la facevo più a sostenere gli allenamenti.Parlando con il medico di base e collegando i miei vari sintomi si è giunti alla conclusione che potrebbe trattarsi di candidosi sistemica.Gli è venuto in mente in quanto ogni volta che prendo l'atibiotico mi viene la candida (in realtà io ho sempre pensato,sbagliando, si trattasse di uno sfogo allergico)
chiedo io...ma è mai possibile che questa patologia possa interessare tutte queste aree.leggendo in giro per la rete sembra di si.Ma il mio medico purtroppo non era molto informato.A detta sua non esistono test per evidenziare se un paziente è affetto da candidosi sistemica.E' vero?Come si cura?E soprattutto esistono rimedi validi?Mi sono state proposte cure omeopatiche ma sinceramente sono dubbioso sul loro risultato.
Sinceramente ero (e sono) molto preoccupato (avevo fatto pure una spermiografia risultata poi negativa) in quanto non riuscivo a spiegarm itutti questi sintomi,differenti fra di loro,tuttavia la possibilità che esista una cura...o quantomeno capire cosa mi sta succedendo mi rassicura un po'.
Non so nemmeno se la sezione medica è giusta(gastroenterologia),se ho sbagliato chiedo scusa
Vi ringrazio

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Per parlare di candidosi ha eseguito almeno la ricerca di miceti nelle feci ?

Cordialmente


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio innanzitutto per la risposta.
no dottore,purtroppo,come può vedere brancolo nel buio,il dottore non mi ha detto di fare nessuna ricerca di miceti nelle feci.Alle mie domande su come si possa diagnosticare la candidosi in modo sicuro (prima di intrapprendere eventuali cure) mi ha risposto che non ci sono test per vedere la presenza o meno della patologia.Bisogna andare a tentativi.Questo mi ha detto.
Proprio per questo motivo ho deciso di scrivere qua.
Mi ha dato la seguente cura:

1A fase) pulizia meccanica con magnesia
dopo 1-2 giorni
2a fase) 3 bustine di isocolan la giorno in 1 litro e mezzo di acqua per 2 giorni
in seguito:
1° giorno 1 busta di colostro noni (da prendere oralmente)
4° giorno 1 cucchiaio di enterosgel per 2 volte oralmente senza acqua
dopo questa fase continuare con 1 fiala al giorno per 10 giorni di: mucosa compositum

Ripetere magnesia ogni 15\20 giorni
Lavaggio dopo 2 mesi
Assumere fermenti latticvi a piacere e ripetere enterosgel+mucosa compositum 10 fiale.

Per questo prima di intrapprendere tutto questo ambaradan avevo deciso di rivolgermi a voi.Avevo pure pensato di rivolgermi a un medico specialista,solo che non so nemmeno a quale branca della medicina rientrerebbe il mio caso.
Saluti
Grazie

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Ne parli con un gastroenterologo ....



Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente
la ringrazio.Mi informerò su come effettuare la ricerca dei miceti nelle feci come mi ha consigliato lei.
Vorrei farle un'ultima domanda se possibile.
Una eventuale candidosi sistemica presente nel mio organismo,potrebbe essere contagiosa avendo rapporti sessuali non protetti con la mia fidanzata? ovviamente non ho avuto rapporti durante la manifestazione della candida nei genitali (a seguito dell'utilizzo dell'antibiotico...e a seguito di ciò ho utilizzato Diflucan 150mg come prescrittomi dal medico),ma mi chiedevo (visto che ho un problema di disfunzione erettile e che l'utilizzo di protezioni non fa altro che peggiorare la situazione) se questo rischio è concreto oppure non è trasmissibile.
la ringrazio

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
La candida non si trasmette ma é un saprofita del nostro organismo che aumenta in modo considerevole, tanto da diventare patogeno, in condizioni in cui le nostre difese immunitarie si abbassano. Quindi, non credo che il suo problema sia la candidosi.




Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente
Grazie,almeno sotto questo aspetto ora sono più tranquillo.
Nemmeno io ne ero convinto,però informandomi,dal dottore e leggendo, dei sintomi che può provocare ne ho riscontrati diversi fra cui i più importanti:
- Stanchezza fisica continua...anche dopo il riposo o sonno.
- mancanza di forze (sia a livello muscolare che non)
- Esofagite e reflussi gastrici
-Acidità
- Mucosa nelle feci (non so il termine tecnico)
-Alitosi
-Secchezza delle fauci
-Calo della libido
-Disfunzione erettile
- Problemi con alcuni cibi
-manifestazione esterna della candida ogni volta che prendo l'antibiotico (questo me l'ha detto i ldottore)

Vedendo la coincidenza dei miei sintomi con quell idella candidosi,il medico mi ha detto che avevo questa patologia.
Effettivamente alcuni sono inspiegabili,per questo pure io ero orientato verso la diagnosi del dottore.

[#7]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Consulti un gastroenterologo per indagare su altri settori.


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#8] dopo  
Utente
Va bene la ringrazio...posso chiedere per quale motivo lei esclude che si tratti di candidosi? E' così per semplice curiosità.
Potrei sapere,se si è fatto anche una vaga idea, cosa pensa che io possa avere?
la qualità della mia vita in questi ultimi mesi ha subìto un deciso tracollo,per questo sto cercando tutti i sistemi per tornare ad una situazione almeno soddisfacente.
La ringrazio di nuovo

[#9]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Perché i suoi sintomi sono aspecifici e perché la candidosi interviene solo in casi di importanti malattie con riduzione delle difese immunitarie.

Nel suo caso non è possibile supporre diagnosi on line ma necessità di essere seguito "in diretta" da un gastroenterologo.


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it