Utente
Salve,
sono una ragazza di 23 anni. Qualche mese fa ho effettuato una colonscopia con biopsie, il cui referto è stato: Ileite cronica di grado severo con ulcerazioni atrofia villare, atrofia ghiandolare, massivi infiltrati linfocitari e granulocitari, iperpalsia follicolare.
Biopsie al cieco, colon dx, trasverso, colon sx, sigma, retto : edema alla lamina propria, microerosioni aree di apparente riduzione ghiandolare.
Sto seguendo una cura che mi è stata indicata da un gastroenterologo, il quale però mi ha detto che i disturbi che ho, quali il ricorrente e urgente bisogno di andare in bagno dopo ogni passo (fino a 7-8 scariche in una giornata), dolori addominali frequenti, in particolare fitte abbastanza dolorose più o meno nella zona dove è situata la milza, non passeranno mai e che non esiste una cura definitiva. Per un mesetto mi sono trovata bene con la cura, ha ora è come se l'organismo non rispondesse più...
Vorrei un parere. Davvero non esiste nessuna cura per questo tipo di problema? C'è almeno una dieta specifica per tentare di alleviarne i sintomi?

Grazie in anticipo.
Cordiali Saluti

[#1]  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
cara utente non è vero che non c'è una cura, e' vero che parliamo di una malattia cronica che necessita di una terapia cronica.
non ci ha detto però cosa ha assunto per tale malattia.
la dieta e' un problema secondario
saluti
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#2] dopo  
Utente
I medicinali che assumo sono: Obimal mattina e sera e Diosmectal in bustine.
La prima settimana del mese in cui ho iniziato la cura ho assunto anche Normix mattina e sera.

Grazie mille per la risposta e la disponibilità.
Saluti

[#3]  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2007
cara utente, dall' esame che ha fatto sembra che ci sia un malattia di crohn ileale, la terapia però che le hanno dato e' per un colon irritabile. è seguita da un gastroenterologo?
perché qualcosa non mi torna...
saluti
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#4] dopo  
Utente
sì, sono seguita da un gastroenterologo. Proprio lui ha insistito nel dire che si tratta solo di un colon irritabile infatti... Dice che dalla ecografia dell'addome non trova riscontro con quanto riportato dalla colonscopia, ma intanto la cura che mi ha dato non mi fa sentire meglio...

[#5]  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2007
beh, tra una risposta istologica ed una ecografia mi fiderei più della colonscopia per la diagnosi.
nel dubbio può sentire anche il parere di un altro medico
ci aggiorniamo
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#6] dopo  
Utente
Grazie ancora per la disponibilità. Il suo parere mi è stato molto utile, perché hanno confermato i dubbi che ho sempre avuto in merito...
A risentirci

Cordiali Saluti

[#7]  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2007
si mi faccia sapere
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#8] dopo  
Utente
Gentile dottore,
le scrivo per comunicarle i "progressi" nell'individuazione della mia patologia. Come lei mi aveva già espresso, il gastroenterologo che mi ha visitata ha sospettato il crohn, ma ha detto che vuole procedere con cautela (nel frattempo mi ha prescritto PENTACOL 800mg tre volte al giorno). Poiché da un po' di tempo, circa un mese e mezzo, avverto forti dolori che si irradiano dal petto allo stomaco e immediatamente sotto i seni, mi ha prescritto una gastroscopia, per vedere se il crohn, nel caso fosse certa la sua presenza, ha intaccato gli altri organi tra cui proprio lo stomaco. Inoltre non riesco a digerire più nulla, qualsiasi cosa mi appesantisce lo stomaco. volevo anche un suo parere a riguardo.

La ringrazio anticipatamente
Saluti