x

x

Problemi defecazione

Soffri di stitichezza o diarrea? 👉Scopri i benefici dei fermenti lattici

Salve a tutti e grazie già delle risposte che mi verranno date, detto questo sono un ragazzo di 35 anni svolgo un lavoro non pesante e pratico palestra, da circa 10 mesi ho cambiato alimentazione (per qualche anno ho mangiato riso in baicno spesso patate lesse tonno al naturale bresaola e occasinalmente delle verdure) ho ridotto molto l'apporto di proteine, eliminato il latte e inserito le verdure 5 / 6 volte la settimana, cavoli broccoli peperoni melanzane un pò tutto insomma.
Da circa 7 mesi sto avendo problemi di (chiamiamola incontinenza fecale) non è proprio incontinenza perchè mi ritrovo solo il deretano sporco e a volte nemmeno le mutande, però mi capita 4 o 5 volte al giorno... ultimamente trovo anche la carta a volte rosata (non goccie di sangue vere e proprie ma proprio appena rosata) con dolore all'ano specie quando mi pulisco spesso, la dottoressa della mutua mi ha dato da prendere il bimixin è sparito tutto sono stato bene per 15 giorni di bimixin e i 15 giorni dopo poi tutto è tornato come prima....... devo dire che i sintomi si alleviano quando prendo i fermenti lattici yovis in primis, anche se quando vado in palestra e mi sforzo molto a volte ho delle perdite.
Sono qui a chidervi un consiglio /aiuto perchè questa situazione mi sta un facendo venire la depressione.
Grazie in anticipo di tutto e scusate se forse mi sono dilungato un pò troppo.
Ps ho guardato se ho delle emorroidi ma francamente non le ho sentite per lo meno esterne.
Grazie ancora
[#1]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 519 63
Il viraggio verso alimenti vengano può aver "sconvolto" il suo intestino,
dandole problemi con la defecazione.
La perdita di materiale fecale va indagata e, sinceramente, non basta che lei si sia osservato autonomamente ... occorre una valutazione specialistica diretta.

Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Quindi per il discorso delle striature rosate di sangue mi consiglia una visita, per quanto riguarda le feci sempre un po molli e l'eventuale perdita di materiale (anche se minima) mi dice che potrebbe essere cmq le tante verdure che ora mangio e che prima non mangiavo giusto?
[#3]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 519 63
Ha compreso perfettamente.
[#4]
dopo
Utente
Utente
eGregio dottore dopo fisita del mio curante e dopo diagnosi
Feci colore marrone chiaro
feci molli (semi diarrea)
il mio medico mi ha detto di prendere dioosmectal 2 bustine al giorno per 10 giorni e proseguire per altri 10 con 1 bustina al giorno, yovis fermenti per 15 giorni e vedere cosa succede se la situazione si risolve.
Ho chiesto se fosse il caso di fare una colonscopia ma mi è stato detto di aspettare questi 20 giorni prima, leci cosa ne pensa?
Il farmaco diosmectal fa male per 20 giorni di seguito?

Grazie dott delle risposte e auguri di buona pasqua
[#5]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 519 63
I prodotti prescritti sono assolutamente ben tollerabili.

Concordo sull'attesa prima di valutare l'opportunità d una colonscopia.

Ricambio i graditi auguri di una serena Pasqua.
[#6]
dopo
Utente
Utente
Egregi dottori buongiorno, sentendo ieri il medico mi ha "interrotto" il diosmectal (ne prendevo una al giorno)
il sintomo di oggi è stato feci dure, seguite da una scarica di feci molli, eruttazione dopo aver mangiato (5 fette di prosciutto) e carta legermente rosata (proprio in modo impercettibile) dopo essermi ripetutamente pulito.......
Il mio medico di base vuole sparmi come dicevo nei giorni scorsi aspettare una ventina di giorni prima di esami più specifici, ma visto che sono abbstanza preoccupato, dai sintomi e la vostra esperienza che vi dico non potete dirmi qualcosa in più.
mi fareste davvero un grande favore.
Un Grande saluto
[#7]
Dr. Francesco Quatraro Gastroenterologo, Colonproctologo 28,8k 519 63
Nulla di più di quanto già scritto.
Appare un disturbo funzionale del suo intestino.

Si tranquillizzi e segua quanto le indica il curante.