Utente
Buonasera gentili medici.Vi chiedo,gentilmente,un consulto dopo aver rincorso per sei anni una diagnosi che non è mai stata fatta.
I miei problemi gastroenterologici iniziarono ben sei anni fa,prevalentemente sottoforma di dispepsia e dolori addominali,che si irradiavano anche nella regione sottoscapolare.Tali dolori sopraggiungevano in media 1-2 volte a settimana.Persistono anche oggi e sembrano placarsi con una pastiglia di Maalox.
All'epoca mi rivolsi ad una gastroenterologa che mi sottopose a tests per valutare eventuali allergie e ad una gastroscopia.Risultai allergica a vari alimenti(mela,pesca,arachidi,nocciola ecc...),potenzialmente celiaca(eterozigosi HLA DQ8) ma non celiaca(biopsia negativa).Emerse,inoltre,una lieve gastrite cronica(non presenza di Helicobacter P.).
Se ora mi rivolgo a voi è perchè,da circa un anno,soffro di un importante meteorismo,che mi accompagna già dalla mattina appena sveglia e raggiunge il suo culmine la sera.
Ho iniziato un'estenuante ricerca delle possibili cause.Da sola,poichè la gastroenterologa curante mi aveva espressamente chiesto di non presentarmi più poichè i miei problemi gastroenterologici '' partivano dalla testa''.
Ebbene,ho eliminato il glutine dalla dieta,i prodotti contententi lattosio,ho adottato la dieta FODMAP ma il mio intestino sembra non sortire benefici.Già dopo l'ingestione di qualsiasi alimento,avverto i borborigmi e il successivo gonfiore che,credetemi,è fortemente invalidante.Ho,inoltre,un alvo un po' irregolare:a volte tendente alla stitichezza,altre caratterizzato da defecazione frequente(raramente diarrea) .La dieta aglutinata,ad esempio, mi ha provocato un'ostinata stitichezza.
Mi sono rivolta ad un altro gastroenterologo,pochi giorni fa,che ha effettuato un'eco addome completa.Mi ha rassicurato sul fatto che i miei organi sono sani e lo è anche l'intestino.Mi ha detto che con molta probabilità soffro di IBS e che devo ridurre l'apporto giornaliero di fibre(un toccasana per la mia stitichezza!).Mi ha anche prescritto il Sinaire Combi.
Ora io vi chiedo:come devo procedere per ottenere una diagnosi?Fondamentalmente,potrei avere una SIBO,un'intolleranza al lattosio,al glutine....non so,i diverticoli!Ma come è possibile fare diagnosi senza sottoporre il paziente a qualche accertamento?
Vi chiedo,gentilmente,di orientarmi per ottenere una diagnosi perchè sono all'esasperazione.
Grazie infinite.

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Lei é un pò troppo giovane per pensare ai diverticoli,
ma aerofagia, colon irritabile, SIBO, intolleranze, sono le cause
su cui indagare.
Deve solo rivolgersi da un gastroenterologo esperto.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente
Gentile Dottor Quatraro,primaditutto grazie per la sua risposta.
I gastroenterologi a cui mi sono rivolta si presupponeva fossero esperti...Ma il mio problema è ancora irrisolto.Forse basterebbe fare un Breath test per risolverlo!Eppure nessun gastroenterologo me lo ha proposto.
Sperando di essere più fortunata in futuro e,in attesa di affrontare il problema,vorrei chiederle per quanti giorni consecutivi posso usare il Sinaire Combi.
Grazie ancora infinite per la sua disponibilità.

[#3]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Non ci sono termini prefissati e standard.
Trenta giorni può essere un buon periodo.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#4] dopo  
Utente
Buongiorno gentili medici.Vi scrivo per aggiornarvi ma soprattutto per ricevere un vostro gradito parere riguardo l'esito della mia ultima visita gastroenterologica,avvenuta ieri.Ho descritto al medico la natura dei miei disturbi che si esprimono con un fortissimo meteorismo,presente tutto il giorno con peggioramento la sera,a prescindere dal tipo di alimento che introduco:ho provato a eliminare glutine,latticini e anche fibre ma il mio intestino sembra non accettare alcun tipo di cibo.Inoltre nelle mie feci c'è,spesso,molto muco.Ebbene,il medico mi ha proposto un iter del tutto nuovo e che,sinceramente,mi ha lasciato un bel pò disorientata e confusa.Primaditutto mi ha proposto di effettuare una Colonscopia.E fin qui può avere senso.Ma ciò che tengo a dirvi è l'ipotesi del gastroenterologo che mi ha visitato:secondo lui,alla base dei miei disturbi potrebbe sussistere una patologia autoimmune(quando gli ho chiesto di citarmene qualcuna mi ha risposto che sono ben 76!)che farebbe scatenare la risposta dell'intestino ad ogni tipo di cibo e le mie varie allergie(mela,nocciole,arachidi,pesca ecc).Quindi mi ha proposto di effettuare la Colonscopia con Mapping Colico e,successivamente,uno screeening immunologico con un medico immunologo.Questa sua ipotesi della patologia autoimmune nessun medico,fino ad ora,me l'aveva proposta.Voi che ne pensate?
Grazie per la vostra attenzione.

[#5]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Sono più che perplesso anch'io!

Ascolterei un secondo gastroenterologo.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#6] dopo  
Utente
Gentilissimo Dottor Quatraro,purtroppo non sarebbe il secondo gastroenterologo da me consultato ma ben il quinto!E io,le dico la verità,sono alle soglie della depressione.
Il medico di ieri,e non lo dico per cadere in discorsi mediocri,mi ha ''spillato'' ben cento euro per 15 minuti di chiacchierata quindi questa situazione di problematiche intestinali irrisolte mi sta procurando anche notevoli dispersioni finanziarie.
Non so più a chi rivolgermi per,non dico risolvere,ma almeno capire il problema quale sia.Nessuno dei gastroenterologi mi ha saputo aiutare ed io continuo a gonfiarmi anche mangiando nulla.
Lei pensa che,nel mio caso,la Colonscopia sia indicata?E a quali esami mi sottoporrebbe?Mi scusi le tante domande ma ho solo un gran desiderio di uscirne.

[#7]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Purtroppo ho il limite del non poterla visitare!

In replica #1
le ho scritto
"aerofagia, colon irritabile, SIBO, intolleranze, sono le cause
su cui indagare."

Online è quindi possibile dare indicazioni ma un percorso corretto parte da un preciso sospetto diagnostico conseguente a visita medica.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#8] dopo  
Utente
Gentile Dottor Quatraro,se non fosse che riceve in Puglia sarei già venuta a farmi visitare.Le possibili cause da lei citate sono sicuramente quelle più plausibili.
Per quanto riguarda le intolleranze,lei pensa ne esistano altre oltre quelle al lattosio e al glutine?Se si,quali tests diagnostici sono validi secondo lei?
Grazie mille per la sua disponibilità.

[#9]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Non,
le uniche intolleranze ad oggi sono al,lattosio ed al glutine
ed i tests sono il,breath test per il lattosio e la ricerca degli anticorpi specifici per la Celiachia.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#10] dopo  
Utente
Grazie dottore.L'intolleranza al glutine l'ho già esclusa dagli esami effettuati in precedenza.Il Breath Test non l'ho mai fatto ma la mia dieta è già priva di lattosio in quanto,quest'ultimo,mi crea notevoli fastidi gastrointestinali.Ho,inoltre,già tentato la dieta priva di glutine(che sto seguendo anche in questi giorni)nel dubbio di avere una sorta di sensibilità ad esso.Tuttavia l'effettivo miglioramento non mi è molto chiaro:ieri sera ero molto meno gonfia ma stamattina avevo un notevole meteorismo.Dunque,sembra di non poterne uscire in alcun modo.
La ringrazio per i suoi suggerimenti,augurandole un buon lavoro.

[#11]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Ne può assolutamente uscire!

SI affaccia prepotentemente l'ipotesi colon irritabile e le basterà trovare un gastroenterologo che sappia il fatto suo!
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#12] dopo  
Utente
Gentile dottor Quatraro,grazie per il suo intervento.Il terzo gastroenterologo al quale mi rivolsi disse che,probabilmente,avevo un colon irritabile.Mi consigliò di ridurre l'apporto di fibre e di assumere il Sinaire Combi ma questi suggerimenti,probabilmente perchè non supportati da alcuna forma di terapia,sono stati tutt'altro che risolutivi.
A questo punto tenterò il quinto gastroenterologo....sperando in un pò di fortuna!
Le rinnovo i ringraziamenti per i suoi consigli,a parer mio,molto mirati.

[#13]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Grazie per i complimenti,

... e buona fortuna nello scegliere un ottimo professionista!
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it