Utente
Salve,
Sono un ragazzo di 29 anni che non beve alcalici e non ha mai fumato.
A febbraio 2014 ho subito un intervento di colecistectomia a causa di un singolo calcolo di 2 cm.
A settembre 2014 ho effettuato analisi del sangue per un controllo generale.
Il referto evidenziava la gamma GT fuori norma (140 su max 45) e le transaminasi con GOT (45 su max 40) e GPT(70 su max 40).
Bilirubina indiretta(3,50 su max 0,80) e diretta (0,40 su max 0,25)
fosfatasi alcalina (95 su max 128)
protidogramma tutto nella norma.
Ho controllato i test di epatite A,B e C, mononucleosi e citomegalovirus (tutto negativo).
Ho effettuato anche ALFA 1 ANTRIPSINA SIERICA, TRANSGLUTAMINASI tissutale, ANTI ENDOMISIO e CERULOPLASMINA (tutto negativo)

Ho rifatto le analisi ad ottobre 2014 che confermavano una gamma gt sempre fuori norma ma piu bassa (80 su max 45),
GOT (20 su max 40)
GPT (45 su max 40)
fosfatasi alcalina (98 su max 128)
birilubina diretta (0,40 su max 0.25)
birilubina indiretta (2,5 su max 0,80)
Un altra ecografia eseguita ad ottobre non ha evidenziato nulla di anomalo.

Un ulteriore controllo eseguito a Gennaio 2015 dava risultati nuovamente incrementati:
GPT (61 SU 40)
GOT (32 SU 40)
GAMMA GT (173 SU 50)
FOSFATASI ALCALINA(113 su 128)
BILIRUBINA INDIRETTA (4,15 SU 0,80)
BILIRUBINA DIRETTA (0,36 SU 0,25)
L'ecografia eseguita sempre a gennaio non evidenziava nulla di anomalo.

A febbraio invece quasi tutto è tornato nella norma ad eccezione di:
Bilirubina idiretta (1,5 su max 0,80)
Gamma GT (80 su max 50)

A Maggio invece ho di nuovo i valori incrementati:
Gamma GT (134 su 50)
GOT(45 su 40)
GPT(72 su 40)
bilirubina indiretta(2,61 su 0,80)
bilirubina diretta(0,48 su 0,25)
fosfatasi alcalina(95 su 128)
protidogramma tutto nella norma.
L'ecografia evidenzia stavolta la via biliare principale dilatata (7mm) per il resto tutto nella norma.

Ho eseguito una colangio rm pochi giorni fa e questo è il referto:
Esame eseguito con sequenze effettuate nel piano assiale e coronale, con tecnica SE,TSE,DWI e GRE ponderate in T2 ed in T1.
L'esame è stato integrato da riformattazioni MIP-3D mirate alla valutazione delle vie biliari.
Nelle sequenze colangio si apprezza modesta dilatazione delle vie biliari intraepatiche di I e II ordine in paziente con esiti di colecistectomia.
VBP di calibro modicamente aumentato (diametro di circa 8mm) in assenza di evidenti immagini ipodense nel suo contesto, con estremo distale a "punta di lapis", come per probabile condizione flogistica della papilla.
Dotto di Wirsung non dilatato.
Fegato non aumentato di volume a margini regolari, con segnale omogeno,in assenza di alterazioni focali di intensità di segnale.
Non alterazioni intensitometriche di rilievo a carico di pancreas,milza,reni e surreni.
Non falde fluide nei recessi addominali superiori.
Non significative linfoadenopatie in sede addominale superiore.

Io sono molto preoccupato e piu' confuso di prima. A cosa sto andando incontro?

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Premesso che mi sembra lei abbia un'ittero benigno di Gilbert,
... le chiedo:

lei è sintomatico?
cosa dice il suo specialista?
perchè si definisce <<confuso>>?
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente
Dottore, la ringrazio per la risposta velocissima.
Ho chiesto parere a due medici della mia zona e ognuno ha detto la sua e questo è il motivo della mia confusione.
Il primo, ad oggi mi ha sempre tranquillizzato che si tratta solo di alimentazione sbagliata e un po' di grasso al fegato.
Il secondo mi dice che è tutta una conseguenza dovuta all'intervento eseguito a febbraio 2014 e mi ha suggerito di prendere acido tauroursodesossicolico ogni giorno.
(Ma entrambi sono certi che la bilirubina è dovuta a gilbert, anche se io non avevo mai notato l'ittero che ho adesso sotto l'occhio.)

Dopo l'ecografia fatta a maggio che evidenziava la dilatazione, entrambi i medici mi hanno tranquillizzato poiche dicono sia normale in un paziente senza colecisti.

Per sicurezza ho eseguito una colangio RM che ha dato quell'esito e domani ho visita dal mio medico per sapere il suo parere.

Riguardo ai miei sintomi.. avverto spesso fastidio (leggero dolore ma sopportabile) vicino la costola destra. Soffro spesso di diarrea ma vado in bagno regolarmente (una volta al giorno) anche se a volte mi capita un po' di stitichezza.
Non ho perso peso e non ho problemi di digestione.

A volte mi sento stanco, alle gambe soprattutto, ma non eccessivamente.

Grazie ancora dottore.

[#3]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
In genere ... più medici si ascoltano e più ci si confonde,
magari per un diverso, e non ben compreso (dal paziente),
modo di dire le stesse cose!!!

<<mi hanno tranquillizzato poiche dicono sia normale in un paziente senza colecisti.>>

CONCORDO


<<Soffro spesso di diarrea ma vado in bagno regolarmente (una volta al giorno) anche se a volte mi capita un po' di stitichezza. ... A volte mi sento stanco, alle gambe soprattutto, ma non eccessivamente.>>

ANSIA e COLON IRRITABILE.

Spero che la chiara sintesi la possa tranquillizzare.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#4] dopo  
Utente
Dottore è esattamente quello che entrambi i medici mi hanno detto riguardo ai miei sintomi e ammetto che sto soffrendo d'ansia a causa di tutto questo percorso.

Tuttavia secondo lei è normale che la via biliare principale che per mesi è rimasta di calibro 4 / 4,5mm (nelle varie ecografie) si è dilatata così tanto in pochi mesi ?
Le mie analisi fuori norma quindi non sono legate alla dilatazione ?
Qual'è la strada giusta da seguire adesso ?

Altra curiosità .. uno dei due medici mi ha ha detto che l'acido tauroursodesossicolico non mi serve mentre l'altro mi dice sia indispensabile. Lei che mi consiglia ?

La ringrazio di cuore per il suo parere.

[#5]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
1. Per la dilatazione della via biliare principale le consiglierei di monitorarla ecograficamente a 30 gg. se non sintomatico.

2. Gli esami sono compatibili con quanto già descritto.

3. L'assunzione di acidi biliari è di relativo beneficio.

4. ... cosa più importante ... segua le indicazioni del medico che riscuote la sua fiducia ... è l'unica soluzione davvero utile!
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it