x

x

Dolore persistente in corrispondenza del colon: colon irritabile o altro?

👉Quando prendere i fermenti lattici e perché

Buongiorno,
premetto che ho cercato di leggere il più possibile tutti i consulti già dati ad altri utenti, senza però trovare una risposta del tutto soddisfacente. La mia "storia" comincia un anno e mezzo fa, quando ho iniziato ad avere un dolore sempre più frequente in corrispondenza del colon (ossia basso ventre sinistro); la prima cosa che ho pensato era che ci fosse qualcosa all'ovaio, circostanza smentita dall'ecografia dalla ginecologa. Dopo un test sulle intolleranze alimentari (test che i medici che mi hanno visitata successivamente hanno detto essere una sorta di bufala) e una prima dieta, visto che il dolore non se ne andava, mi sono rivolta ad un gastroenterologo per una prima visita. Aggiungo che, nel frattempo, avevo anche sviluppato i sintomi tipici di quello che si definisce colon irritabile. Spiegato il problema, mi ha prescritto una cura con Obimal per 2 mesi abbinato a fermenti lattici, oltre che l'ecografia all'addome. La cura è stata come acqua fresca, nessun miglioramento, e dall'ecografia non è risultato alcunché. Dopo un periodo particolarmente "disastroso" da questo punto di vista, faccio anche la colonscopia: negativa. Seconda visita dal gastroenterologo: mi prescrive il breath test al lattosio, una cura con Lexil + fermenti e la visita di controllo.Il test è risultato positivo, quindi ho cominciato subito con l'eliminazione di tutto quanto contenente lattosio (su sua indicazione), oltre che con la cura. Anche questa, dopo qualche iniziale effetto benefico, non ha prodotto grandi miglioramenti. Successivamente, ho fatto il breath test al lattulosio per la SIBO, anche questo risultato positivo: è molto recente e quindi devo ancora ritirare la cura relativa. In tutto questo, salvo qualche raro caso di benessere, non ho mai avuto un miglioramento o una sorta di "guarigione": il dolore è sempre localizzato e non se ne va, e i sintomi intestinali sono sempre quelli. Il medico mi ha parlato del fattore stress correlato ai sintomi del colon irritabile, ma onestamente non saprei se c'entra qualcosa perché anche con Lexil (che, a quanto mi ha detto, contiene anche una dose di calmante) la situazione non è migliorata.
La cosa che mi "preoccupa", tra virgolette perché dalle ecografie non è risultato niente di particolare, è il dolore persistente. Sono addirittura arrivata a pensare a delle aderenze, a seguito di un intervento all'appendice in laparoscopia del 2011.
Spero di riuscire ad arrivare a un dunque. Sono semplicemente alla ricerca di qualche indicazione in più rispetto a quanto già fatto / detto.
Se ci fossero dei topic che includono la risposta al mio quesito non esitate a segnalarmeli.
Grazie in anticipo.

p.s.: aggiungo che ho fatto anche gli esami del sangue, delle feci e delle urine: tutto nella norma tranne per la tiroide (ho un leggero ipotiroidismo già in cura da endocrinologo).
[#1]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 69.9k 2.2k 88
Io credo che ci siano gli elementi per porre fine al suo problema. Il test al lattulosio é positivo per SIBO e la sovracrescita batterica intestinale puó dare tali disturbi. Bisogna solo iniziare la terapia.


Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (La Madonnina), Roma (Villa Benedetta) Calabria (Reggio-Crotone)
www.endoscopiadigestiva

[#2]
dopo
Utente
Utente
***ATTENZIONE!***
Questo consulto risulta aggiornato a più di DUE MESI fa:
valuta attentamente se la tua risposta può ancora essere utile all'utente!

Se ritieni opportuno inviare comunque il tuo consulto all'utente allora CANCELLA TUTTO QUESTO AVVISO e scrivi qui di seguito, grazie.
[#3]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno,
ho effettuato per tre mesi la cura data dal medico per la SIBO.
3 cicli di Normix, 6 pastiglie al giorno per una settimana al mese, con abbinamento di probiotici.
Il risultato non è stato dei migliori, ho notato qualche leggero miglioramento ma il mal di pancia non è passato e il dolore persiste.
Mi chiedo quali visite / accertamenti potrei fare.
Grazie e buon lavoro.
[#4]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 69.9k 2.2k 88