Utente
Gentili Dottori,
Vorrei chiedervi alcune delucidazioni in merito al trattamento degli ossiuri nell'intestino.
Nella giornata di ieri, post visita specialistica, ho assunto la dose che mi è stata prescritta di Combantrin nella speranza che il fastidio anale quantomeno si attenuasse. Nella giornata di oggi, dopo un calo al mattino, è ricomparso lo stesso fastidio "pre trattamento" . Nonostante abbia notato nelle feci numerosi ossiuri "morti", è possibile che ve ne siano ancora di "vivi" che mi causano ancora fastidio anche dopo il trattamento? Oppure sono necessari alcuni giorni prima di riscontrare un miglioramento? Mi scuso anticipatamente per il disturbo ma vorrei capire se fosse necessaria un'ulteriore visita. Ringrazio anticipatamente per la disponibilità.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Deve attendere qualche giorno ed eventualmente ripetere il trattamento..

Cordialmente


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Gentilissimo Dr. Cosentino,
È normale che il fastidio continui a persistere tale e qual dopo tre giorni dal trattamento col Combantrin? Continuo a provare le stesse "fitte" quando contraggo i muscoli (defecazione o anche solo semplice colpi di tosse ) che avevo segnalato prima di scoprire gli "ospiti indesiderati". Inoltre provo fastidio semplicemente a stare seduto e ho passato la scorsa notte insonne. Vi sono infine delle pomate o creme consigliate per attenuare il dolore? Ringrazio nuovamente per la cortese disponibilità.

[#3] dopo  
Utente
Gentile Dottore,
A distanza di altri giorni la situazione è peggiorata: fatico a dormire la notte, ho alcune linee di febbre e le fitte sono decisamente spiacevoli (particolarmente intense quando urinando i muscoli si contraggono involontariamente ). Palpando la zona anale , noto nel lato sinistro una "massa indurita" che duole quando la tocco e credo sia la causa delle fitte. Trattasi di conseguenze legate agli ossiuri oppure è qualcosa di diverso (per esempio,un ascesso)? Ho contattato il gastroenterologo e mi ha prescritto di assumere (a partire dalla giornata di ieri, 2 gennaio) Rifacol 200 mg tre volte al giorno per tre giorni. Nonostante questo il dolore oggi è tale e quale a ieri e ho ancora febbre. Ringrazio per la disponibilità.

[#4]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Non c'entrano gli ossiuri e mi rifarei vedere dal medico o, meglio, dal proctologo.



Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#5] dopo  
Utente
Buonasera Dottore,
Nella giornata di oggi ho avuto frequenti evacuazioni con espulsioni di "strani corpi": delle masse bianche con attaccati tantissimi ossiuri (quasi come sei fossero dei piccoli nidi). Il dolore sta completamente svanendo! È possibile che quella massa dura in zona anale (ora sgonfiatasi) fosse una sorta di nido ? È possibile che il problema si risolva semplicemente defecando ed espellendo tutti i parassiti rimasti? Sto assumendo a tale scopo alimenti richi di fibra (in quantità non eccessive) per facilitare le evacuazioni. Ho comunque prenotato una visita specialistica per la giornata di martedì. Ringrazio nuovamente per l'ennesima cortesia.

[#6]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Purtroppo si può chiarire solo con la visia specialistica.....


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#7] dopo  
Utente
Gentile Dottore,
La aggiorno su come si è evoluta la situazione : in data 05/01 sono stato operato di ascesso perianale (con inserimento di setone). È normale che a distanza di 12 giorni dall'intervento abbia ancora il sedere arrossato e avverta spesso pruriti? Se sì, in quanti giorni circa dovrebbero attenuarsi? Faccio da ormai dieci giorni medicazioni pressoché quotidiane nell'ospedale in cui sono stato operato e ,in aggiunta, lavaggi con acqua calda 3-4 volte al giorno (come indicato dal medico ).
In aggiunta, è stata riscontrata la presenza di una tenia nel mio intestino, di cui circa 10 giorni fa credo di avere espulso la testa . Nonostante questo, ho ancora delle feci estremamente maleodoranti e contenenti "pezzi" gialli e filamentosi. Può essere che la tenia sia ancora viva? Quanto ci vuole affinché, se morta, venga espulsa completamente? Tra due giorni, per sicurezza, eseguirò comunque la terapia a base di yomesan.
Ringrazio per la disponibilità.

[#8]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Il disturbo anale é in risoluzione (ancora pochi giorni) e deve procedere con il trattamento farmacologico per la tenia.


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#9] dopo  
Utente
A suo parere,essendo la zona arrossata, è meglio attendere qualche giorno in più per fare il trattamento con yomesan? Ho il timore che si infiammi ancora di più la zona. Oppure per la tenia è meglio intervenire il proma possibile? Ringrazio per l'ennesima cortesia.

[#10]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Intervenga il prima possibile .....

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#11] dopo  
Utente
Buonasera,
Le chiedo due ultime informazioni e poi non la disturberò più.
Ho effettuato stamane il trattamento con yomesan e assunto, dopo due ore, un purgante. Dopo qualche ora ho iniziato a espellere nuovamente "pezzi gialli filamentosi" (grandi come chewing gum). Questo significa che il trattamento sta funzionando ? Se si, in quanti giorni circa le feci dovrebbero tornare alla normalità ?
Infine, relativamente all'altro problema (decorso post operatorio dell'ascesso perianale) ho fatto ieri l'ultima medicazione in ospedale. Dovrò continuare con lavaggi frequenti (bidet caldi 3-4 volte al giorno per diversi minuti) per i prossimi due mesi (ossia fino alla rimozione del setone)?

[#12] dopo  
Utente
Gentile Dottore,
Post trattamento con yomesan, ho portato presso il laboratorio analisi uno di quei corpi "estranei" (simile, a livello macorscopico, ad una proglottide di tenia) ad analizzare per RICERCA PARASSITI ma con esito nuovamente negativo. Il trattamento a base di yomesan può avere influito su tale esito o,semplicemente, non ho parassiti? Le feci sono ancora maleodoranti e semi-solide e non capisco se sia dovuto alle varie terapie anti-elminintiche e antibiotiche assunte nelle ultime settimane oppure abbia qualche altro problema a livello intestinale, per cui si renderebbe necessaria un'altra visita gastroentereologica.

[#13]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
É probabile quindi che non ci siano parassiti.....


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#14] dopo  
Utente
Le feci maleodoranti, con alcuni piccoli pezzi di cibo non digerito e alcuni filamenti gialli di muco (comparsi da tre giorni a questa parte) rientrano nella normalità considerando le terapie antibiotiche legate all'ascesso perianale (ho assunto antibiotici per 2 settimane tra pre e post operatorio) e i trattamenti antielmintici fatti (due di combabtrin e uno di yomesan nelle ultime quattro settimane)? Se si, entro quanto tempo dovrebbero tornare alla normalità?