Utente 728XXX
Gentili dottori, da circa un mese soffro di reflusso gastro esofageo diagnosticatomi dal medico curante in seguito alla descrizione di questi
sintomi: mal di gola, dolore toracico che a volte si irradia alla schiena, eruttazione frequente e solo in alcuni momenti sensazione di risalita di acidità.
Inoltre, per due o tre volte in un mese ho riscontrato una modesta presenza di sangue (come delle striature) nel catarro e nelle secrezioni nasali.
Ho fatto una cura di 10 gg a base di Pantorc da 20 e Gaviscon prima di andare a letto e ho riscontrato un certo miglioramento ma a cura terminata i disturbi sono ripresi.
Mi sono anche sottoposto a visita Orl con esame endoscopico e non sono emersi particolari problemi alle vie respiratorie alte.
Infine, oggi sono stato visitato da un gastroenterologo il quale ha confermato l'ipotesi del reflusso consigliandomi però di effettuare una gastroscopia che ho prenotato per la settimana prossima. Inoltre ha giudicato la cura fatta (Pantorc e Gaviscon) molto blanda e non sufficiente a risolvere il problema.
Dunque la mia domanda riguarda la presenza sangue nelle secrezioni: sono cosciente che può dipendere da molti fattori ma può dipendere in qualche modo dipendere dal reflusso? E se si, si potrà accertare con la gastroscopia?

Per completezza d'informazione riferisco di essermi sottoposto, per diversi motivi, ai seguenti esami nei due mesi precedenti:
- RX torace da cui è emersa una forte congestione bronchiale curata con fluidificanti (sono fumatore ma ho smesso da 5 mesi);
- Ecg: negativo;

In seguito a un problema di prurito diffuso, ora passato, ho fatto questi esami:
- Emocromo, Urine, Ves, PCR, Beta 2, esami della tiroide e alcuni altri: tutti negativi.
- Eco addome, negativo
- Prik test, negativo

Vi ringrazio, saluti M.C.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Sono sintomi da reflusso e la terapia, come dice il collega, deve essere più incisiva. Il sangue nella saliva non ha rapporti con il reflusso e l'esofago, ma molto probabilmente ha una causa gengivale.


Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 728XXX

Gentile dott. Cosentino, la ringrazio della solerte risposta risposta. Ritiene quindi che potrei parlarne al dentista? Oppure all'otorino a cui non ho esposto il problema (per dimenticanza) nella recente visita?

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Ne parlerei prima con l'odontoiatra.
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente 728XXX

Seguirò il suo consiglio e grazie di nuovo.

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Sono sintomi da reflusso e la terapia, come dice il collega, deve essere più incisiva. Il sangue nella saliva non ha rapporti con il reflusso e l'esofago, ma molto probabilmente ha una causa gengivale.


Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it