Utente
Buongiorno a tutti, ho ritirato l'altro ieri le analisi del sangue e sul referto ho trovato il valore GPT-Alt a 83 (i GOT-Ast sono a 42 e quelli GAMMA-Gt a 43). sempre sul referto, il limite massimo delle Alt è segnato come 55. io ormai è dal 2012 che le mie Alt oscillano tra i 75ne il valore odierno. ho mostrato le analisi al mio medico di base e lui ha minimizzato sulla cosa, attribuendola (addirittura) ad una patologia che io avrei avuto, secondo lui, da piccolo, ovvero l'ittero. io a memoria d'uomo, non mi ricordo di aver mai sofferto di ittero e neanche di qualsiasi altra patologia epatica. tra l'altro non fumo e non bevo alcolici (neanche vino e birra), non utilizzo grassi animali (tipo burro e derivati), non mangio mai formaggi e non assumo mai paracetamolo (anche perché su di me, non fa effetto). il mio medico mi ha in qualche modo rassicurato che non c'è niente di grave (anzi, secondo lui, non c'è proprio niente) e che tale valore (sopra i 75) lo avrò per tutto il resto della mia vita e senza conseguenze, questo perché sia le Ast che le Gamma-Gt sono sempre state nella norma. mah! comunque, nel referto, è stato anche riscontrato un lieve innalzamento della calcemia (ho 10.4 e il limite massimo là è fissato a 10.2), ma sempre il mio medico ha detto che questa lieve risalita è irrilevante. ho però riscontrato un livello molto basso di Vitamina D (ho 8 e sul referto è scritto che, sotto ai 10, è carenza). sempre il medico di base mi ha suggerito di assumere il colecalciferolo da 25.000 ogni due settimane. grazie e buona giornata

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Un eventuale ittero avuto da bambino NON HA ALCUNA RELAZIONE CON IL DATO ATTUALE!
L'aumento della ALT è probabilmente legato al suo sovrappeso e/ ad una eventuale familiarità per diabete.
Resto a sua disposizione!
Cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno dott. Bacosi, ero sicuro che il mio medico avesse fatto una "sparata" fuori luogo, anche perché io non ho mai avuto l'ittero e nessun altro problema epatico (tipo epatite, etc.). più che al diabete (che, per fortuna non ho, avendo da sempre la glicemia intorno ai 90), credo sia legato più ad una ipercolesterolemia familiare da parte di mia madre e anche a quel po' di pancia che mi ritrovo. secondo lei, dott. Bacosi, basta solo che mi metta seriamente a dieta e perda qualche chilo, oppure (oltre a quello) eseguo pure un'ecografia epatica?

[#3] dopo  
Utente
Buongiorno dott. Bacosi, torno ora dall'esame di ecografia epatica, che però dovrò ripetere Sabato prossimo perché la dottoressa ha detto di aver trovato un po' di aria (non so se nello stomaco o nel colon). mi ha detto di evitare cavoli, bieta, spinaci, carciofi e di limitare il pane (premetto che a me, un kg di pane, mi dura quasi un mese) e di assumere Mylicon o carbone vegetale. comunque, da quello che ha potuto constatare e vedere durante l'ecografia è stato (cosa che già immaginavo) un fegato un po' ingrossato e un po' steatosico. lei attribuisce questa condizione a quella ipercolesterolemia familiare di cui le avevo già accennato. Sabato prossimo avrò (almeno lo spero) il risultato e referto definitivo. grazie e buon fine settimana

[#4]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Un calo di peso dovrebbe sistemare le cose.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#5] dopo  
Utente
Lo penso anch'io, dott. Bacosi. infatti, da domani, mi concederò solo 60 gr. di pasta a pranzo (condita con del semplice pomodoro), verdure lesse in grandi quantità, pesce bollito (alimento che mangio almeno 4 volte a settimana), una mela la mattina come spuntino, un bicchiere di latte parzialmente scremato a colazione, caffè solo dopo pranzo e niente zucchero (non sarà facile bere il caffè del tutto amaro, ma mi farò forza). in poche parole, cercherò di saziarmi soprattutto con la verdura. spero così di poter perdere almeno 7-8 chili. grazie e buon weekend!

[#6] dopo  
Utente
Buongiorno dott. Bacosi, le volevo chiedere ancora gentilmente se un fegato steatosico o ingrossato influenzi o meno una lenta digestione da parte dello stomaco, con o senza difficoltà digestive di peristalsi. grazie

[#7]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
No
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#8] dopo  
Utente
Grazie per la sua risposta inviata a tempo di record!

[#9]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Du nulla
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#10] dopo  
Utente
La terrò aggiornata su eventuali novità (anche perché l'ecografia dovrò ripeterla questo Sabato mattina). avrà fatto caso che chiedo poi anche a lei cose dette a me da medici che mi suonano "bizzarre". grazie

[#11] dopo  
Utente
Buongiorno dott. Bacosi, sono finalmente riuscito ad ottenere il referto dell'ecografia:

"Esame notevolmente ostacolato dall'intenso meteorismo intestinale. il fegato mal esplorabile è di dimensioni aumentate; il diametro longitudinale del lobo destro misura circa cm. 15 (v.n. fino a cm. 13) con margine inferiore arrotondato. il lobo caudato non è ipertrofico. i livelli degli echi sono di intensità aumentata come per steatosi di grado medio. l'ecostruttura è omogenea. la superficie è liscia e regolare. si apprezza in sede pericolecistica area di circa 16x12 mm. a margini non completamente definiti riferibile in prima ipotesi ad "area di risparmio"; utile controllo nel tempo. non ulteriori alterazioni focali apprezzabili con la metodica nei segmenti esplorabili. Diametro di: V. Porta 11,2 mm. (v.n. fino a 13 mm.). le vene sopraepatiche sono normali per calibro e decorso. la colecisti è in sede, di normale morfologia e volume. le pareti sono di spessore conservato. nel lume non sono presenti immagini di significato patologico. la via biliare principale è di calibro normale e nel lume non si apprezzano immagini di riferimento patologico. le vie biliari intraepatiche non sono ectasiche"

In poche parole, mi pare di aver capito che il mio fegato è solo moderatamente grasso e un poco più grosso del normale (di circa due cm. mi pare di capire). ovviamente, gradirei avere un suo parere, dott. Bacosi. ne approfitto anche per augurarle una felice Pasqua, a lei e famiglia

[#12] dopo  
Utente
Buongiorno dott. Bacosi, ha avuto per caso modo di leggere il referto dell'ecografia epatica, qua sopra postato? qualche sua considerazione in merito? grazie e buona giornata!

[#13]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Fegato grasso e nulla più.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#14] dopo  
Utente
Quello che immaginavo. l'unica cosa che non capisco bene è cosa sia quella ipotetica "area di risparmio"

[#15]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
sono aree parzialmente "risparmiate" dal grasso
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#16] dopo  
Utente
Meno male! comunque, da domani, non mangio più. starò a dieta strettissima