Utente
Salve, oggi mi sono recato da un gastrenterologo causa frequente dispepsia cominciata da 1 anno e mezzo dopo che mi fu diagnosticata un'ernia iatale, da quel giorno faccio uso quotidiano di pantoprazolo e ho usato i procinetici più disparati (domperidone,motilex,levosulpiride) con ottimi risultati a breve ma mai a lungo termine. Il gastrenterologo vorrebbe farmi sospendere a poco a poco gli ipp, in quanto concausa per un rallentamento dello svuotamento gastrico, ovvero per due settimane pantoprazolo 20 mg e le altre due settimane a giorni alterni e sospendere il Levopraid per i suoi fortissimi effetti secondari per l'elevato aumento della prolattina e quindi con conseguenze anche sulla sfera sessuale, di lì poi si passerebbe da un andrologo da un endocrinologo e non si finerebbe mai oltre a far aumentare stress e sintomi quasi depressivi, credo tra le cause della mia dispepsia e sostituire levopraid con Resocol 2mg prima di pranzo per 1 mese. Oltre ad essermi stupito per l'altissimo prezzo, credo di aver capito che è un farmaco utilizzato per la costipazione (io sono soggetto che soffre anche a volte di colon irritabile) e inoltre leggendo sul web addirittura tra gli effetti secondari di questo farmaco c'è proprio la dispepsia, che è il mio problema principale e la cosa mi rimane attonito. Puó questo farmaco essere utile al mio scopo ovvero favorire la digestione dopo i pasti? Tra l'altro dovrei prenderla solo dopo pranzo, il rilascio di tale molecola,che da come ho capito è un serotoninergico ,riesce a coprire anche la cena? Cosa dovró aspettarmi nel non usare dopo 1 anno e mezzo di ipp? Gli ipp potrebbe effettivamente essere tra le concause della mia dispepsia?

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Il prodotto utilizzato è indicato nella costipazione cronica e non per quelli che appaiono i suoi disturbi dispeptici!

Per il domperidone vi sono poi dei veri e propri divieti
https://www.medicitalia.it/news/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/4601-domperidone-approvate-le-restrizioni-al-suo-utilizzo-dall-agenzia-europea-del-farmaco.html

E' inoltre sconsigliabile l'utilizzo cronico dei PPI che possono indurre a loro volta problemi malassorbitivi.

Le consiglio prioritariamente di rivolgersi da uno specialista di acclarata competenza.

Cordialità

Dr. F. Quatraro - Acquaviva (BARI)
Gastroenterologo - Endoscopista Digestivo
www.enterologia.it
www.transnasale.it
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente
Dottor Quatraro la ringrazio per la risposta, il dottore a cui mi sono rivolto è un noto gastrenterologo oltre che ricercatore molto conosciuto del policlinico di Napoli, quindi la competenza dovrebbe essere sottointesa. Tra l'altro il farmaco in questione Resocol mi ha provocato effetti secondari quali cefalea, senso di spossatezza e non mi aiuta affatto nella digestione. Lei consiglierebbe quindi di interromperlo e magari riprendere con un procinetico? Peró con quale riuscirei ad evitare iperprolattinemia, da quanto ho capito tutti i dopaminergici comportano un quantitativo aumento di prolattina. Magari potrei preferire il Motilex che statistiche alla mano provoca meno effetti collaterali della levosulpiride?

[#3]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Intanto, personalmente, in qualità di "gastroenterologo molto conosciuto in Puglia" confermo quanto scritto.

Atteso che deve/può sempre richiedere al suo specialista ulteriori chiarimenti, le preciso che tutti i procinetici ad oggi interferiscono con la prolattina, in più la levosulpiride ha azioni sul SNC, infatti è utilizzata come farmaco neurolettico ed antipsicotico.

Cordialità

Dr. F. Quatraro - Acquaviva (BARI)
Gastroenterologo - Endoscopista Digestivo
www.enterologia.it
www.transnasale.it
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#4] dopo  
Utente
Non intendevo porre dubbi sulle sue competenze, era un modo per farle comprendere quanto la mia ricerca sia stata fortemente mirata nell'individuare una figura di competenza. Da quanto ho capito credo che il modus operandi del mio gastrenterologo sia quello a prescindere di non porre fiducia nei procinetici per gli effetti collaterali e di porre attenzione sul colon irritabile ovvero partire dall'intestino per sanare lo stomaco. Ma evidentemente i miei problemi dispeptici hanno un'altra origine. Vorrei comprendere se la mia sintomatologia secondo il suo pensiero possa ottenere un miglioramento effettivamente con la graduale interruzione degli ipp?

[#5]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Occorre distinguere le due cose,
se lei ha una forma costipata di colon irritabile il farmaco può avere un razionale, laddove si siano dimostrate inefficaci terapie convenzionali,
ciò non esclude che vada posta attenzione al suo reflusso con idonei e calibrati cilci di terapia.

Cordialità

Dr. F. Quatraro - Acquaviva (BARI)
Gastroenterologo - Endoscopista Digestivo
www.enterologia.it
www.transnasale.it
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#6] dopo  
Utente
Si effettivamente soffro a volte di stipsi che mi è sempre stata attribuita al colon irritabile. Ma il mio problema principale è lo stomaco! Tra un mese sarei dovuto ritornare per una rivalutazione per introdurre o citalopram o in alternativa mastocol. Sinceramente peró non sto bene così, comincio a notare gli effetti collaterali del resocol oltre a questa digestione laboriosissima. Non esiste in campo scientifico un alternativa ai procinetici alla dispepsia? Come comprendere se sia funzionale o organica?

[#7]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
"Come comprendere se sia funzionale o organica?"
E' compito dello specialista a seguito di accurata visita medica.

Fermo restando che online non è possibile opinare più di tanto su terapie istituite da altri le raccomndo di farsi rivalutare e spiegare meglio il razonale della terapia prescrittale che a me probabilmente sfugge.

Cordialità

Dr. F. Quatraro - Acquaviva (BARI)
Gastroenterologo - Endoscopista Digestivo
www.enterologia.it
www.transnasale.it
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#8] dopo  
Utente
Grazie mille per l'attenzione. Prossima settimana mi metteró in contatto con il dottore per valutare meglio il mio caso.